Flamina&dintorni

Informazioni sull'Italia. Seleziona gli argomenti di cui vuoi saperne di più

La spesa sanitaria dovuta all’invecchiamento della popolazione aumenterà del 18% fino al 2035 | Economie

L’agenzia di rating nordamericana Moody’s ha pubblicato giovedì un rapporto in cui stima che la spesa sanitaria legata all’invecchiamento della popolazione crescerà del 18% in Spagna entro il 2035, a 95 miliardi di euro. Moody’s prevede questo aumento della pressione sulla spesa sanitaria nei prossimi due decenni, a causa dell’invecchiamento. Sarà comune in tutti i paesi europei, ma crescerà soprattutto in Italia e Spagna.

Nello specifico, la percentuale di persone di età superiore ai 65 anni aumenterà di oltre il 28% in Spagna entro il 2040 e di oltre il 30% in Italia, mentre in entrambi i paesi sono previsti aumenti dell’aspettativa di vita. Moody’s riferisce che l’aumento della spesa in Italia sarà di circa il 13% nel 2035, per raggiungere i 140 miliardi. Secondo l’agenzia, l’epidemia ha mostrato livelli di spesa sanitaria inferiori sia in Spagna che in Italia rispetto al resto dell’Unione Europea. Nel caso spagnolo, la spesa sanitaria nelle società autonome è diminuita di circa il 4% tra il 2012 e il 2019.

Nel 2019, la spesa sanitaria pro capite è stata inferiore a 2.400 euro in Spagna, che è inferiore alla media europea, lontano da paesi come la Germania dove questa cifra era superiore a 4.800 euro. Il rapporto indica che nella pandemia di coronavirus, la spesa del governo regionale per l’assistenza sanitaria in Spagna e in Italia è aumentata tra il 7% e il 10%.

Inoltre, Moody’s sottolinea che la capacità di riformare i settori legati alla sanità attraverso i fondi di recupero europei aumenterà la qualità del credito regionale a lungo termine. L’agenzia di rating prevede che le regioni spagnole riceveranno 10 miliardi di fondi europei tra il 2021 e il 2022 e che ne useranno gran parte per costruire un sistema sanitario più resiliente.

READ  Arturo Herrera - il finanziere

L’Unione Europea ha inoltre annunciato 5,1 miliardi di euro per il programma EU4Health 2021-2027, che aiuterà i paesi membri a migliorare la resilienza dei loro sistemi sanitari. L’assorbimento e l’uso efficiente di questo denaro costituiranno un importante motore di credito, ma la capacità di farlo varia da regione a regione in entrambi i paesi.