Flamina&dintorni

Informazioni sull'Italia. Seleziona gli argomenti di cui vuoi saperne di più

Il quinto giorno del tour presidenziale: la riunione della riunione …

Da Roma

Il quinto giorno del tour presidenziale di Alberto Fernández, Roma era il posto giusto: è iniziato in Vaticano con un incontro segreto con Papa Francesco e si è concluso con un incontro in cui il direttore delle operazioni della Banca mondiale, Axel van Trotsenberg, ha assicurato che per In Argentina ci sarebbe un “ambizioso programma di investimenti di circa 2 miliardi di dollari”. Dopo aver incontrato il Papa, Fernandes ha detto: “È stato un incontro meraviglioso, non lo vedo da un po ‘, e incontrarlo di nuovo è stato molto interessante per me”, ha spiegato. Abbiamo parlato di tutto, dei problemi del mondo e dell’Argentina, e come al solito ha mostrato la sua grande disponibilità ad aiutarci ”. L’incontro è durato meno di mezz’ora, ma il gesto politico più importante che il Papa presenterà è l’incontro. che ha organizzato venerdì in Vaticano, a cui hanno partecipato il ministro dell’Economia, Martin Guzman, e il presidente del Fondo. Monetaria internazionale, Kristalina Georgieva, parleranno del debito estero e dei problemi che esso comporta per i più trascurati paesi Il Papa è intervenuto a questo proposito in più occasioni e il governo considera “essenziali” questi gesti.

Dopo l’incontro con Francisco, il Presidente ha incontrato il Presidente della Repubblica, Sergio Mattarella, e il Presidente del Consiglio Mario Draghi, che hanno sostenuto la posizione argentina nei confronti del Fondo monetario internazionale, in qualità di capi dei tre Paesi che lo hanno visitato. Già fatto. La settimana – Portogallo, Spagna e Francia -. Oggi alle nove incontrerà il capo del Fondo monetario internazionale.

Alle 9.50 l’auto del presidente è entrata nella Città del Vaticano attraverso l’ingresso di Sant’Uffizio ed è stata ricevuta dalle autorità della Casa Pontificia, circondata da un cordone d’onore della guardia svizzera responsabile della sicurezza del Papa. L’incontro privato tra il Papa e il Presidente è stato nello studio dell’Aula Paolo VI – detta “Il Fungo” -. Lì hanno parlato di vari argomenti, in particolare della situazione sanitaria in Argentina e del Tour europeo. C’è stato anche un momento per i ricordi: il Papa si è commosso perché il ministro degli Affari strategici, Gustavo Pelez, gli ha portato una replica del ritratto di San Giuseppe, il santo patrono della chiesa dove ha iniziato la sua missione pastorale. Inoltre, Fernandez gli ha mostrato una foto: Jorge Bergoglio, molto prima che arrivasse a Francisco, quando aveva trent’anni studiando in El Salvador.

READ  Il governo approva il piano di ripresa, che attira 140.000 milioni di aiuti dall'Unione Europea Economie

Dopo l’incontro privato, i regali sono stati scambiati e i funzionari si sono fotografati. Fernandez ha regalato al Papa i prodotti biologici realizzati da giovani guariti dalla dipendenza nelle case cristiane a Villa 31, una medaglia dalle Isole Falkland e un libro autobiografico di Enrique Santos Despolo. Francesco gli ha regalato un mosaico raffigurante un uomo e una donna “che rispondono alla chiamata del Signore nel libro della Genesi”. Le ha anche presentato i suoi scritti e il messaggio della Giornata internazionale della pace. Alla fine hanno visitato l’Accademia delle scienze vaticana.

Secondo quanto riferito dal presidente, Fernandez considera l’incontro con il Papa molto arricchente per lui. Sente che le parole di Francisco le danno forza e ispirazione. Fernandez ha anche incontrato in Vaticano il ministro degli Esteri Pietro Parolin. Era accompagnato dal ministro degli Esteri Felipe Silla e dal ministro del culto Guillermo Olivieri.

Fonti molto vicine alla Presidente hanno commentato di aver parlato anche dell’America Latina durante l’incontro. “È stata un’ottima conversazione in termini molto franchi”, hanno espresso e hanno anche detto che Fernandez ritiene che ogni volta che vede il Papa “se ne va pieno di buoni consigli”. Anche se alcuni hanno indicato che l’incontro è durato mezz’ora, nelle immediate vicinanze del presidente, hanno affermato che “hanno parlato di tutto ciò di cui dovevano parlare” e che la sua presenza in vacanza è stato un gesto molto importante. Ieri a Roma è stato il giorno della Vergine di Fatima.

Tuttavia, il gesto politico più importante del Papa verso l’Argentina è il seminario che si terrà oggi in Vaticano, dove si discuterà di una “nuova architettura finanziaria internazionale”. Fonti della delegazione hanno detto: “Il Papa ha ascoltato attentamente le nostre proposte e apprezziamo che sia sempre interessato a come possiamo aiutarci come argentini”.

READ  La crescita del PIL dell'Organizzazione per la cooperazione e lo sviluppo economico è rallentata al 2,1% nel quarto trimestre del 2020, in calo di 5,7 punti

Con un drago. A differenza dei precedenti incontri, in questo caso non c’è stata una dichiarazione congiunta dopo l’incontro con il Presidente del Consiglio italiano. In ogni caso, i membri dell’entourage hanno spiegato a PáginaI12 che durante l’incontro a Palazzo Chigi “si è parlato molto di politica” e che, sebbene non si conoscessero, Draghi e Fernandez hanno avuto un ottimo incontro. Il presidente ha fatto un’ottima impressione. Hanno indicato che “Draghi è stato molto franco” e hanno indicato di aver discusso le stesse questioni che sono state affrontate con le autorità di Portogallo, Francia e Spagna: la situazione è stata discussa con il Fondo monetario internazionale e il Club di Parigi, e l’intenzione del governo richiedere la riduzione o l’abolizione degli interessi aggiuntivi e la richiesta di diritti speciali di prelievo da inviare ai paesi a reddito medio. Hanno categoricamente indicato che “Draghi ci ha assicurato che ci accompagnerà”. Per quanto riguarda le tasse aggiuntive, il primo ministro italiano ha suggerito che l’Argentina includa la questione alla riunione del FMI di ottobre e la sostenga.

Draghi gli ha parlato di una proposta per revocare un sistema di coordinamento globale su questioni di salute pubblica nel G20 e Fernandez gli ha detto che avrebbe sostenuto l’idea.

Banca Mondiale. Il direttore delle operazioni della Banca mondiale, Axel van Trotsenberg, si è recato appositamente per partecipare al seminario di oggi in Vaticano e in particolare ha chiesto un incontro con Fernandez. Verso le due del pomeriggio, sono andato a trovarlo nel suo albergo, a Villa Borghese. Quasi un’ora dopo l’incontro, Van Trotsenberg ha confermato che la Banca mondiale e il governo argentino “stanno lavorando a un ambizioso programma di investimenti da 2 miliardi di dollari in infrastrutture, salute, occupazione, protezione sociale e progetti ambientali che migliorano la vita degli argentini”.

READ  Economia. Semifinali Eurocopa Spagna-Italia con il 53% di ordini da portare a casa طلبات