Flamina&dintorni

Informazioni sull'Italia. Seleziona gli argomenti di cui vuoi saperne di più

La Spagna è uno dei paesi meno preparati per le auto elettriche

La Spagna si è affermata come uno dei paesi meno maturi in termini di mobilità elettricaSecondo uno studio condotto dalla società di consulenza PricewaterhouseCoopers. È il risultato di contraddire il “sogno verde” del governo Pedro Sanchez, orgoglioso del suo impegno per il veicolo elettrico, che continua senza penetrare nel mercato come fa in altri paesi europei. Il problema principale che gli utenti devono affrontare è la mancanza di infrastrutture e il prezzo elevato di questo tipo di veicolo in relazione al potere d’acquisto degli spagnoli.

Si è sviluppato lo studio condotto in sette mercati europei (Francia, Germania, Italia, Norvegia, Spagna, Svizzera e Regno Unito). Norvegia Come il paese più preparato, con 4,5 su 5, con punteggi superiori a 4 in tutte le aree. svizzero Si è piazzato al secondo posto, con 3, mentre Regno Unito e Germania Nel mezzo, con 2,6 entrambi e risultati relativamente buoni in termini di incentivi e aumento della domanda. Dietro, stavano in piedi Francia e Italiacon un punteggio di 2,3 su entrambi, meno di 3 sulla maggior parte dei punti.

La Spagna, che ha anche ottenuto un punteggio di 2,3, ha ottenuto uno dei punteggi più bassi, principalmente a causa della mancanza di infrastrutture che fa escludere i consumatori che non hanno un proprio garage o un punto di ricarica sul posto di lavoro per gli acquisti di questo tipo di pendolarismo.

Tuttavia, apprezza positivamente le misure adottate dal governo per promuovere la mobilità a emissioni zero, ma a loro volta danno Risultati insufficienti Se lo confrontiamo con il resto d’Europa.

Lontano dalla media europea

Durante il primo trimestre del 2022, la Spagna ha ottenuto un punteggio di 21,7 punti su 100 nell’indice di penetrazione dei veicoli elettrificati, che rappresenta una crescita di due punti rispetto al periodo precedente. Il lento progresso del mercato elettrificato spagnolo si riflette nella distanza dell’indice dalla media europea di 24,6 punti, che ha un punteggio totale di 46,3 punti.

READ  Unione Europea: Bruxelles concede 800 milioni di euro in aiuti agli aeroporti e trattative con operatori in Italia a causa dell'epidemia

La Spagna rientra nel gruppo dei paesi medi meno sviluppati (+2 punti) insieme ad altri paesi come Italia (+0,8 punti), Ungheria (+1,9 punti) o Repubblica ceco (+0,5 punti). Alcuni dati non corrispondono alle aspettative del governo in Piano nazionale integrato per l’energia e il clima (PNIEC) Ciò significa raggiungere una flotta di 3 milioni di autovetture elettrificate entro il 2030.

Spagna senza caricabatterie

Il lento sviluppo di Infrastrutture di spedizione Rappresenta ancora un punto debole in termini di elettricità, non solo per la Spagna, ma per la maggior parte dell’ambiente europeo. Nel primo trimestre dell’anno la Spagna è riuscita ad aumentare di 7 decimi, raggiungendo un punteggio di 4,8 punti su 100 nell’indice di ricarica delle infrastrutture. Nel frattempo, la media UE è di 9,8 punti. Tutto ciò significa che la Spagna è ancora nelle ultime posizioni dell’indice e il gap aumenta di cinque punti rispetto alla media europea.

Il primo trimestre del 2022 si è chiuso con un totale di 14244 punti di ricarica ad accesso pubblico su tutto il territorio nazionale. Ciò significa che nei primi tre mesi dell’anno sono state installate 833 nuove colonnine di ricarica.