Flamina&dintorni

Informazioni sull'Italia. Seleziona gli argomenti di cui vuoi saperne di più

La sorella di Kim Jong Un è riapparsa e ha minacciato Stati Uniti e Corea del Sud

Kim Yo Jong accompagna spesso il fratello in occasione di eventi ufficiali (File Photo/Reuters)

Kim Yo Jong, sorella del dittatore nordcoreano Kim Jong Un e considerata un possibile successore dell’autorità, ha criticato le esercitazioni militari pianificate da Corea del Sud e Stati Uniti e ha affermato che potrebbero compromettere seriamente i tentativi di ristabilire le relazioni intercoreane . e Alimentato dalla recente riapertura dei canali di comunicazione.

“Sono sicuro che le esercitazioni militari, che si stanno svolgendo in un momento di grande svolta, diventeranno uno spiacevole preludio che danneggerà gravemente la volontà dei leader del Nord e del Sud di ricostruire nuovamente la fiducia”, ha detto Kim. io sono Jung, È nota per essere più crudele di suo fratello.

Ha anche affermato che questi esercizi – che Stati Uniti e Corea del Sud stanno ripensando per contrastare il raffreddamento delle relazioni – “rafforzeranno la strada per le relazioni intercoreane” e Ha chiesto a Seoul di prendere una “decisione audace” e di annullarla. Speranza o disperazione? “La decisione non è nostra”, ha detto in un articolo pubblicato dall’agenzia di stampa ufficiale nordcoreana, ripreso dal suo omologo sudcoreano Yonhap.

La Corea del Nord ha ripristinato le linee di comunicazione con la Corea del Sud martedì dopo oltre un anno di sospensione per protestare contro i volantini di propaganda anti-Pyongyang inviati dal sud. La sorella del leader nordcoreano ha messo in guardia dalla fretta di leggere, partendo dalle voci di un possibile vertice. Ha avvertito che “sarà un processo prematuro e indifferente”.

Ripristinare le linee non è altro che una riconnessione fisica e non dovrebbe attribuire un significato maggiore di esse, perché “speculazioni affrettate e interpretazioni infondate portano solo alla delusione”.

READ  Sorpresa e mistero dei draghi marini apparsi morti sulla costa dell'Australia

Precedentemente sconosciuto agli estranei, Kim Yo Jong è cresciuto politicamente da quando suo fratello ha preso il potere dopo la morte di suo padre Kim Jong Il alla fine del 2011. La leadership si basa su un culto della personalità che è stato istituito dopo che suo nonno Kim Il Sung ha fondato il paese nel 1948. La sua leggendaria stirpe Paektu – che prende il nome dalla montagna più sacra del nord – consente solo ai membri più stretti della famiglia di governare il paese.

Kim Yo Jong è diventato famoso a livello internazionale dopo la diplomazia nucleare di alto livello di suo fratello con l’ex presidente Donald Trump e altri leader mondiali nel 2018 e nel 2019. In quegli incontri, la sua vicinanza a Kim Jong Un ha suscitato la speculazione che stava servendo come capo dello staff di suo fratello.

La cerimonia di apertura delle Olimpiadi invernali di Pyeongchang 2018. Lì puoi vedere come il presidente sudcoreano Moon Jae-in e sua moglie Kim Jong Suk hanno salutato Kim Yo Jong (Reuters)
La cerimonia di apertura delle Olimpiadi invernali di Pyeongchang 2018. Lì puoi vedere come il presidente sudcoreano Moon Jae-in e sua moglie Kim Jong Suk hanno salutato Kim Yo Jong (Reuters)

In Corea del Sud, ha costruito un’immagine come “messaggera di pace” dopo aver partecipato alla cerimonia di apertura delle Olimpiadi invernali del 2018 a Pyeongchang, diventando il primo membro della famiglia regnante della Corea del Nord a visitare il Sud dalla fine del 1950-53. Guerra. Tuttavia, ha cambiato bruscamente rotta l’anno scorso lanciando una dura retorica contro la Corea del Sud e facendo pressioni sugli Stati Uniti per fare concessioni in mezzo alla diplomazia nucleare in stallo.

Ora sulla stessa linea dura Sembra essere responsabile delle relazioni con la Corea del Sud, ed esperti esterni hanno ipotizzato che potrebbe anche occuparsi di affari con gli Stati Uniti.

READ  USA: Temono una seconda grande ondata di COVID-19 a causa della variabile omcron | "Un aumento significativo dei casi e dei ricoveri"

Crisi economica

L’economia della Corea del Nord ha registrato il suo più grande declino nel 2020 dalla carestia mortale degli anni ’90, a causa del Corona virus, dei disastri naturali e delle sanzioni internazionali che hanno schiacciato la già difficile condizione di Kim Jong Un.

Il prodotto interno lordo si è ridotto del 4,5% nel 2020, il calo più grande dal 1997, secondo le stime della banca centrale della Corea del Sud, che per anni ha fornito la migliore contabilità disponibile dell’attività economica nel paese sotterraneo.

Il rapporto mostra che L’economia nordcoreana si è ridotta lo scorso anno alla sua dimensione più piccola da quando Kim è entrato in carica alla fine del 2011.. Il prodotto interno lordo è sceso a 31,4 trilioni di won (27,4 miliardi di dollari), in calo rispetto ai 33,8 trilioni di won nel primo anno di mandato di Kim, secondo i dati della banca centrale sudcoreana pubblicati venerdì.

La decisione di Kim di chiudere il confine più di un anno fa a causa della pandemia ha ridotto il commercio, rallentando il flusso con il suo principale benefattore, la Cina. Le esportazioni della Corea del Nord sono diminuite del 67,9% lo scorso anno a soli 90 milioni di dollari, mentre le importazioni sono diminuite del 73,9%, secondo un rapporto della Bank of Korea.

La crisi economica del 2020 è la peggiore in Corea del Nord dal 1997, quando una serie di siccità, inondazioni e politiche economiche fallimentari ha portato a una carestia che ha stimato la vita tra 240.000 e 3,5 milioni di persone. Sebbene le probabilità che un evento simile si ripeta sono molto più basse poiché i mercati informali si diffondono in tutto il paese con la tacita approvazione del governo, Kim ha avvertito il mese scorso che “la situazione alimentare sta diventando sempre più tesa”.

READ  Cuba ha votato per la parità di matrimonio e adozione | Il presidente Miguel Diaz-Canel ha celebrato "un'altra vittoria della costruzione socialista"

Né è probabile che l’economia si riprenda quest’anno. Fitch Solutions ha dichiarato ad aprile che l’economia della Corea del Nord crescerà a malapena nel 2021 poiché i confini rimangono chiusi.

Continuare a leggere: