Flamina&dintorni

Informazioni sull'Italia. Seleziona gli argomenti di cui vuoi saperne di più

Continuano le dimissioni nell'esecutivo ungherese a causa dell'amnistia  Il presidente Katalin Novak e il ministro della Giustizia hanno graziato un uomo condannato per abusi su minori

Continuano le dimissioni nell'esecutivo ungherese a causa dell'amnistia Il presidente Katalin Novak e il ministro della Giustizia hanno graziato un uomo condannato per abusi su minori

La presidente ungherese Katalin Novak ha annunciato le sue dimissioni nel contesto di uno scandalo per la grazia relativa a un caso di abusi su minori. Le polemiche sull'indulto, emanato nell'aprile dello scorso anno in occasione della visita di papa Francesco a Budapest, Presente anche l'ex ministro della Giustizia Judit VargaDoveva essere il favorito del partito ultranazionalista Fidesz del primo ministro Viktor Orban alle elezioni europee previste per giugno.

Novak e Varga, molto vicini al potente Viktor Orbán, sono stati negli ultimi dieci anni le due donne più potenti tra i successivi amministratori delegati ultranazionalisti a predominanza maschile. “Chiedo perdono a coloro a cui ho fatto del male. Oggi vi parlo per l'ultima volta come presidente. Mi dimetto dalla mia posizione”, ha detto Novak, aggiungendo di aver commesso un errore nel perdonare. Poco dopo, Varga – che ha firmato la controversa grazia in qualità di giudice capo – ha annunciato che si sarebbe ritirato completamente dalla politica.

Anche le pressioni politiche e sociali sulle due donne sono aumentate parecchio negli ultimi giorni, soprattutto da quando hanno cominciato ad allontanarsi da loro anche nel partito Fidesz. Il vicedirettore di un orfanotrofio vicino a Budapest ha cercato di nascondere gli abusi sessuali commessi dal direttore dell'istituto e ha addirittura costretto un minorenne a cambiare la sua testimonianza sugli abusi subiti. L'aggressore è stato condannato a otto anni di carcere, mentre il suo assistente, poi graziato, è stato condannato a tre anni di carcere. Ma sono stati graziati.

READ  Covid-19: in allerta da parte di Micron in tutto il mondo, si moltiplicano le nuove restrizioni | Minuto per minuto, le reazioni alla nuova variante del Corona virus