Flamina&dintorni

Informazioni sull'Italia. Seleziona gli argomenti di cui vuoi saperne di più

La Società Messicana di Fisica assegna la sua più alta onorificenza a un ricercatore BUAP

La Società Messicana di Fisica assegna la sua più alta onorificenza a un ricercatore BUAP

  • Con il Dipartimento di Particelle e Campi, il dottor Lorenzo Díaz Cruz è il primo fisico di Puebla a ricevere questa medaglia

Dedicato all’analisi della parte fondamentale della materia, con influenza nazionale e internazionale per il suo lavoro e contributi allo studio del bosone di Higgs, Lorenzo Díaz Cruz, accademico e ricercatore presso la Facoltà di Scienze Fisiche e Matematiche (FCFM) della BUAP ha ricevuto la medaglia assegnato dalla Sezione Particelle e Campi della Società Messicana di Fisica (SMF), è uno dei più alti riconoscimenti conferiti da questo prestigioso gruppo ed è stato assegnato per la prima volta a un fisico a Puebla.

Nel 2012, la scoperta del bosone di Higgs, noto anche come “particella di Dio”, ha rappresentato uno degli eventi scientifici più importanti degli ultimi anni, e in questo infatti il ​​contributo dei ricercatori della BUAP, come il Dott. Lorenzo Díaz Cruz, era presente. Il suo interesse è limitato allo studio della materia e del suo comportamento nel mondo infinitamente piccolo. Cioè, le particelle in cui esiste la teoria quantistica dei campi.

Disposizione della poesia e dell’universo

Per il dottor Lorenzo Diaz, spiegare l’origine dell’universo e la massa delle particelle è la chiave per rendere il mondo quello che è adesso. Afferma che se non ci fosse la massa, tutto si muoverebbe alla velocità della luce e non ci sarebbero né struttura, né atomi, né molecole, per non parlare della vita. Quindi, affinché le particelle esistano, devono avere massa nello schema appropriato, motivo per cui si studiano le proprietà di questa particella, come decade e come rilevarla.

Il suo interesse nel conoscere gli elementi più semplici e nel presentarli assume un ambito vicino alla poesia: “Quando mi chiedono qual è lo scopo del bosone di Higgs, rispondo: cos’è la poesia? Ciò che cerco è trovare ordine nell’universo; “Questa è la poesia che voglio scoprire.”

READ  Promuovere la salute e il benessere degli anziani

È così che la sua passione per la fisica si collega in qualche modo al ritmo e all’ordine che hanno non solo la poesia, ma anche parole come i quark, i gluoni o l’algebra corrente. Per Lorenzo Díaz la scienza offre molti vantaggi tecnologici, ma la sua motivazione risiede nella necessità di cercare qualcosa di trascendente, di trovare quell’ordine, quella simmetria nascosta dell’universo.

Ciò che più lo riempie di orgoglio

Uno dei suoi lavori più importanti riguarda l’analisi dei decadimenti anomali, che violano il numero leptonico, e questo è un modo in cui il bosone di Higgs potrebbe fornire informazioni sulla nuova fisica. Questo approccio è stato adottato specificatamente al Large Hadron Collider (LHC) e fa parte del suo programma di lavoro.

“Considero un grande risultato che la proposta presentata in Messico sia stata presa in considerazione nell’LHC. Perché dopo aver esplorato diversi modelli, abbiamo identificato una certa degenerazione e, anche se sembra semplice, ci è voluto molto tempo perché la nostra idea fosse accettata , perché altri teorici non pensavano che fosse possibile. Tuttavia, lo dimostriamo utilizzando modelli matematici.

Come ricercatore, Lorenzo Diaz ha avuto altre esperienze gratificanti. La sua memoria risale al lavoro che fece dopo che il premio Nobel Martinus J.J. Feltman gli chiese di rispondere alla domanda: perché un fotone non ha massa? Questo è il compito che ha completato dal suo ex insegnante.

Il suo viaggio significa anche l’impatto che ha sui suoi studenti, molti dei quali frequentano istituti di altri paesi. Il suo lavoro, insieme a quello dei suoi colleghi, ha permesso a questa disciplina di espandersi in tutto il Paese, trasformando la città di Puebla, e in particolare la BUAP, in un polo molto forte a livello nazionale e internazionale per quanto riguarda la fisica teorica.

READ  Arrivo tardivo della variante delta a Mar del Plata: tutti i campioni erano negativi

Anche pubblicare la scienza è un’attività che piace tanto quanto la ricerca; Ciò lo riportò alla scuola elementare di Tlapa, Guerrero, dove studiò: “Anche venire dal basso e salire verso l’alto è una conquista, e il modo per restituire qualcosa può essere attraverso l’editoria, motivo per cui ho scritto anche il libro: Il ragazzo che sognava il bosone di Higgs“.

La sua carriera

Lorenzo Díaz si è laureato presso l’Università Autonoma Metropolitana (UAM), ha completato i suoi studi post-laurea presso il Centro di Ricerche e Studi Avanzati (Cinefest), e poi ha conseguito il dottorato presso l’Università Autonoma Metropolitana. Università del Michigan. È stato professore associato presso l’Università Autonoma di Barcellona e assistente di ricerca presso il Dipartimento di Fisica dell’Università Autonoma di Barcellona. Università del Michigan. Ha inoltre condotto soggiorni di ricerca presso l’Università della California, Berkeley, presso l’Organizzazione europea per la ricerca nucleare (CERN) e presso il Biosciences Research Institute (CERN). internazionale Centro di Fisica Teorica.

Nel 1994 entra all’Istituto di Fisica “Ing. Luis Rivera Terrazas”, della BUAP; successivamente si è unito alla FCFM, dove attualmente lavora come ricercatore accademico, e membro dell’Ordine Nazionale dei Ricercatori, Livello III. Ha pubblicato almeno 100 Foglie Con più di 4mila citazioni, ha presentato corsi o conferenze in Germania, Stati Uniti, Spagna, Inghilterra, Italia, Polonia, Russia, Svezia e Taiwan.

Dott