Flamina&dintorni

Informazioni sull'Italia. Seleziona gli argomenti di cui vuoi saperne di più

La Russia sta perdendo potere in America Latina: ha messo in dubbio la richiesta dell'Argentina di aderire alla NATO

La Russia sta perdendo potere in America Latina: ha messo in dubbio la richiesta dell'Argentina di aderire alla NATO

Il Ministro Petri ha consegnato a Mircea Giwana, Vice Segretario Generale della NATO, la richiesta dell'Argentina di essere dichiarata “Partner Globale” dell'Alleanza dell'Emisfero Occidentale

Giovedì la Russia ha espresso il suo rammarico per la richiesta delle autorità argentino Diventare La NATO è un “membro globale” Ha dichiarato che questa iniziativa non contribuirà alla sicurezza mondiale, anche se ha sottolineato che non intende “riconsiderare” i suoi rapporti con il paese sudamericano.

“Ci dispiace”, ha detto il viceministro degli Esteri russo. Sergej Riabkov All'agenzia TASSA. “Ciò certamente non darà più sicurezza a nessuno, ma piuttosto creerà nuovi modi per sottomettere gli stati sovrani”, ha detto Ryabkov, riferendosi agli Stati Uniti, il leader dominante della NATO.

Lo ha comunque confermato Mosca non intende rivedere i suoi rapporti con Buenos Aires A causa di nuove circostanze.

Il viceministro degli Esteri russo Sergei Ryabkov (EFE/Anoush Janbabyan)

Ha sottolineato: “Non penso che a causa dell'annuncio dell'Argentina di voler ottenere lo status di (partner globale della NATO), dobbiamo riconsiderare e cambiare completamente la nostra agenda”.

Ha aggiunto in questo senso Russia e Argentina mantengono un buon dialogo in molti settori Continueranno a discutere regolarmente le questioni bilaterali.

Ministro della Difesa argentino, Luigi PetrieGiovedì ha dichiarato che il suo Paese ha chiesto di essere “partner globale” della NATO nel corso di un incontro avuto con il vicesegretario generale dell'organizzazione multilaterale. Mircea Giovanna.

Ho incontrato il vice segretario generale della NATO. Ho presentato una lettera di intenti in cui esprime la richiesta dell'Argentina di diventare partner globale di questa organizzazione. “Continueremo a lavorare per ripristinare i collegamenti che ci consentono di modernizzare e addestrare le nostre forze secondo gli standard NATO”.

Il presidente dell'Argentina, Javier Miley (2i), e il comandante del comando meridionale degli Stati Uniti, Laura Richardson, insieme all'ambasciatore degli Stati Uniti in Argentina, Mark Stanley (a sinistra), e al ministro della Difesa argentino, Luis Petri (EFE/Presidenza argentina)

L'approccio dell'Argentina alla NATO è legato alla nuova politica estera sviluppata dal governo ultraliberale Javier Miley, Che ha come riferimenti gli Stati Uniti e Israele.

READ  I colori degli abiti che si indossano nel nuovo anno 2023

Per quanto poteva sapere informazioneL'incontro è stato positivo, alcuni passaggi sono stati parlati in spagnolo ed è stata consegnata una lettera di intenti in cui si trasmetteva la richiesta di Miley di aumentare l'impegno dell'Argentina verso i paesi più sviluppati del mondo, in linea con la sua visione filo-occidentale che ha dimostrato fin dall'inaugurazione.

Tra i temi discussi c'era la possibilità di partecipazione e cooperazione dell'Argentina con la NATO nelle operazioni di pace, difesa informatica, lotta alla disinformazione e sicurezza marittima. Sono tutti cliché che dominano la sicurezza globale. Inoltre si è parlato di approfondire i programmi congiunti di formazione e istruzione.

Nella conversazione Petrie ha affermato che la prima decisione del nuovo governo nel campo della politica estera è stata quella di ritirare l'adesione al blocco dell'Unione Europea. BRICS, Di cui fanno parte Brasile, Russia, India, Cina e Sud Africa. Si trattava di una decisione presa dalla precedente amministrazione Kirchner, ma il presidente l’ha ufficialmente ribaltata. Secondo quanto riferito dalla convocazione di questo pomeriggio a Bruxelles, l'Argentina era considerata allontanarsi dall'influenza cinese e russa.

Oltre alla recente visita del Comandante del Comando Sud degli Stati Uniti, Generale dell'Esercito, in Argentina Laura Richardson Con il suo desiderio di espandere la cooperazione in materia di difesa, il paese del sud è chiaramente alleato di Israele, sia nella guerra nella Striscia di Gaza contro il braccio armato di Hamas sia nella recente crisi scoppiata con l’Iran.

(Con informazioni da EFE)