Flamina&dintorni

Informazioni sull'Italia. Seleziona gli argomenti di cui vuoi saperne di più

La polemica che ha scatenato Kun Agüero: una tassa sull’egoismo

Le tasse ci tengono svegli la notte, d’accordo? Forse ma sicuramente in modo diverso a seconda della situazione di ciascuno. La questione fiscale è prettamente politica e ci riguarda molto ma in generale se ne parla poco. Anche la nostra formazione su questo argomento è limitata. Discussioni e dibattiti interessanti possono essere aperti solo quando l’argomento si sposta nel mondo dei media popolari.

Martedì scorso, il famoso calciatore Con Aguero ha rilasciato una dichiarazione che ha suscitato polemiche: “Ci sono paesi che ti fanno pagare per avere soldi nel tuo conto o in qualsiasi parte del mondo. Ti fanno pagare ogni anno… Quindi, ora ti faccio una domanda. Perché ti fanno pagare le tasse, se già paghi le tasse? Ma guadagni, se generi denaro, va bene, paghi. Ma quello che non mi convince è che paghi una percentuale annua del patrimonio che hai. Penso che sia pazzesco in qualsiasi parte del mondo”.

La domanda è interessante, caro Kon. Piuttosto, è un dibattito che sta emergendo sempre più nei paesi più potenti del mondo su quali cittadini hanno più soldi. In molti casi, persone che sono state molto ricche per decenni. La domanda è: perché le persone che hanno sempre di più vorrebbero pagare meno tasse? Molti probabilmente penserebbero che sia comprensibile per un milionario difendere gli interessi di altri milionari. Potrebbero anche pensare che abbia senso. Abbastanza sorprendentemente, ci sono molte persone che li difendono che non sono milionari.

In generale, queste tasse sulla proprietà sono giuste perché toccano chi ha di più e il divario tra chi ha di più e chi ha di meno è molto più grande del divario tra chi guadagna di più e chi guadagna di meno. Cioè, la differenza tra chi ha di più e chi non ha niente è molto maggiore della differenza tra ciò che entrambi possono guadagnare. Questa situazione può essere corretta attraverso le tasse di proprietà.

READ  La Russia ha smesso di fornire elettricità alla Finlandia

Quello che ho notato è che in generale – e soprattutto in caso di pandemia – c’è molto rimbalzo da affermazioni come questa, quando si parla di una tassa dell’1,5, 2 o 3% sulle grandi fortune. Vanno sempre al di là e generano molte discussioni. Ma ti sei reso conto che nessuno discute dell’imposta sul valore aggiunto, che è del 21%? Qualcosa che noi Argrntinx paghiamo con tutto ciò che compriamo.

Perché i poveri oi redditi molto bassi dovrebbero pagare un sacco di latte come le persone che ne hanno di più? Nessuno si interroga su quanto sia ingiusto e disuguale per i poveri del nostro Paese, quasi il 50% della popolazione, pagare un’imposta sul valore aggiunto del 21% per il loro cibo e nessuno dice niente. Non è in discussione? Perché tasse come l’IVA vengono ancora addebitate a chi ha il valore più basso? Sappiamo tutti che i ricchi hanno molti strumenti per evitare e rimanere ricchi. E nessuno si chiede se tutti coloro che hanno utilizzato il volo precedente avessero davvero bisogno del finanziamento. Certamente c’erano molti più di quanto sembri che usassero la funzione e sembrava giusto. Non sarebbero divertenti tutte queste discussioni?

Non conosco l’universo. So che è un grande atleta e sembra un bravo ragazzo, ma mi sorprende che una persona che è nata in povertà, come molti calciatori, e sa benissimo quali sono i bisogni oggi, la pensi da ricco.

Questa è la vittoria dei grandi milionari: hanno convinto tante persone che non appartengono a questo mondo che i loro interessi sono gli stessi dei loro. Mentre in realtà sono proprio l’opposto, perché ogni pesos che non pagano come tasse, ad esempio sulla ricchezza o sul patrimonio, è un pesos che deve pagare il restante 99,9% della popolazione.

READ  Accordo nucleare iraniano: Joe Biden ha ordinato agli Stati Uniti di prepararsi se "la diplomazia fallisce e si deve ricorrere ad altre opzioni"

Secondo alcuni economisti, le tasse sul patrimonio per i ricchi sono basse. Palazzi, campi o estensioni di terra pagano poco in Argentina in relazione a quanto pagavano altre volte e in relazione a quanto pagano nel primo mondo. Certo, è anche corretto affermare che con le entrate abbiamo davvero un ritorno in istruzione, sanità e infrastrutture (lo stesso Aguero si riferiva allo stato delle strade e ha ragione) come spesso vediamo succedere altrove. Capisco che molti pagano le tasse di conseguenza e ritengo che ciò non si rifletta nello stato attuale delle cose. Ma allora non confondiamo le accuse? Perché non c’è così tanta rabbia e risentimento contro la corruzione strutturale o le amministrazioni inefficaci?

Accolgo con favore questa discussione e spero che tu possa pensare alla povertà senza pregiudizi o stigma sociale. Per me ha senso che le tasse aiutino chi ha meno e, soprattutto, migliorino la vita dei loro concittadini.