Flamina&dintorni

Informazioni sull'Italia. Seleziona gli argomenti di cui vuoi saperne di più

La Meloni sta spostando la politica italiana verso il “capitalismo pratico” e preoccupa gli investitori

La Meloni sta spostando la politica italiana verso il “capitalismo pratico” e preoccupa gli investitori

Giorgia Meloni ha avuto un ruolo da protagonista nella trasformazione politica italiana (Alif) meno di un anno fa. Il suo partito di estrema destra, Fratelli d’Italia (FdI), ha vinto le elezioni e Meloni è diventato primo ministro del paese transalpino. La sua ascesa al potere ha messo in allerta i mercati, tra le altre cose, per la possibilità di provocare una nuova crisi del debito in Europa. Ma la politica attuata dagli italiani, con il primo bilancio statale prudente (a differenza del fiasco attuato da Liz Truss nel Regno Unito nelle stesse date), ha calmato i nervi. Queste però sono aumentate negli ultimi mesi a causa di un evidente cambio di politica da parte della Meloni e del suo amministratore delegato.

Grazie al forte sostegno pubblico e alla stabilità dei costi finanziari (interessi sui titoli sovrani), il 46enne Primo Ministro sta deviando dalle sue promesse di seguire l'approccio economico adottato dal suo predecessore al governo, Mario Draghi.

Negli ultimi mesi, il leader di estrema destra ha applicato quello che Bloomberg ha definito “capitalismo pratico”. Ci sono voluti una serie di Misure di interventomettendo in evidenza la controversa tassa sugli utili bancari.

“grosso errore”

“L’imposta sugli utili straordinari delle banche è stato un grosso errore Ha gravemente danneggiato la credibilità “Il governo dice che sta tassando i fondi in surplus del nostro Paese solo per raccogliere una piccola somma di denaro”, dice Veronica De Romanis, professoressa di economia europea all'Università di Stanford a Firenze. [de ganancias]Ma chi lo determina? Come lo spiega agli investitori?», afferma l'esperto in dichiarazioni raccolte dall'American News Agency.

READ  Il Barcellona si allena nella capitale, di Mikel Molina

Nel pomeriggio del 7 agosto Roma annunciò una tassa 40% su “Vantaggi bonus da un milione di dollari”. “Banche” nel 2023. A dare la notizia non è stata Giorgia Meloni, ma il vicepremier Matteo Salvini in una conferenza stampa alla quale il presidente del Consiglio non ha partecipato. In effetti, dopo il controverso annuncio, la Meloni ha mantenuto un profilo discreto di pubblico dominio, sottolinea Bloomberg.

La novità degli elogi straordinari per gli enti finanziari ha fatto sì che le banche in Italia e in tutta Europa subissero enormi perdite sul mercato azionario il giorno successivo, facendo evaporare quasi 10 miliardi di dollari del loro capitale in un solo giorno. Quindi, meno di 24 ore dopo Dirigente qualificato La nuova tassa avrà un impatto limitato poiché non potrà superare lo 0,1% del totale attivo dei finanziatori.

Tuttavia, Salvini si è fatto avanti ancora una volta per difendere questa misura, sottolineando che “le banche realizzano profitti miliardari e chi li paga sono gli italiani”. Dichiarazioni che rafforzano la percezione che il governo italiano, negli ultimi mesi, sia diventato più di un semplice governo Un doppio atto quello tra la Meloni e il leader del partito populista della Lega spagnola.

In questo senso, Bloomberg sottolinea che dalla morte dell'ex primo ministro Silvio Berlusconi (fondatore di Forza Italia, anche membro dell'attuale coalizione esecutiva) a giugno, le voci pro-capitaliste sono passate in secondo piano a Roma.

Scenario complesso

Finora la coalizione si è attenuta alla prudenza finanziaria. La Meloni è stata testimone della caduta di Berlusconi nel 2011, quando l’aumento degli spread obbligazionari (premi di rischio) portò al collasso del governo. È una lezione che non ha dimenticato.

READ  Il debito pubblico europeo rappresenta già oltre il 97% del PIL generato

“Meloni Agisce praticamente“Stiamo cercando di trovare un equilibrio in cui i mercati non siano troppo sotto pressione”, afferma Giovanni Orsina, direttore della School of Governance dell’Università Luis di Roma.

Tuttavia, il Primo Ministro si trova di fronte a uno scenario complesso per dimostrare di poter continuare ad attuare il programma del suo governo. L’economia italiana, la terza del Vecchio Continente, vacilla: Il PIL si è contratto nel secondo trimestre Quest'anno, il PIL dell'area euro nel suo complesso è cresciuto dello 0,3% rispetto al trimestre precedente.

Pertanto, vista l’incertezza delle entrate pubbliche, è probabile che la Meloni assuma il potere esecutivo Allarga leggermente l'osso sacro Per pagare misure come il taglio delle tasse sui salari, però, bisogna stare attenti a non andare oltre, secondo Bloomberg, citando fonti vicine alla questione.

Il suo partito, Fratellanza d'Italia, è ancora in testa ai sondaggi d'opinione. Purché mantenga i suoi indici di gradimento Controllare i costi di finanziamento, ha spazio per assumere un ruolo più attivo negli affari economici. Ha approfittato dell'occasione.

Interferenza nell'ambiente aziendale

A parte la controversa tassa bancaria, Roma ha recentemente approvato una misura per limitare l'uso di algoritmi da parte delle compagnie aeree per determinare i prezzi dei biglietti, in particolare sui collegamenti nazionali verso le isole di Sicilia e Sardegna. Questa misura, volta a proteggere i consumatori da aumenti improvvisi, ha scatenato la reazione delle compagnie aeree.

C'è anche una compagnia telefonica Comunicazioni Italia. Lunedì il ramo esecutivo ha approvato un decreto che consente al Paese di assumere una partecipazione fino al 20% nelle sue attività di rete come parte di un accordo con la società statunitense di venture capital KKR per il controllo congiunto della rete del Paese.

READ  Un totale di 863 dipendenti si sono offerti volontari per lasciare Viajes El Corte Inglés

Per finanziare alcune delle sue iniziative, la coalizione sta valutando la possibilità di vendere quote di minoranza in alcune società statali, tra cui le Ferrovie dello Stato (Ferrovi dello Stato) e il Banco Monte dei Paschi di Siena, da tempo in difficoltà.

Il segno è quello L'Italia è aperta agli affari, ma l'ufficio di Meloni è il custode. Questo approccio è in linea con la tradizione del partito di destra, che ritiene che il governo debba svolgere un ruolo importante nel controllo dell’economia.

C'è un ritorno allo Stato«Gli italiani votano la Meloni perché hanno voglia di sicurezza e dello Stato nazionale come elemento capace di garantirla», dice Orsina, aggiunge l'esperta.