Flamina&dintorni

Informazioni sull'Italia. Seleziona gli argomenti di cui vuoi saperne di più

La Meloni sceglie Giorgetti, ministro della “Scuola Draghi” dell'economia

La Meloni sceglie Giorgetti, ministro della “Scuola Draghi” dell'economia

Giorgia Meloni è stata nominata il nuovo Primo Ministro italiano dopo aver prestato giuramento sabato. “Siamo d'accordo con il presidente Mattarella sulla necessità di dare alla nazione un governo nel più breve tempo possibile, viste le numerose emergenze a livello nazionale e internazionale”, ha detto venerdì il nuovo presidente italiano dopo l'incontro con il capo dello Stato. Il presidente Sergio Mattarella.

Il leader della destra transalpina, che riceverà la fiducia del Parlamento la prossima settimana, dovrà affrontare il più rapidamente possibile l'emergenza economica che colpisce il Paese. Documento economico e finanziarioLa roadmap di bilancio approvata dal Gabinetto uscente dell'economista Mario Draghi prevede una crescita dello 0,6% per il 2023, mentre l'Employer Research Bureau Confindustria Ciò indica che l’economia transalpina subirà una battuta d’arresto l’anno prossimo a causa della crisi energetica.

Secondo gli analisti si tratta del primo intervento della Meloni, il nuovo esecutivo Sarà un decreto per mitigare il rialzo dei prezzi dell'energia Ciò colpisce gravemente imprese e famiglie. La Meloni affiderà questo compito al nuovo responsabile dell'Economia, Giancarlo Giorgetti.

Dopo che Fabio Panetta, membro del comitato esecutivo della Banca centrale europea, ha rifiutato di assumere la guida di questo ministero, il leader di destra ha scelto un dossier politico, ma con buone possibilità di cambiamento. Dare continuità alla politica economica di Draghi. Giorgetti è un esperto economista (laureato alla prestigiosa Università Bocconi di Milano), Ministro dello Sviluppo Economico uscente e gode della stima e della fiducia dell'ex Presidente della Banca Centrale Europea.

Allo stesso tempo è vicesegretario della Lega e rappresenta l'ala più moderata del partito rispetto alla linea dura dell'attuale leader Matteo Salvini.

READ  Dati sul settore del gas in Europa

Il nuovo ministro dell'Economia è stato per 10 anni presidente della commissione Bilancio del Congresso italiano, un'esperienza fondamentale per preparare i bilanci in poche settimane. Bilanci statali Per il prossimo anno accademico, che sarà il primo test del nuovo potere esecutivo davanti all'Unione Europea e alla sua popolazione.

Il futuro presidente non riesce a dare al suo amministratore delegato un’immagine tecnocratica

Il successore di Giorgetti nel portafoglio dello sviluppo economico, che cambierà nome in Ministero dell'Economia e dell'Industria, sarà Adolfo Orso, viceministro durante il precedente governo conservatore di Silvio Berlusconi. Ministero della Trasformazione Ambientale, di cui sarà presidente Il deputato di Forza Italia Paolo ZangrilloCambierà anche nome in Ambiente e Sicurezza Energetica.

Meloni non è riuscito a dare al suo governo l’immagine tecnocratica che proclamava. Dopo aver ceduto il portafoglio dell'economia al vicesegretario della Lega Giorgetti, il leader della destra ha dovuto cercare un portafoglio simile per gli affari esteri: Antonio Tajani, coordinatore di Forza Italia di Berlusconi, che prenderà il posto del leader della Lega Matteo Salvini, il nuovo responsabile delle infrastrutture, vice capo del governo. Tajani ha sottolineato che il nuovo governo manterrà l'attuale posizione filoeuropea e filoucraina dopo le parole di Berlusconi sulla Russia.

Tensioni e instabilità per il nuovo governo

In ogni caso, la rapida attuazione del nuovo governo non può nascondere il rischio di futura instabilità, comune nei team di governo italiani, a causa delle tensioni tra i partiti che sostengono il nuovo governo. Infatti Georgia Meloni doveva farlo Superare molti ostacoli Diventare la prima donna a ricoprire una posizione esecutiva in un paese transalpino.

READ  Il Messico ridurrà rapidamente le sue emissioni quando si riprenderà dall'epidemia

Dopo la schiacciante vittoria elettorale della coalizione con un ampio risultato Un vantaggio rispetto agli avversari di sinistraMeloni ha dovuto affrontare una lunga lotta con i suoi alleati della coalizione di destra: Matteo Salvini della Lega e Silvio Berlusconi di Forza Italia.

Fortunatamente per il leader di estrema destra, entrambi sono usciti indenni dalle elezioni, con risultati che si avvicinavano all’8% rispetto alle elezioni. 26% postfascista Fratelli d'Italia, il partito guidato dalla Meloni.

Tuttavia, la perdita di voti sia della Lega che di Forza Italia non ha diminuito le loro richieste di incarichi di governo. Suscitare il polso con i fratelli d'Italia. Berlusconi in particolare, quando alcuni ministeri furono bocciati, ordinò ai senatori di non votare il candidato della Meloni alla presidenza del Senato e poi rilasciò alcune dichiarazioni, trapelate dalla stampa, sulla sua amicizia con Vladimir Putin.

È stato un duro colpo per il nuovo primo ministro italiano che stava cercando di presentare Un quadro rassicurante delle relazioni internazionali di Romacercando di far dimenticare le dichiarazioni antieuropee del passato.