Flamina&dintorni

Informazioni sull'Italia. Seleziona gli argomenti di cui vuoi saperne di più

La Commissione europea ha già 17 piani di ripresa dopo averli ricevuti dalla Croazia e dalla Lituania

Il presidente della Commissione europea Ursula von der Leyen.
EFE

La Commissione europea ha dichiarato sabato che la Commissione europea ha già 17 piani di ripresa, tra cui uno dalla Spagna, dopo aver ricevuto piani da Croazia e Lituania.

La Commissione europea ha affermato che i piani croato e lituano “prevedono riforme e progetti di investimento pubblico che ogni Stato membro intende attuare con il sostegno del Fondo per la ripresa e la resilienza (FRR)”.

Questo fondo fa parte di NextGenerationEU, il piano di uscita dalla pandemia COVID-19 dell’Unione europea, che fornirà fino a 672,5 miliardi di euro per sostenere investimenti e riforme.

Questo è suddiviso in sovvenzioni per un totale di 312,5 miliardi di euro e 360 ​​miliardi di euro in prestiti.

La presentazione di questi piani segue un intenso dialogo tra la Commissione e le autorità nazionali di questi Stati membri negli ultimi mesi.

La Commissione valuterà i piani nei prossimi due mesi sulla base degli undici criteri specificati nel regolamento e ne tradurrà il contenuto in azioni giuridicamente vincolanti.

Bruxelles ha ricevuto 17 piani di recupero e resilienza da Belgio, Danimarca, Germania, Grecia, Spagna, Francia, Croazia, Italia, Lettonia, Lituania, Lussemburgo, Ungheria, Austria, Polonia, Portogallo, Slovenia e Slovacchia.

La Commissione prevede di prendere le prime decisioni sull’approvazione dei piani nella seconda metà di giugno, dopodiché gli Stati membri avranno un altro mese per approvarli.

READ  La crescita del PIL dell'Organizzazione per la cooperazione e lo sviluppo economico è rallentata al 2,1% nel quarto trimestre del 2020, in calo di 5,7 punti