Flamina&dintorni

Informazioni sull'Italia. Seleziona gli argomenti di cui vuoi saperne di più

Jair Bolsonaro ha rotto il silenzio e ha lasciato il Brasile | Si è recato a Orlando, negli Stati Uniti, e così avrebbe evitato l’inaugurazione di Lula

presidente brasiliano, Jair Bolsonaroche domenica sostituirà Luiz Inacio Lula da Silva al potere, è volato negli Stati Uniti dopo aver rotto il silenzio e cercato di placare i suoi sostenitori più radicali, ai quali ha chiesto di esercitare una feroce opposizione.

Il presidente uscente ha lasciato il Brasile venerdì a bordo dell’Air Force One intorno alle 14:00 ora locale, per restare almeno Un mese a OrlandoStati Uniti, 2 giorni fa Il presidente eletto Luiz Inacio Lula da Silva è entrato in carica.

“Sono già in viaggio, tornerò presto”, ha detto Bolsonaro al canale di notizie. CNN Brasile Sull’aereo dell’Aeronautica Militare che lo porta negli Stati Uniti, con cui Conferma che domenica prossima non parteciperà alla cerimonia di insediamento di Lula. Il vicepresidente Hamilton Mourao ha confermato il volo a Globo News.

Capo Mourao

Mourao assumerà la carica di presidente venerdì Perché il presidente sarà fuori dal Paese e governerà fino alla mezzanotte di sabato 31, anche se ha detto che non ha intenzione di partecipare alla cerimonia di trasferimento dei vertici domenica pomeriggio a Palazzo Planalto.

In secondo luogo, I sostenitori del presidenteche ha chiesto un colpo di stato per impedire a Lula di salire al potere, Cominciarono ad abbandonare i campi davanti alle caserme di San Paolo e Brasilia.

Secondo lui La Gazzetta Ufficiale della FederazioneA bordo con il presidente c’erano otto funzionari scelti da Bolsonaro come parte del Comitato permanente per la sicurezza degli ex presidenti. per me CNN BrasileInoltre, la first lady. Michele Bolsonaroera in viaggio verso Orlando, dove il presidente aveva degli amici che gli offrivano la residenza in quella città, la Florida, dove si concentra gran parte della comunità brasiliana negli Stati Uniti.

Un’ora dopo la partenza di Bolsonaro, Lula ha postato su Twitter un video del gruppo Maderada, con la canzone un successo durante la campagna presidenziale, che destreggiava le parole tra il nome del presidente e l’espressione. “è il momento di andare.” Tuttavia, in seguito lo ha cancellato.

READ  Il calvario di un padre che, dopo 189 giorni, accoglie la supplica del figlio argentino imprigionato nella soffocante "pentola d'Africa"

Bolsonaro rompe il silenzio

Senza ancora confermare il suo volo, il presidente uscente ha trasmesso in diretta tramite il suo Facebook, una diretta di 52 minuti ai suoi follower sui social media, come Ha chiesto loro di continuare a opporsi. Ha dichiarato: “Non crederemo che il mondo finirà il prossimo 1 gennaio con l’inaugurazione di Lula” e ha esortato i suoi seguaci a “non gettare mai la spugna o smettere di essere dissidenti”, ma ha chiesto. pacificamente e nel quadro stabilito dalla Costituzione.

Nella sua dichiarazione Bolsonaro Non ha finito di ammettere la sconfitta alle elezioni dello scorso ottobre, né si è congratulato con Lula. Al contrario, ha insistito, è stato “vittima” di una giustizia elettorale che si supponeva imparziale e, a suo avviso, ha favorito il leader progressista con decisioni diverse. Ha ribadito che la sua libertà e quella dei gruppi di estrema destra che lo sostengono sono “tagliate fuori”. E sono stati “impediti” di denunciare il fallimento su cui insistono senza alcuna prova che il sistema di voto elettronico utilizzato in Brasile dal 1996 sia stato fatto.

Inoltre, rivedere l’amministrazione iniziata il 1 gennaio 2019 e Riconosci i problemiChe ha attribuito soprattutto allo scoppio dell’epidemia nel marzo 2020 e all’invasione russa dell’Ucraina quest’anno. Ha predetto, senza nominare Lula, che “il nuovo governo che verrà creerà molti problemi” e “imporrà al Paese un’ideologia disastrosa che non ha avuto successo in nessuna parte del mondo”. Inoltre il governo Lula sarà responsabile degli aumenti del prezzo del carburante da gennaio, Nel caso in cui venga revocato lo sgravio fiscale che ha ridotto la riscossione degli stati negli ultimi sei mesi per i progetti sociali.

READ  16 terremoti a Ica: allerta in Perù per una serie di forti scosse nel sud del Paese

Per Bolsonaro le manifestazioni erano giustificate

Anche Ha giustificato le manifestazioni organizzate dagli attivisti di estrema destra ai cancelli delle caserme. Dove hanno chiesto un colpo di stato militare per impedire l’insediamento di Lula e mantenerlo al potere. A suo avviso, sono una “reazione” a un processo elettorale in cui “non c’era piena trasparenza”, che ha portato “folle di persone a scendere in piazza e protestare”.

Sottolinealo Non ha nominato questa mobilitazione, ma ha insistito sul fatto che si trattava di “una protesta pacifica e organizzata che rispetta le leggiCostituiscono una “manifestazione spontanea di persone”, ma ha preso le distanze da alcuni degli atti di violenza che sono stati attribuiti ad alcuni dei gruppi di protesta, tra cui Ha piazzato una bomba su un camion cisterna diretto all’aeroporto di Brasilia e che è stato disattivato appena in tempo dalla polizia. “Se qualcuno sbaglia, viene subito chiamato bolsonarista. Nulla giustifica questo tentativo a Brasilia di compiere atti terroristici nell’area aeroportuale. Grazie a Dio l’elemento è stato arrestato, ma lo classificano come bolsonarista, così lo tratta la stampa.

“Non vogliamo un Brasile peggiore, ma dobbiamo rispettare la nostra legge e la nostra costituzione”, ha detto Bolsonaro. Ha sottolineato che d’ora in poi accogliamo con favore qualsiasi manifestazione contro il governo di Lula. Secondo il leader di estrema destra, il suo slogan “Dio, patria, famiglia e libertà” non andrà perduto e dovrebbe ora essere la guida per “tutti i patrioti” che vogliono “il ritorno della patria con ordine e progresso”.

Bolsonaro esce, Maduro entra

governo brasiliano Venerdì ha revocato un decreto che vietava l’ingresso nel Paese al presidente Nicolás Maduro E altri funzionari venezuelani, con i quali il presidente potrà assistere domenica all’inaugurazione di Luiz Inacio Lula da Silva. La decisione di revocare il decreto in vigore dal 2019 è stata pubblicata venerdì in Gazzetta Ufficiale ed è stata firmata dal viceministro della Giustizia Antonio Ramirez Lorenzo e dal ministro degli Esteri Carlos Franca.

READ  Il regime di Nicolás Maduro ha annullato le elezioni a Barinas e ha ordinato nuove elezioni dopo la squalifica del candidato dell'opposizione

Il presidente uscente, che dal 2019 ha riconosciuto l’opposizione come “presidente legittimo” del Venezuela, ha emanato il divieto di ingresso nel Paese a Maduro e a un centinaio di funzionari governativi. Juan Guaido. Lula, che ha mantenuto un’amicizia molto stretta con il defunto presidente venezuelano Hugo Chávez e che ha legami simili con Maduro, ha già annunciato che una volta che il governo prenderà il potere, il 1° gennaio, Ripristinerà le relazioni con il Venezuela a tutti i livelli.

Il presidente eletto ha nominato il diplomatico futuro ministro degli Esteri Mauro Viera, Il che ha già chiarito che il primo passo verso questa normalizzazione dei rapporti sarà Manda l’incaricato d’affari a Caracas, Per riaprire l’ambasciata che Bolsonaro ha chiuso. Dopodiché verrà nominato un nuovo ambasciatore, in un processo che di solito richiede alcuni mesi, perché dipende dall’approvazione del Senato brasiliano.

La scorsa settimana, di fronte al nuovo scenario politico, Maduro ha fatto il primo passo verso la normalizzazione dei rapporti e lo ha nominato Prossimo Ambasciatore in Brasile a Manuel Vicente Fadelche ha già servito come console venezuelano a San Paolo.

per Per l’insediamento di Lula, attesi almeno 19 capi di Stato e governo. Tra gli altri, c’è il re di Spagna ei leader di Argentina, Bolivia, Colombia, Cile, Ecuador, Paraguay, Uruguay, Germania e Portogallo.