Flamina&dintorni

Informazioni sull'Italia. Seleziona gli argomenti di cui vuoi saperne di più

Israele impone una chiusura totale su Gaza e raddoppia i bombardamenti  Hamas ha minacciato di uccidere un ostaggio per ogni attacco israeliano

Israele impone una chiusura totale su Gaza e raddoppia i bombardamenti Hamas ha minacciato di uccidere un ostaggio per ogni attacco israeliano

Lunedì Israele ha ordinato il blocco completo della Striscia di Gaza, bloccando l’ingresso di cibo, carburante e rifornimenti ai 2,3 milioni di residenti dell’enclave.Ha raddoppiato i bombardamenti sui territori palestinesi controllati da Hamas dopo gli attacchi senza precedenti lanciati dal movimento sul territorio israeliano. Stati Uniti, Francia, Germania, Regno Unito e Italia si sono impegnati a sostenere Tel Aviv “nei suoi sforzi per difendersi”. Da parte sua, il Movimento islamico palestinese ha minacciato di giustiziare gli ostaggi catturati sabato Se gli israeliani continuano ad attaccarli.

Sabato Hamas ha lanciato un attacco a sorpresa terrestre, marittimo e aereo contro Israele, paragonando l’attacco agli attacchi dell’11 settembre 2001 negli Stati Uniti. da allora Più di 900 persone hanno perso la vita da parte israeliana e più di 2.600 altre sono rimaste feritesecondo le autorità. Da parte palestinese, circa 700 persone sono state uccise a causa dei bombardamenti israeliani 2.900 persone sono rimaste ferite, secondo gli ultimi dati diffusi dalle autorità locali.

L’“assedio globale” a Gaza

Decine di migliaia di soldati israeliani furono schierati vicino alla Striscia di Gaza. Ha detto: “Stiamo imponendo un assedio globale a Gaza. Niente elettricità, niente cibo, niente acqua, niente gas, tutto è chiusoLo ha detto il ministro della Difesa israeliano Yoav Galant. Ha aggiunto in un video clip: “Combattiamo gli animali e agiamo di conseguenza”. In questa piccola enclave, secondo l’Ufficio delle Nazioni Unite per il coordinamento degli affari umanitari, più di 123.000 persone sono state costrette a lasciare le proprie case.

Il segretario generale delle Nazioni Unite Antonio Guterres ha espresso la sua preoccupazione per la decisione israeliana Ha sottolineato che “le operazioni militari devono essere condotte in conformità con il diritto internazionale umanitario”. Human Rights Watch ha affermato che Israele e Hamas “non hanno adempiuto ai loro obblighi legali”. Human Rights Watch ritiene che il blocco imposto da Israele sulla Striscia di Gaza e gli attacchi di Hamas contro i civili costituiscano “una punizione collettiva illegale, che è un crimine di guerra”.

READ  Animazioni per salvare bambini e neonati in Afghanistan

Secondo quanto riferito, nelle ultime ore le forze militari hanno attaccato dozzine di siti appartenenti ad Hamas e alla Jihad islamica nella Striscia di Gaza. I siti includono ingressi di tunnel, una moschea che ospita una sala della guerra, siti di deposito di armi e un’area riunioni. Secondo l’esercito israeliano, Hamas ha utilizzato uno dei tunnel nel suo primo attacco contro Israele sabato mattina.

L’esercito israeliano ha ripreso il controllo delle città nel sud del suo territorio dove erano presenti combattenti di Hamas, pur riconoscendo che potrebbero esserci miliziani nella zona. Questo esercito sta inoltre concentrando i suoi sforzi sul salvataggio dei 100 cittadini rapiti da Hamas.. Molti cittadini di altri paesi, alcuni con doppia cittadinanza israeliana, sono stati uccisi nell’attacco, tra cui 12 tailandesi, 11 americani, 10 nepalesi e 7 argentini.

Primo Ministro israeliano, Benjamin NetanyahuHa invitato la popolazione a prepararsi per una lunga guerra e ha chiesto la formazione di un governo di unità nazionale. “Ciò che sperimenterà Hamas sarà difficile e terribile. Cambieremo il Medio Oriente”.La portata di questo attacco terroristico “è passata inosservata all’Isis”, ha detto Netanyahu, che ha insistito sul fatto che Israele lo avrebbe eliminato “nello stesso modo in cui il mondo illuminato ha eliminato” il gruppo jihadista.

“Non capiscono il linguaggio dell’umanità”

Il braccio armato di Hamas Ha avvertito nello spiegare questo “A qualsiasi attacco contro il nostro popolo senza preavviso si risponderà con l’esecuzione di uno degli ostaggi civili”.. Le Brigate Izz al-Din al-Qassam hanno aggiunto: “Il nemico non capisce il linguaggio dell’umanità e della morale, quindi ci rivolgeremo a lui nella lingua che capisce”. Il gruppo islamico palestinese ha rapito circa 150 persone.

Hamas afferma di aver lanciato questi attacchi dopo essere stufo dell’assedio, dell’occupazione militare e della colonizzazione israeliana della Cisgiordania e di Gerusalemme Est, che sono le terre che i palestinesi sostengono di aver fondato il loro Stato, e delle continue incursioni militari e arresti di palestinesi. Palestinesi nelle città e negli insediamenti della Cisgiordania. Luoghi santi Musulmani di Gerusalemme.

READ  Notizie, attacchi di ritorsione degli Stati Uniti in Iraq e Siria, tensione in Medio Oriente e altro ancora

Lunedì le sirene hanno suonato a Gerusalemme e nel centro del paese mentre il lancio di razzi continuava da Gaza, soprattutto nel sud di Israele. Jonathan Banikoff, direttore della Scowcroft Middle East Security Initiative, stima che “Israele sia stato colto di sorpresa” da questo attacco e che “molti israeliani non capiscono come ciò sia potuto accadere”.

Un membro della direzione politica del movimento Hamas ha annunciato a Doha, la capitale del Qatar, che il suo movimento non è attualmente disponibile a negoziare un accordo sullo scambio di prigionieri con Israele. “Pertanto, l’operazione militare continua”, ha aggiunto Al momento non esiste la possibilità di negoziare la questione dei prigionieri o altro“, Egli ha detto Hossam BadranHa aggiunto: “La nostra missione ora è fare tutto il possibile per impedire che l’occupazione continui a commettere massacri contro il nostro popolo a Gaza e a prendere di mira direttamente le case dei civili”.

Israele ora si trova ad affrontare la minaccia di guerra su diversi fronti. Il movimento libanese Hezbollah ha attaccato lunedì almeno due obiettivi militari israeliani con missili guidati e colpi di mortaio, dopo aver perso tre membri in una serie di attacchi effettuati questo pomeriggio dallo Stato ebraico contro il Libano meridionale.

Si moltiplicano gli appelli alla pace

Molti paesi occidentali hanno condannato l’attacco di Hamas Domenica gli Stati Uniti hanno iniziato a inviare aiuti militari a Israele. Un gruppo da battaglia guidato dalla portaerei Gerald R. Ford arriverà “molto presto” nel Mediterraneo orientale, hanno riferito funzionari statunitensi. Hanno spiegato che non avrebbero inviato forze nella regione.

Presidente Joe Biden Ha chiesto ai suoi cittadini in Israele di “prendere ragionevoli precauzioni nei prossimi giorni e di seguire le istruzioni delle autorità locali”. “In questo momento tragico, il popolo americano è fianco a fianco con quello israeliano.; “Ricordiamo il dolore degli attacchi terroristici contro il nostro Paese e gli americani in tutto il Paese rimangono uniti contro questi atti malvagi che ancora una volta hanno tolto la vita a americani innocenti”, ha detto Biden.

READ  Una famiglia ha perso tutto in un incendio: hanno quattro figli e hanno bisogno di aiuto per ricostruire la loro casa

Lunedì Stati Uniti, Francia, Germania, Italia e Regno Unito si sono impegnati a “sostenere Israele nei suoi sforzi per difendersi”. Dopo gli attacchi sferrati dal movimento islamico palestinese Hamas, secondo un testo diffuso dalla Casa Bianca. Questi governi affermano di “riconoscere le legittime aspirazioni del popolo palestinese”, ma Hamas “non rappresenta quelle aspirazioni e non offre nulla al popolo palestinese se non altro terrorismo e spargimenti di sangue”, come hanno scritto il cancelliere tedesco Olaf Scholz e il presidente francese Emmanuel Macron. Il suo omologo, Joe Biden, il primo ministro italiano Giorgia Meloni, e il suo omologo britannico, Rishi Sunak.

Lunedì la Cina ha condannato qualsiasi azione che abbia danneggiato i civili e ha chiesto un cessate il fuoco. Anche la Russia e la Lega Araba, che rifiuta la violenza “da entrambe le parti”, hanno annunciato mercoledì un incontro di emergenza. L’Unione Europea ha convocato martedì una riunione dei suoi ministri degli Esteri e ha annunciato che rivedrà i suoi programmi di aiuto finanziario per i palestinesi, dopo che le polemiche sulla sospensione dei pagamenti hanno suscitato reazioni in varie capitali dell’UE.

IranChe intrattiene stretti rapporti con Hamas ed è stato uno dei primi Paesi a elogiare l’attacco del Gruppo Islamico, Ha respinto le accuse sul suo ruolo nell’operazione Ha detto che era “basato su motivi politici”. Il portavoce del Consiglio di Sicurezza della Casa Bianca, John Kirby, ha ammesso che non c’erano prove del presunto coinvolgimento di Teheran nell’attacco di Hamas contro Israele.

In luoghi simbolici come la Torre Eiffel a Parigi si sono moltiplicati i manifestanti a sostegno dei residenti di entrambe le parti in conflitto. Downing Street a Londra; Puerta del Sol a Madrid o Manhattan a New York.