Flamina&dintorni

Informazioni sull'Italia. Seleziona gli argomenti di cui vuoi saperne di più

Israele ha sottolineato che la prossima fase della guerra a Gaza avrà un approccio più selettivo

Israele ha sottolineato che la prossima fase della guerra a Gaza avrà un approccio più selettivo

L’annuncio è arrivato mentre Israele continua a ridurre le sue forze a Gaza per consentire a migliaia di riservisti di tornare al lavoro (IDF/Handout via Reuters)

ministro della difesa, tuo Galante, Giovedì ha descritto i piani di Israele riguardo… La fase successiva del tuo La guerra a Gaza, Con una nuova, più selettiva attenzione alla parte settentrionale della Striscia e la continua persecuzione dei leader di Hamas nel sud.

Questo annuncio è arrivato mentre Israele continuava a ridurre le sue forze a Gaza per consentirlo Migliaia di soldati di riserva tornano al lavoro Dopo aver aumentato la pressione internazionale per ridurre l’intensità dei suoi attacchi.

“Nella zona settentrionale della Striscia di Gaza, passeremo a un nuovo approccio di combattimento che sia coerente con i risultati militari sul campo”, ha affermato l’ufficio di Gallant in una dichiarazione in cui delinea le linee guida che riflettono la visione di Gallant per le prossime fasi della guerra.

Le operazioni includeranno Raid, demolizioni di tunnel, attacchi aerei e terrestri e missioni di forze speciali.

Nel sud dell'enclave assediata, dove la maggior parte… 2,3 milioni di persone A Gaza, molti in tende e altri rifugi di fortuna, l'operazione continuerà per cercare di eliminare i leader di Hamas e salvare i palestinesi. ostaggi israeliani.

“Ciò continuerà finché sarà ritenuto necessario”, si legge nella nota.

READ  L'aereo ha preso fuoco durante l'atterraggio all'aeroporto di Miami: i feriti sono tre

Dopo la guerra, Gallant dichiarò che Hamas avrebbe cessato di controllare Gaza e che Israele avrebbe mantenuto la libertà operativa di azione, ma limitò tale possibilità Non ci sarà alcuna presenza civile israeliana Le organizzazioni palestinesi saranno responsabili del settore.

Nel sud dell'enclave assediata, dove attualmente vive la maggior parte dei 2,3 milioni di abitanti di Gaza, molti dei quali in tende e altri rifugi temporanei (EFE/Anas Baba)

Ha aggiunto: “Gli abitanti di Gaza sono palestinesi, e quindi gli organismi palestinesi si assumeranno la responsabilità, a condizione che non vi siano atti ostili o minacce contro lo Stato di Israele”.

Israele ha lanciato il suo attacco contro Gaza in seguito ad un attacco compiuto dai militanti di Hamas il 7 ottobre, che ha provocato la morte di alcune persone. 1200 persone Nelle comunità vicino a Gaza sono stati presi circa 240 ostaggi, secondo le stime israeliane.

L'attacco israeliano ha provocato più di 100 morti 22.000 persone, Secondo le autorità sanitarie palestinesi, la guerra ha costretto la maggior parte della popolazione ad abbandonare le proprie case e ha ridotto in macerie gran parte della Striscia di Gaza.

D'altra parte, ha detto il ministro degli Esteri britannico. David Cameron, Giovedì ha invitato le autorità israeliane a impegnarsi a consentire l'ingresso di maggiori aiuti umanitari nella Striscia di Gaza per porre fine alla “fame e alle malattie” iniziate nelle ultime settimane.

Durante la sua visita in Kosovo, Cameron ha espresso la sua preoccupazione per la situazione umanitaria nell’enclave palestinese: “Israele ha il diritto di combattere Hamas e impedire il ripetersi degli eventi del 7 ottobre, che è stato un terribile massacro e un evento terribile, e noi sostenerli mentre lo fanno.

READ  Il Canada ha sequestrato un aereo cargo russo Volga-Dnepr per il suo coinvolgimento nell'invasione dell'Ucraina

Ha anche sottolineato la situazione di tensione in cui versa Il Mar RossoI ribelli Houthi lanciano attacchi contro navi civili, commerciali e militari in solidarietà con la popolazione palestinese e con l’obiettivo di attaccare gli interessi israeliani.

“Questo è illegale. Non ha niente a che fare con Gaza, non ha niente a che fare con Israele. Si tratta di libertà di navigazione. ” Cameron ha difeso la questione, dicendo: “Si tratta della capacità delle navi di trasportare il loro carico”, ma non ha fornito dettagli sulle misure che Londra potrebbe adottare al riguardo.

(Con informazioni da Reuters e EP)