Flamina&dintorni

Informazioni sull'Italia. Seleziona gli argomenti di cui vuoi saperne di più

Il punto pulito aperto a Villa Italia

L’incontro è stato presieduto dal Sindaco Miguel Longi e ha visto la partecipazione del Capo di Gabinetto, Oscar Troggi, Sottosegretario allo Sviluppo Urbano, Ambiente, Lavori e Abitazioni, Maria Restra, Direttore Ambiente Hector Criparola, e Responsabile del Cluster Distrettuale. Consulenti UCR – Insieme per il Cambiamento, Mario Cevallieri, Funzionari Comunitari, Consiglieri e Operatori Distrettuali.

“Viviamo in tempi difficili, il cambiamento climatico colpisce ogni angolo del pianeta, con incendi, ondate di calore, siccità, forti tempeste e disastri naturali. In Tandil ovviamente non siamo ignari di tutto questo e di ogni azione e trasformazione che intraprendiamo. Come società, è importante il passaggio a una società più sostenibile e attenta alla natura. Oggi sosteniamo un nuovo punto pulito nella rete e abbiamo già sei stazioni”.

“Parlare di un punto pulito significa naturalmente parlare della salute del nostro ambiente, da qui l’importanza primaria che abbiamo attribuito al tema. Attualmente le stazioni Clean Point ricevono una grande quantità di materiale, gran parte del quale viene ritirato e commercializzato da varie organizzazioni di interesse pubblico, che consente loro di generare denaro Per finanziare i propri progetti o attività, quindi trasformiamo un materiale che viene scartato, o smaltito, in qualcosa che svolge un ruolo sociale e contribuisce alla cosiddetta economia circolare. ” aggiunto.

Ha anche sottolineato che “ogni punto pulito che apriamo è una riaffermazione di una città in equilibrio con il suo ambiente, sana e sana. È anche un’opera di educazione civica, visto l’ampio uso che i nostri vicini forniscono. Ma oltre a questi stazioni, dal comune, lavoriamo con la comunità, separando i rifiuti in 16 Alive una volta alla settimana. Abbiamo anche avviato il programma di Separazione e Riciclo in 5 scuole di Tandil e stiamo costruendo più macchine per la consegna a breve. Clean Point e che noi stanno facendo passi da gigante con l’Università Nazionale del Centro e altre istituzioni, nell’ambito dell’Accordo del Bicentenario, in un progetto di riconversione della discarica Rifiuti sanitari.

READ  Le compagnie aeree stanno scommettendo su Minorca dopo aver ordinato l'isola

Da parte sua, ha osservato Criparola, “siamo molto lieti di poter aprire questa nuova stazione di rete nell’area che ne ha bisogno e che ci consente di rispondere al gran numero di residenti di Villa Italia utilizzando i punti puliti”.

“Anche perché continuiamo a percorrere questa strada che abbiamo iniziato diversi anni fa, e che stiamo progressivamente rafforzando, e ogni giorno riceve più vicini che portano i diversi tipi di rifiuti che riceviamo, pari a più di 5 tonnellate per giorno”, ha detto. .

Ha anche spiegato che “In questo stabilimento di Villa Italia abbiamo deciso di fare un test di cosa sia la struttura del magazzino e degli uffici e abbiamo trovato interessante farlo con un container perché è un sistema agile, dinamico e portatile. volta abbiamo aggiunto la generazione di energia utilizzando pannelli solari e un contatore bidirezionale perché il nostro sistema operativo funziona principalmente durante il giorno, quindi l’eccedenza verrà pompata nella rete”

La stazione di Villa Italia è la sesta stazione della rete, e ora conta quattro stazioni a Tandil, una a Maria Ignasia Villa e una a Gardi. Inoltre si sono aggiunti 16 punti pulizia autogestiti, che operano periodicamente in diverse zone della città e la prima fase di installazione dei punti pulizia nelle scuole.

La nuova stazione opererà negli stessi orari e con la stessa metodologia utilizzata nei punti esistenti.

Attualmente, le stazioni di Clean Points Network ricevono vetro, cartoni, bottiglie di plastica, carta, lattine, aerosol, polistirolo, contenitori quad-brick, computer lag, olio da cucina usato e borse.

Gran parte del materiale ricevuto viene ritirato e commercializzato da varie istituzioni di welfare pubblico, consentendo loro di generare fondi per finanziare i propri progetti o attività.

READ  Il Portogallo spera di ripristinare i numeri del 2019 entro due anni