Flamina&dintorni

Informazioni sull'Italia. Seleziona gli argomenti di cui vuoi saperne di più

Il governo prevede che l’industria cresca dell’8% a giugno rispetto al 2019

“Al contrario, giugno 2019 è stato un brutto mese, a causa dell’interruzione di corrente per la festa del papà di quell’anno, e giugno 2021 ha visto altri tre giorni lavorativi. Comunque, la nostra precedente stima di +8% è uguale a giorni lavorativi (poiché rappresenta un movimento medio 28 giorni)”, ha aggiunto il sociologo.

Un’altra indicazione della buona performance del settore a giugno sono i dati sulla produzione di auto rilasciati lunedì dall’Associazione dei produttori di automobili (ADEFA).

La produzione automobilistica nazionale ha raggiunto le 40.035 unità a giugno, che è il secondo miglior marchio dal 2018. La produzione è del 14,5% in più rispetto a maggio e del 67% in più rispetto a giugno 2019.

Secondo l’indicatore anticipatore dell’attività industriale prodotto dal centro basato sul Ministero dello Sviluppo Produttivo, A maggio, il settore ha registrato un rendimento del 4,7% superiore alla media del 2019 e, rispetto a maggio 2019, il miglioramento è stato del 2,3%.

Nel periodo cumulato da gennaio ad aprile, l’industria argentina è cresciuta del 5,1% rispetto allo stesso periodo del 2019, superiore a Brasile (+1,8%), Cile (+1,4%), Spagna (-4,2%) e Francia (-6,5%), Italia (-1,3%), India (-0,3%), Messico (-2,4%), Germania (-6,9%), USA (-2,3%) e Giappone (-4,9%), ” ha fatto riferimento a CEP nel suo ultimo rapporto “Productivity Outlook”.

Secondo il rapporto, le fabbriche dei settori automobilistico, metalmeccanico, dei metalli di base, tessile, della raffinazione del petrolio, dei prodotti chimici, delle bevande e dei non metallici hanno consumato più energia nel maggio 2021 rispetto alla media del 2019.

Al contrario, nel tabacco, gomma e plastica (che era il ramo che ha registrato la maggiore contrazione mensile rispetto ad aprile) e cibo, legno e carta, il consumo di energia a maggio 2021 è stato inferiore alla media del 2019, afferma CEP XXI.

READ  Gli albanesi votano in elezioni legislative fondamentali nel loro cammino verso l'Unione europea