Flamina&dintorni

Informazioni sull'Italia. Seleziona gli argomenti di cui vuoi saperne di più

Il complesso di Mirafiori in Italia si prepara ad attivare il primo Centro Stellantis per l'Economia Circolare, dedicato alla promozione di un modello di business sostenibile |  società di comunicazione

Il complesso di Mirafiori in Italia si prepara ad attivare il primo Centro Stellantis per l'Economia Circolare, dedicato alla promozione di un modello di business sostenibile | società di comunicazione

Torino, Madrid, 13 aprile 2023 – Stellantis ha annunciato l'avvio della fase di selezione dei dipendenti interni che verranno impiegati nelle attività del suo primo centro economico circolare a Mirafiori, in Italia. Questo è il prossimo passo di questa iniziativa di grande importanza per l’azienda: La promozione di un modello di business sostenibile è un pilastro fondamentale della strategia di decarbonizzazione dell’azienda, che mira a raggiungere zero emissioni nette di carbonio entro il 2038.

È stato creato un team di progetto dedicato, focalizzato su competenze professionali specifiche maturate dalla formazione tecnica e dall’esperienza nelle realtà produttive italiane e a Mirafiori, per guidare gli obiettivi di sviluppo e crescita dell’economia circolare.

Con l'avvio della fase di selezione interna del personale, nei prossimi mesi verranno reclutati anche i primi 200 dipendenti tra le maestranze e i dipendenti Stellantis in Italia, che parteciperanno sul fronte produttivo e gestionale. Il conseguente aumento dell'occupazione sarà legato all'aumento della produzione del centro.

Ove necessario, sarà fornita formazione adeguata per soddisfare i requisiti di qualificazione per garantire il livello di qualità delle attività.

Come annunciato il 20 settembre 2022 dal CEO di Stellantis Carlos Tavares, il centro inizierà a funzionare con tre attività principali che implementano la strategia 4R (rigenerazione, riparazione, riutilizzo, riciclo):

  • La rigenerazione, ovvero i componenti usati, usurati o difettosi vengono smontati, puliti e rigenerati secondo le specifiche OEM, con le stesse prestazioni e garanzia delle parti originali e maggiore praticità senza compromettere la qualità. L’obiettivo è allungare la vita delle parti (motori, cambio, batterie ad alta tensione) e offrire un’alternativa sostenibile e accessibile (sotto il marchio SUSTAINera) all’interno dell’offerta di ricambi Stellantis;
  • Ricondizionamento veicoli (riparazione + rigenerazione), per reimmettere i veicoli sul mercato dei beni usati;
  • Rottamazione dei veicoli a fine vita: Il veicolo diventa una risorsa preziosa per il recupero di componenti originali in buono stato (da reintrodurre nell'offerta SUSTAINera di ricambi riutilizzati) e per il recupero di materiali da riciclare (recycling) reimmetterli nel ciclo produttivo materiale.

Nello specifico, queste attività dimostrano l’impegno dell’azienda nel cambiare il proprio modello di produzione e consumo, passando da un’economia lineare – caratterizzata da un approccio “take-make-dispose” – a un’economia circolare che prevede l’uso circolare di risorse e prodotti, in modo che possono durare il più a lungo possibile, riducendo così gli sprechi, riducendo la domanda di nuove materie prime, il consumo di energia e le emissioni.

La Business Unit Circular Economy rappresenta un altro passo importante nell’attuazione del piano strategico Avanti audace verso il 2030 L’obiettivo di Stellantis è raggiungere oltre 2 miliardi di euro di ricavi entro il 2030, quadruplicando i ricavi derivanti dall’estensione della vita utile dei prodotti e aumentando di 10 volte i ricavi del riciclo rispetto al 2021.

READ  La Germania apre la discussione sul finanziamento del gasdotto H2Med che mira a inviare idrogeno in Europa da Barcellona