Flamina&dintorni

Informazioni sull'Italia. Seleziona gli argomenti di cui vuoi saperne di più

Il clamore che nasconde una cattiva gestione

Il clamore politico spaventa solo I migliori vaccini del mondo In un paese che soffre di carenza di vaccini. Dissidenti e funzionari governativi sono stati distorti negli ultimi giorni Contratto frustrante con Pfizer Fornire vaccini. L’emergere della parola “ritorno” come una presunta richiesta di collegare il Ministero della Salute al laboratorio nordamericano, Potrebbe spaventare altre aziende mediche nordamericane che forniscono vaccini (Come Moderna, Johnson & Johnson, che crea il sistema immunitario di Janssen). La legge statunitense proibisce alle sue società di pagare tangenti all’estero e prevede multe per milioni di dollari. “Se si teme i laboratori nordamericani, presumibilmente sono sospettati di pratiche corrotte”, ha detto un medico. Coloro che di solito visitano queste aziende. Tuttavia, l’hype non è altro che rumore, il che nasconde l’innegabile conclusione che esiste un’inefficienza argentina nel gestire l’approvvigionamento di vaccini.

Diamo un’occhiata ai fatti comprovati della controversia con Pfizer. Questo laboratorio ha condotto il più grande esperimento del mondo in Argentina, che ha coinvolto la vaccinazione di 5.762 argentini presso l’ospedale militare di Buenos Aires. I test erano a carico della Fondazione Infant, guidata dal rispettato specialista in malattie infettive Fernando Pollack. Si supponeva (e si presumeva bene) che il paese avesse una certa priorità nella fornitura di vaccini Dopo essere diventato il più grande laboratorio di analisi del mondo. Secondo fonti ufficiali: Pfizer si è impegnata a spedire più di 13 milioni di dosi Dallo scorso dicembre. Il primo problema si è verificato quando il Laboratory Immunity Act alla Camera dei Rappresentanti ha incluso la parola “negligenza” come motivo per rimuovere l’immunità. Questa parola è stata aggiunta dal vice di Christinaista Cecilia Morrow Secondo le registrazioni dei filmati delle sessioni dell’Autorità Sanitaria. C’era persino un’opposizione interna a Juntos por el Cambio perché il suo blocco sosteneva questa legge. Poi, è stato chiarito quello che ha detto onestamente il presidente dell’Uruguay, Luis Lacalle Poe: “Ho costruito i laboratori in cinque mesi, quello che la storia ha sempre richiesto almeno 5 o 6 anni. Ha senso che chiedano una certa immunità”. Pfizer non ha mai accettato quella parola, “abbandono”, e il governo non ha fatto nulla per cambiare la legge, anche se l’opposizione era determinata a votare un cambiamento finale nella legislazione.

READ  Raphael Correa è arrivato in Venezuela mentre la Corte Nazionale dell'Ecuador si è avvicinata all'Interpol per rintracciarlo

Successivamente si è saputo che il Ministero della Salute era responsabile di allora Genius Gonzalez Garcia, Ha chiesto a Pfizer un partner locale e il trasferimento di tecnologia. Pfizer non ha potuto trasferire la tecnologia perché non ha avuto luogo. Il partner locale era in discussione, poiché Pfizer ha un noto produttore farmaceutico argentino. È vero che anche il Messico e il Brasile hanno chiesto trasferimenti di tecnologia, ma non li hanno resi una condizione per l’acquisto di vaccini. In effetti, il Brasile ha acquistato 100 milioni di dosi del vaccino Pfizer. Il Messico ha acquistato più di 50 milioni di dosi di questo vaccino. L’Argentina, che era il principale banco di prova della Pfizer, non poteva comprarne nessuno.

Dosaggio del vaccino Pfizer COVID-19 (AP Photo / Ted S. Warren, File)

È successo negli ultimi giorni che è stato posato Per bocca di Patricia Pollrich, presidente di Pro, Enfatizzalo Gonzalez Garcia ha chiesto un “ritorno” (che significa tangenti) per acquistare il vaccino Pfizer. Ufficio argentino l Pfizer ha negato il reclamo. Dopo aver consultato LA NACION, Bullrich ha chiarito che non aveva mai parlato di “ritorni”, ma piuttosto di Gonzalez Garcia ha richiesto a Pfizer un partner locale E che questo faceva parte della “matrice della corruzione di Kirchneri”. Ha sottolineato che “non ho rinunciato alla Pfizer nella mia denuncia, né ho ricevuto una richiesta di ritorno”. Alberto Fernandez manda Bullrich sul posto All’avvocato Gregorio Dalbon per avviare un’azione civile per risarcimento danni. Dalbon è specializzato nel gettare più fango su un campo fangoso. Ora, come potrebbero i leader politici argentini non essere in grado di parlare tra loro per chiarire le cose e poi metterle al pubblico prima di andare in tribunale? Come e quando è in gioco fornire vaccini agli argentini non vaccinati?

READ  Disastro ambientale: 25.000 barili di pesticidi sono stati trovati sott'acqua negli Stati Uniti

Non abbiamo mai sentito parlare di una versione seria del chiedere una tangente alla Pfizer, probabilmente perché sarebbe sicuramente incredibile. Pfizer ha firmato un contratto di vendita con l’Unione Europea per 1,8 miliardi di dosi. Quindi, potresti essere troppo interessato ai 13 milioni di dosi modeste che l’Argentina potrebbe acquistare? Il problema (e l’interesse) è il problema dell’Argentina, non il problema della Pfizer. Gli argentini hanno perso l’opportunità di ottenere una grande quantità di uno dei vaccini più popolari, Autorizzato dalle principali agenzie di controllo della droga del mondo: FED in Nord America, EMA europea e OMS.

Lo scandalo dei processi e gli errori di calcolo servono, tuttavia, a nascondere la vera verità L’Argentina è uno dei paesi con le peggiori condizioni di vaccinazione. Il paese è stato anche in grado di stipulare un contratto per l’acquisto di 25 milioni di dosi di vaccini dal Fondo Covax dell’Organizzazione Mondiale della Sanità, che sono vaccini autorizzati dalla più importante autorità mondiale nel campo della salute e della medicina. Ha comprato solo 2.275.000 dosi, appena il dieci per cento di ciò a cui aveva diritto. Mauricio Monsalvo, sottosegretario al ministero della Salute, ha dichiarato all’epoca alla Camera dei rappresentanti che “scegliere il minimo (nell’acquisto del fondo Kovacs) è stata una decisione intelligente”. Ha detto che quando il governo ha scommesso su tutti i suoi acquisti su accordi bilaterali, senza intermediari, soprattutto sui vaccini di laboratorio anglo-svedesi AstraZeneca e sulla produzione russa Sputnik V., allora la concessione per la fornitura di vaccini alla Gran Bretagna, dove ha sede. L’Unione Europea ha intentato una causa per violazione del contratto, in quanto sospettata di avere il privilegio del suo paese di origine. Sputnik V non ha ancora una licenza dell’OMS, anche meno dell’EMA europea e della FDA in Nord America. Questa è stata una scelta ideologica, come ha detto tacitamente Christina Kirchner, contemplando nel discorso pubblico che gli argentini vengono immunizzati con vaccini provenienti da Russia e Cina. “Chi l’avrebbe detto?” Nel frattempo, gli argentini possono pagare tariffe sproporzionatamente alte per viaggiare a Miami o New York e farsi vaccinare lì con i vaccini di loro scelta (Pfizer, Moderna o Janssen). L’ideologia è un’imposizione di coloro che comandano coloro che non possono. La più grande ingiustizia è impossibile.

READ  'Più di 13 anni stanno urlando che i nostri figli non sono combattenti e finalmente l'abbiamo sentito dalla loro bocca': le madri delle vittime dei falsi positivi di Santos

È vero che c’è una carenza globale di vaccini. L’offerta è solo un sesto della domanda. Questa è la ragione dell’esagerazione di parlare di tangenti per comprare i vaccini. L’Argentina è stata vaccinata con solo due dosi del 5% della sua popolazione e una dose del 18%. La Spagna ha avuto problemi a ottenere le vaccinazioni, ma aveva già vaccinato il 38% della sua popolazione con una singola dose e il 18% con entrambe le dosi. La Francia lo ha fatto con una dose del 32 percento e 14 due dosi. Più vicino, il Cile ha ricevuto il 43% delle due dosi. Gli uruguaiani sono stati vaccinati 24,3 con una dose piena e 35,6 con una singola dose. Tutto questo è molto lontano dalla povera discendenza argentina. Qualcosa (o molto) è stato mal gestito in Argentina, a parte la tumultuosa scena politica degli ultimi giorni. Qualcuno deve indagare sul motivo per cui vengono perse così tante opportunità.

In peggio (il kirchneriano ha sempre avuto una ricetta peggiore), l’ala più stretta del cristianesimo è uscita ieri per chiedere il mancato pagamento dei debiti con il Fmi o il Club di Parigi in nome delle esigenze della pandemia. Propongono una rottura con le organizzazioni a cui l’Argentina deve e alle quali il ministro dell’Economia Martin Guzmán sta cercando di concordare termini e interessi più generosi. È il risultato dei discorsi populisti del presidente e del vicepresidente. Ci sarà sempre qualcuno che li guiderà entrambi da sinistra. La soluzione che stanno promuovendo è la stessa. Dopo aver interrotto le trattative con le maggiori fabbriche del mondo, sarà ora necessario recidere i rapporti con le più importanti organizzazioni multilaterali di credito. Gli argentini si ammalano e muoiono tra la follia e il nulla.

Konosy The Trust Project