Flamina&dintorni

Informazioni sull'Italia. Seleziona gli argomenti di cui vuoi saperne di più

Il benessere emotivo è un diritto dell’infanzia

Ogni anno, il 20 novembre, si celebra in tutto il mondo la Giornata dei bambini per commemorare l’entrata in vigore della Convenzione sui diritti dell’infanzia del 1989, il trattato sui diritti umani più ratificato della storia. Il Giornata mondiale dei bambini Richiama l’attenzione su questioni importanti che riguardano la vita dei giovani e sostiene l’impegno dei bambini e degli adolescenti a difendere i propri diritti. Quest’anno, dall’UNICEF, abbiamo voluto chiedere Ragazzi e ragazze, com’è il mondo in cui vorreste crescere?. E lo abbiamo fatto perché lo abbiamo considerato Approfondire la conoscenza dei diritti dei bambini da una prospettiva emotiva ed emotiva significa avvicinarsi all’essenza delle persone, promuovere il rispetto dei diritti e assumersi responsabilità.

La salute mentale è un diritto del bambino

Negli ultimi anni, la preoccupazione per le questioni relative a Il benessere emotivo dell’infanzia e dell’adolescenza. Questo benessere o salute mentale, come parte della salute generale, è a Il diritto del bambino e noi dobbiamo fare in modo che sia tutelato e promosso da tutte le zone.

tutto il mondo , Un bambino e adolescente su sette tra i 10 e i 19 anni (13% del totale) ha un problema di salute mentale diagnosticato. Il ansia e il depressione 40% di questi problemi. Circa la metà di tutti i disturbi mentali inizia all’età di 14 anni e il 75% di tutti questi disturbi si sviluppa entro i 24 anni, tuttavia la maggior parte dei casi non viene rilevata e quindi non trattata.

Da marzo 2019 a marzo 2021, le diagnosi di disturbi mentali nelle emergenze pediatriche sono aumentate del 10%, secondo l’Associazione spagnola di emergenze pediatriche. Inoltre, i dati ufficiali Riflettilo nei casi del 2020 suicidio Nei ragazzi e nelle ragazze di età inferiore ai 14 anni raddoppiano.

READ  Rabbia - il finanziere

Inoltre, un sondaggio su 40.000 adolescenti di età compresa tra 11 e 18 anni condotto dall’UNICEF Spagna e dall’Università di Santiago per studiare l’impatto della tecnologia sugli adolescenti ha rivelato che il 15% di coloro che hanno risposto presentava sintomi depressivi gravi o moderati. E il tasso di ideazione suicidaria è del 10,8%.

Questi dati ci spingono ad agire perché non sono numeri freddi nel campo della salute mentale. Dietro ogni numero c’è Un ragazzo, una ragazza o un adolescente ha bisogno di noi e merita di essere ascoltatoE dobbiamo dirglielo Siamo qui in modo che tu possa parlare con franchezza a ciò che accade loro.

Perché il pericolo più grande è che guardiamo dall’altra parte e ci facciamo prendere da quello che stiamo facendo. Dobbiamo aderire a tutte le persone, perché Porre fine allo stigma e alla discriminazione è uno sforzo congiunto: dai governi alla società, incluse organizzazioni come l’UNICEF. È un compito essenziale evitare l’esclusione di bambini e giovani che soffrono di qualche tipo di disagio emotivo o problemi di salute mentale.

immagine: © UNICEF / UN0527910 / Unruh

Puntare sullo sviluppo sano e pieno dell’infanzia e dell’adolescenza è un investimento nella società del presente e del futuro, è una scommessa sicura. In caso contrario, si ha un impatto incommensurabile sulla vita dei bambini. E possiamo farlo attraverso misure Semplicemente:

  • Ascolta Per bambini e adolescenti.
  • Sostieni le loro famiglie e gli operatori sanitari Per capire meglio le tue esigenze.
  • garantire Che le scuole supportano la salute mentale e sono davvero ambienti che nutrono per il benessere emotivo.

Impara a gestire le emozioni

Questo accompagnamento per bambini e ragazzi per gestire emozioni difficili aiuterà a superare i momenti più delicati. Perché le emozioni sono il modo naturale in cui gli esseri umani reagiscono a ciò che sta accadendo intorno a noi. Tutti abbiamo dei sentimentiÈ importante non sopprimerli o provare vergogna e imbarazzo per loro.

READ  Casi COVID-19 con omicron lieve o asintomatico: autorità europea

I sentimenti vanno e vengono durante il giorno, alcuni sono meno intensi e passano e altri sono più intensi e continuano e diventano stati d’animo. Ci sono molti modi per provare emozioni come esseri umani nel mondo. È importante non chiamarlo così, non è né buono né cattivo. Tutti i sentimenti sono necessari!

Man mano che i ragazzi e le ragazze invecchiano e iniziano a svilupparsi in giovani adulti, i loro corpi e cervelli subiscono grandi cambiamenti e È normale sentire emozioni nuove o più forti che vanno e vengono.

  • Il paura Mostra loro che potrebbero essere in pericolo e dovrebbero stare attenti, o che qualcosa come un esame o un incontro con gli amici potrebbe andare storto. La paura avvisa del pericolo. Prendere precauzioni e parlare con qualcuno di cui ti fidi di ciò che temi può aiutare.
  • Il frustrazione Permettere loro di vedere quelle realtà che non vanno come vorrebbero, imparare a risolvere i problemi e chiedere aiuto quando ne hanno bisogno è una soluzione.
  • Il Tristezza È la reazione che possono avere quando qualcosa li muove; Come perdere una persona cara o ascoltare una canzone che la trasporta in un altro luogo o tempo. Il dolore passerà e, in caso contrario, possono chiedere aiuto.
  • Il felicità Mostra loro che condividere ciò che pensano e provano con gli amici, disegnare, cantare, scrivere o fare sport li fa sentire bene e che dovrebbero farlo più frequentemente.

Tutti i ragazzi e le ragazze devono imparare a gestire le proprie emozioni, perché bandirle non li aiuterà a farsi aiutare o a sentirsi meglio. E ognuno di noi dovrà esserci quando ci guarda e ce lo dice.