Flamina&dintorni

Informazioni sull'Italia. Seleziona gli argomenti di cui vuoi saperne di più

I portoricani non cancellano i loro viaggi in Europa | Aharon

La guerra tra Ucraina e Russia non sembra fermare le vacanze in famiglia portoricane, perché la maggior parte dei viaggi prenotati nelle agenzie statali verso i paesi europei continuano il loro normale corso, sia a Pasqua che in estate.

“Attualmente ho tre voli in partenza dall’Europa che stanno proseguendo normalmente. Manuel Franceschini, presidente dell’Associazione portoricana degli agenti di viaggio (APAV), ha dichiarato: “I clienti hanno chiamato per chiedere se i voli proseguiranno come concordato e ho contattato alle compagnie aeree e ai tour operator va tutto bene”.

Finora, come spiegato dall’imprenditore e agente di viaggio, non sono state segnalate cancellazioni sui pacchetti vacanze estive, dato che mancano diversi mesi per questi viaggi e i viaggiatori ritengono che la guerra debba essere finita per quella stagione.

“Ho partenze per viaggiare in Europa il 16 giugno, che inizia a Parigi e finisce a Madrid. Ho anche tre partenze per le isole greche e al momento non ho cancellazioni”.

I clienti contattano gli agenti di viaggio preoccupati per il conflitto armato e i diversi scenari che potrebbero sorgere se il conflitto dovesse intensificarsi, poiché potrebbe diffondersi in altri paesi della regione e minacciare lo spazio aereo.

“Se la guerra inizia a colpire altri paesi al di fuori dell’Ucraina, allora sì, avremo conseguenze per i voli lì, ma non è quello che sta succedendo finora. Nemmeno i voli per gli Stati Uniti sono stati colpiti, e meno di quelli per la Disney Mondo.”

Per quanto riguarda se i portoricani vadano in vacanza in Russia, Franceschini ha affermato che sebbene non sia una delle destinazioni preferite, ci sono voli per posti come Mosca e alcune navi da crociera fanno scalo in diverse città russe.

READ  Un mondo di caldo e vento contrario

“Immagino che queste soste delle navi da crociera dovrebbero essere cancellate ora. Devi vedere, perché se i paesi dell’Organizzazione del Trattato del Nord Atlantico (NATO) entrano in guerra, la Russia può reagire con luoghi come Finlandia e Norvegia, che sono due paesi del nord e le navi da crociera provenienti da nord si fermano lì”, ha osservato, fino a quando non dovremo seguire gli sviluppi di ciò che sta accadendo.

Secondo Laurie Torres, responsabile della gestione europea di un’agenzia di viaggi a Madrid, la guerra in Ucraina e Russia non ha avuto alcun impatto negativo sulle prenotazioni per l’Europa, che potrebbero cambiare se i bombardamenti si estendessero ad altri paesi di questo continente.

“Se la guerra si estendesse ad altri luoghi al di fuori dell’Ucraina, potrebbe causare la cancellazione, ma ora non vediamo i clienti preoccupati, anche se stanno chiamando per chiedere”, ha sottolineato.

Madrid Travel ha date di partenza nei prossimi mesi per diverse città europee.

“Ho prenotazioni di gruppo e individuali in Portogallo, Spagna, Italia e Francia per Pasqua. Queste difficoltà di solito portano alla cancellazione, ma questa volta non lo è stato, anche se è troppo presto per sapere cosa accadrà”.

Secondo Torres, molte persone che non hanno potuto viaggiare nei paesi europei negli ultimi due anni non vogliono perdere un’altra opportunità di vacanza in queste destinazioni, quindi aspettano pazientemente, poiché possono annullare il viaggio senza penali fino a 60 giorni prima dell’uscita

“Questi clienti sono molto entusiasti dei loro viaggi e c’è un altro problema per cui i paesi vicini all’Ucraina – come Bulgaria, Romania e Polonia – non sono tra le destinazioni preferite dai portoricani”, ha affermato.

READ  I leader dell'UE tengono un vertice dominato dalla situazione in Ucraina

Ha aggiunto che i portoricani non hanno visitato spesso la Russia a causa delle restrizioni imposte dal virus COVID-19 e delle poche informazioni che sono state rilasciate sulle misure sanitarie in questo paese per evitare l’infezione.

Per andare in questo paese ora, hai bisogno di un visto, e con poche chiacchiere su COVID-19 e il suo vaccino, questa destinazione si è fermata per noi. Ha sofferto da prima di questo conflitto, ma a causa della pandemia. Per quanto riguarda gli altri paesi europei, dobbiamo vedere cosa succede. Torres aggiunto se i confini vengono aperti o chiusi o cambiano i requisiti di ingresso dello stato.

Dal canto suo, Blandin de Latilad, titolare della fiera dei viaggi, ha confermato di avere viaggiatori che continuano a viaggiare regolarmente e continuamente nei paesi europei perché si recano in città lontane dai conflitti dell’Europa centrale.

“Stiamo portando il prodotto fuori dalla Russia per rimandarlo fino a quando la questione tra Ucraina e Russia non sarà risolta, ma continuiamo la partenza continua con il classico pacchetto Europa – verso Spagna, Francia e Italia – oltre ad altri paesi come Inghilterra, Portogallo e Belgio, siamo ancora in contatto con gli operatori e abbiamo anche altri gruppi”, ha annunciato Lattelade. Per Marocco, Turchia ed Egitto.

Ricevi maggiori informazioni su questa e altre notizie. Clicca qui se sei un utente Androide o da I phone.