Flamina&dintorni

Informazioni sull'Italia. Seleziona gli argomenti di cui vuoi saperne di più

I casi di Germania, Francia, Portogallo e Italia non sono comparabili

I casi di Germania, Francia, Portogallo e Italia non sono comparabili

Dichiarazione esplicativa della proposta Legge di amnistia organica Dobbiamo cercare di dimostrare che il diritto comparato ha un posto ed è utilizzato nei sistemi costituzionali del nostro ambiente.

Di fronte a questi Approcci È necessario sottolineare innanzitutto che il ricorso al diritto comparato non aiuta a giustificare la costituzionalità dell’amnistia, perché il fatto che una costituzione straniera lo consenta, nel nostro processo costituzionale, non può dimenticare i due emendamenti presentati. I poteri delle Cortes includono la concessione dell’amnistia sono stati respinti. Inoltre, pur regolando il diritto alla grazia, era consentito solo il perdono personale. Per questo motivo, il Codice penale democratico del 1995 non prevede l’amnistia come motivo per sradicare la responsabilità penale.

In secondo luogo, se guardiamo alle normative di altri paesi, ciò dovrebbe essere fatto in modo rigoroso. La Costituzione italiana prevede l’amnistia all’articolo 79 e la sua concessione richiede “il consenso della maggioranza dei due terzi dei membri di ciascuna camera” (la riforma costituzionale richiede la stessa maggioranza). Le offerte possono essere suddivise in tre volumi: quelli volti a porre fine alla guerra civile segreta intrapresa durante la seconda guerra mondiale; Coloro che si riferiscono esclusivamente a reati tributari; e la grazia ai condannati a meno di quattro anni di carcere, con l’obiettivo di ridurre il sovraffollamento carcerario.

La Francia, durante la Quarta Repubblica, approvò nel 1951 e nel 1953 amnistie a favore di coloro che collaborarono con il regime nazista e di coloro che commisero reati minori durante la guerra. Nella Quinta Repubblica – la cui Costituzione prevedeva l’amnistia – furono concesse tre amnistie negli anni ’60 per portare la riconciliazione nel Paese. Porre fine alla divisione causata dalla guerra d’Algeria; e, nel 1990, un altro per le ribellioni in Nuova Caledonia (un territorio non autonomo sotto la supervisione del Comitato di decolonizzazione delle Nazioni Unite).

READ  Frida Kahlo. Stanno organizzando una mostra delle sue opere a Napoli, Italia

La Germania è l’unico caso in cui sono state approvate amnistie senza un’espressa autorizzazione costituzionale. Ma la loro Costituzione – come la nostra – non prevede il divieto di amnistia. Nel 1949 e nel 1954 furono approvate leggi sull’impunità per tutti i crimini che non fossero “crimini di guerra” durante il nazismo. Più recentemente, nel 2009, È stata approvata una legge di “riabilitazione”. A sostegno di tutti i cittadini condannati come traditori dal nazismo.

In Portogallo, l’articolo 161 della Costituzione attribuisce al Parlamento un potere diverso da quello legislativo di concedere l’amnistia. Fino a quest’anno, l’ultimo è stato nel 1996 ed è stato politicamente molto controverso. Fu concessa l’amnistia Saraiva de CarvalhoUn soldato e i suoi membri sono stati condannati a 18 anni di carcere per aver fatto parte di un gruppo terroristico (sono stati esclusi i crimini di sangue). Saraiva de Carvalho fu uno degli scultori della Rivoluzione dei garofani. Ma l’ultimo menzionato nella motivazione è quello approvato durante la visita dell’agosto di quest’anno. Papa Francesco al paese. L’amnistia era effettiva per tutti i giovani di età compresa tra i 16 ei 30 anni che avevano commesso reati punibili con meno di otto anni di carcere, tra cui sia i “reati contro la sovranità nazionale e l’applicazione della legge” che la corruzione. Questa amnistia è simile all’amnistia prevista Generale Franco (Ecco perché la nostra Assemblea Costituente lo ha espressamente vietato). Franco concesse 12 grazie, di cui due per incoronazioni papali Giovanni XXIII E Paolo VIrispettivamente nel 1958 e nel 1963.

In breve, la motivazione fa appello al diritto comparato: una forte «Un monumento alla falsa rappresentazione» Non abbiamo visto alcuna amnistia simile a quella proposta in Spagna – come descritta dal professor Manuel Aragon: un’amnistia concordata con i criminali condannati in cambio di voti di investitura.

Secondo il criterio di

Schema di fiducia

Saperne di più