Flamina&dintorni

Informazioni sull'Italia. Seleziona gli argomenti di cui vuoi saperne di più

Ha parlato il fotografo che ha scattato la foto virale di Lionel Messi contro l’Uruguay: chi l’ha regalata e come ha scattato la foto

tedesco Garcia Adraste, Fotografo che ha scattato foto Lionel Messi Contro l’Uruguay, che si è diffuso rapidamenteDietro le quinte, racconta quella foto che fa parte di una sequenza. Parte della troupe del giornale Clarion, sapeva essere un redattore sportivo, un ruolo che ha affinato il suo occhio per localizzare la “notizia” o la foto di copertina, come alla fine è successo. Lo ha pubblicato sul suo account Instagram e il suo titolo circondato.

“Era negli uffici stampa, simile all’attacco in Uruguay. E Hai già visto che ogni volta che Messi lo tocca, tantissimi giocatori lo circondano. E cercandola, ho cominciato a seguirlo. Quindi, quando ho scattato la foto, sapevo che era buona. Non sapevo, ovviamente, che si sarebbe diffuso così rapidamente. Ma rappresenta ciò che stava vedendo, che Leo è una calamita per i suoi rivali. L’ho modificato subito e l’ho inviato. dopo, dopo, Qualunque cosa sia venuta dopo, quello che è successo a quella foto, mi ha superato” ha detto Garcia Adrasti.

Il fotografo che ha catturato la foto virale di Lionel Messi contro l’Uruguay (TN Pic).

ricercato

García Adraste ha detto nella sua storia che sapeva che questa sarebbe stata una foto che avrebbe suscitato interesse, nonostante il fatto che la successiva epidemia virale lo avesse sorpreso.

“Sapevo anche che c’erano altre foto di Messi come quella. Anche uno di Maradona è famosissimo contro il Belgio che ha lo stesso spirito. E poiché sono stato un redattore sportivo per molti anni a Clarín, ho visto molte foto di Leo in questo modo. Era chiaramente un’immagine molto toccante e simbolica. In effetti, ho giocato una serie di partite contro l’Uruguay perché, come ho detto, stavo anticipando quella situazione e poi ho iniziato a seguirla per ottenere quel tiro. Ma sono finito con l’edit più pulito e potente che sia mai stato pubblicato. So che molti l’hanno usato senza nominare l’autore, cosa che succede spesso, ma Non avrei mai immaginato che avrebbe avuto un tale effetto”.

READ  "La decisione di vincere": Ricorda Icardi dopo essere stato campione d'Italia

Sequenza fotografica virale di Lionel Messi scattata dal tedesco Garcia Adraste

Messi - Uruguay (adrasti)
Messi – Uruguay (adrasti)
Messi - Uruguay (adrasti)
Messi – Uruguay (adrasti)
Messi - Uruguay (adrasti)
Messi – Uruguay (adrasti)
Messi - Uruguay (adrasti)
Messi – Uruguay (adrasti)
Messi - Uruguay (adrasti)
Messi – Uruguay (adrasti)
Messi - Uruguay (adrasti)
Messi – Uruguay (adrasti)
Messi - Uruguay (adrasti)
Messi – Uruguay (adrasti)

Maradona-Belgio nel 1982

La foto di Diego davanti a sei calciatori belgi a una festa simile alla fase a gironi di Spagna 1982 è una delle immagini più famose in tutto il mondo. La foto è stata scattata da Steve Powell, allora fotografo alle prime armi, ed è stata pubblicata dal quotidiano Sport Illustrati.

“Ha ottimi colori – il verde erba e il rosso della maglia belga – contrastano perfettamente, e La configurazione è molto forte.Powell ha detto della foto. “C’è stata un’enorme quantità di fortuna nel riuscire a ottenerlo, ma molte foto memorabili sono così. Devi solo concentrarti e prepararti per le opportunità”.

Maradona, circondato da sei giocatori belgi in Spagna nel 1982 (Steve Powell / Getty Images).
Maradona, circondato da sei giocatori belgi in Spagna nel 1982 (Steve Powell / Getty Images).di: Steve Powell | Fotografia: Steve Powell/Getty One

Naturalmente, c’è stata polemica intorno a questa cattura perché, mentre la fotografia è quasi perfetta sia esteticamente che simbolicamente, è stata infatti definita fuorviante perché Maradona non sta affrontando un gruppo di difensori ma piuttosto una barriera che è stata appena smantellata dopo un tiro libero. “Alla fine, non si tratta della paternità o dell’arte o di quel particolare gioco, ma va oltre tutto questo”, ha detto l’autore dello scatto.

Infine, Powell ha aggiunto: “Si tratta di comunicazione. Trasmette la forza di Maradona e la paura che ha instillato. Riguarda un uomo e il suo rapporto con i giocatori rivali”., completo.