Flamina&dintorni

Informazioni sull'Italia. Seleziona gli argomenti di cui vuoi saperne di più

Gli astronomi fotografano l’esopianeta più vicino mai trovato

Studente laureato presso l’Istituto di Astronomia dell’Università delle Hawaii, USA Scoprire pianeta extrasolare Con un’immagine dritta, questa è la cosa più vicina alla Terra che sia mai stata scoperta. il suo nome era Cocco-2b.

Secondo lo studio, condotto in collaborazione con un team internazionale di astronomi, ha detto un corpo celeste Si trova a soli 35 anni luce di distanza e ha una massa sei volte quella di Giove. Ha circa 800 milioni di anni ed è relativamente giovane.

Come accennato in precedenza, precedentemente denominato COCONUTS-2b, Perché ruota intorno a stella nana rossa massa bassa chiamata Cocco -2. È un gigante gassoso massiccio e relativamente freddo.

Il gigante gassoso ha preso il nome perché orbita attorno a una stella nana rossa chiamata COCONUTS-2.

Cocco -2 B Si trova a circa 6.471 unità astronomiche, che è 6.471 volte la distanza media tra di loro terreno e il sole dalla sua stella ospite. Secondo, Il suo periodo orbitale è di circa 1,1 milioni di anni.

Sulla tua temperaturaRisulta essere abbastanza freddo da essere considerato un gigante gassoso. Un esopianeta raggiunge uno stato d’animo di circa 434 Kelvin, 161 gradi Celsius All’incirca, nonostante sia molto lontano dalla stella.

Proviene dal calore residuo che viene ceduto anche dalla formazione dei pianeti, Il che lo fa brillare debolmente alle lunghezze d’onda infrarosse, quel tanto che basta per essere visibile nelle immagini dirette.

Scopri 24 esopianeti su cui vivere sarebbe meglio della Terra

energia prodotta È esattamente “più di un milione di volte più debole del sole”.. Questo è il motivo per cui un globo può essere rilevato solo utilizzando la luce infrarossa che ha uno spettro energetico inferiore.

READ  Ci sono già spoiler per Gotham Knights su Internet e il produttore del gioco non capisce il male di molti - Gotham Knights

Zhoujian Zhang, autore principale del nuovo studio pubblicato sulla rivista Lettere di riviste astrofisiche, Testo: “Con un pianeta massiccio in un’orbita molto ampia e una stella centrale estremamente fredda, COCONUTS-2 È molto diverso da Sistema solare“.

“Il rilevamento diretto e lo studio della luce emessa dai pianeti giganti gassosi intorno ad altre stelle è molto difficile, poiché i pianeti che troviamo tendono ad avere orbite ravvicinate. Sepolto nelle fiamme della luce‘, ha finito.

10 anni prima di questa indagine, più precisamente nel 2011, il satellite Rilevatore di scansione a infrarossi ad ampio campo Riuscì ad assorbirlo. ma nonostante, Si pensava fosse un corpo galleggiante che non orbitava attorno a una stella.

JFG / ED

Potrebbe piacerti anche