Flamina&dintorni

Informazioni sull'Italia. Seleziona gli argomenti di cui vuoi saperne di più

Giove si avvicinerà alla Terra lunedì: consigli per vederlo senza telescopio

Giove. (Foto: National Geographic)

La primavera arriva con una luce molto speciale, una luce Giove. E questo pianeta Questo lunedì 26 settembre Il suo approccio più vicino alla Terra negli ultimi 59 anni.

Inoltre, si può vedere il gigante del sistema solare Non c’è bisogno di usare un telescopio. di cosa tratta l’argomento? Come ho detto precedentemente ContenitoreCi sono due fattori principali per comprendere questo fenomeno: Convergenza e opposizione.

Opposizione a Giove

L’opposizione del corpo avviene, rispetto alla terra, Questo si trova dall’altra parte del sole. Nel caso di Giove, si verifica ogni 13 mesi, facendo apparire il pianeta più grande e luminoso che in qualsiasi altro periodo dell’anno.

Ora, però, c’è un altro caso in più, e allo stesso tempo Il pianeta si avvicina anche alla Terra dal 1936, Quasi sei decenni. Questo perché la Terra e Giove non orbitano attorno al Sole in cerchi perfetti, quindi i due pianeti passano a distanze diverse durante l’anno e gli approcci dei due corpi raramente coincidono.

La NASA stima che il gigante gassoso sarà a circa 590 milioni di chilometri dalla Terra durante il suo avvicinamento, contro i 960 milioni di chilometri nel suo punto più lontano.

Disegno di Giove.  (Immagine: NASA)
Disegno di Giove. (Immagine: NASA)

Tabelle e come vedere Giove da qualsiasi parte del mondo

Al momento, non è possibile consigliare un orario specifico per paese, poiché il pianeta e i suoi anelli possono essere visti in qualsiasi momento della giornata 25, 26 e 27 settembre. Dovrebbero essere presi in considerazione solo i seguenti consigli.

“Con qualche buon binocolo, Le fasce (almeno la fascia centrale) e tre o quattro lune galileiane (le loro lune) dovrebbero essere visibili”, ha spiegato. Adam Kobelsky Lo ha affermato un astrofisico del Marshall Space Flight Center della NASA a Huntsville, in Alabama.

READ  La NASA ha rilevato un suono "spaventoso" proveniente da un buco nero distante

Inoltre, il ricercatore ha sottolineato l’importanza di avere un file buon treppiede Per avere una visione migliore del pianeta gas: “Uno dei bisogni fondamentali è un’installazione stabile di qualsiasi sistema tu stia utilizzando”.

Binocolo e treppiede.  (Foto: Astronome.org)
Binocolo e treppiede. (Foto: Astronome.org)

Per vedere più in dettaglio il Grande Punto Rosso e le cinture di Giove, Kobelsky consiglia di utilizzare un telescopio più grande, come un telescopio di almeno quattro pollici, E aggiungi filtri da verde a blu per acquisire altre funzionalità. Inoltre, è perfetto prendere una posizione elevata come punto di osservazione, In un luogo asciutto e buio.

Come lo definisce un astrofisico, Le viste del pianeta dovrebbero essere eccellenti per un giorno prima e dopo il 26 settembre, Ma di solito la data utilizzata dipende dal tempo, poiché Giove, insieme alla luna, deve essere uno degli oggetti (o) più luminosi del cielo notturno.

Fatti su Giove, il gigante gassoso del sistema solare

Giove Il più grande corpo celeste del sistema solare, con a Massa 318 volte quella della Terra E 3 volte più grande del pianeta Saturno.

Tuttavia, Giove non è un pianeta come la Terra, ma piuttosto una palla di gas composta principalmente da idrogeno ed elio. Tuttavia, nelle sue viscere c’è un nucleo denso e roccioso circa 20 volte più solido della Terra.

L'aurora boreale di Giove.  (Contenitore)
L’aurora boreale di Giove. (Contenitore)

Il pianeta ha anche venti di circa 370 km/h, con raffiche fino a 650 km/h. Nell’atmosfera esterna le temperature medie sono di circa 152°C. Ha 79 lune che orbitano attorno ad esso, anche se osservazioni più accurate indicano che potrebbe contenere almeno 600 lune irregolari di più di un chilometro di diametro.

READ  Il prezzo esorbitante di un'esclusiva Xbox disegnata da Gucci

Le prime osservazioni delle lune di Giove, infatti, sono attribuite a Galileo Galilei, il quale, armato di un cannocchiale fatto in casa, seppe scoprire che il Sole (e non la Terra) era al centro dell’universo e che il i pianeti e le stelle orbitavano attorno ad esso.

Continuare a leggere