Flamina&dintorni

Informazioni sull'Italia. Seleziona gli argomenti di cui vuoi saperne di più

Giorgia Meloni, super capace di guidare l’Italia

Mentre Mario Draghi torna a Palazzo Chigi dopo essere stato tradito in Senato, in una cassa in piazza Vittorio, sull’Esquilino romano, esulta Georgia Meloni. La serata più difficile di Draghi è stata la serata più dolce per il leader della Confraternita di estrema destra italiana, che da tempo giocava con l’idea di una svolta elettorale.

Disse: “Ricordo quando tutti mi guardavano da capo a piedi perché non capivo niente di politica…”. Ha avvertito: “Ho il mio pensiero su come governare questa nazione. Votate tra due mesi, la destra è pronta”.


Leggi anche

Anna Pogue

Era il ministro di Berlusconi e ha beneficiato di essere l’unica che si opponeva a Draghi

Meloni, 45 anni, guida i sondaggi con il 22,4% delle intenzioni di voto. Se non cambia nulla da qui al 25 settembre, le aspettative sono che l’alleanza formata da Fratelli d’Italia, Lega di Matteo Salvini e Forza Italia guidata da Silvio Berlusconi, riesca a governare facilmente. I loro statuti indicano – a meno che non li modifichino – che chi è il primo tra loro sceglie il primo ministro. Meloni potrebbe essere la prima donna a raggiungere la carica di capo dell’esecutivo italiano.

Il ministro della gioventù di Silvio Berlusconi, a soli 29 anni, Meloni non è estraneo. La formazione dei Fratelli d’Italia è l’erede politico del Movimento Sociale Neofascista Italiano (MSI), formato dagli alleati di Mussolini nel 1945. Non è un segreto che tra i suoi seguaci ci siano molte nostalgie per la fase fascista. La nipote del dittatore, Rachel Mussolini, è consigliere a Roma per questo partito.

READ  I giovani scelgono le risorse digitali per gestire il benessere
L'ex presidente del Consiglio italiano e leader di Forza Italia Silvio Berlusconi risponde al termine di un incontro a Roma con il leader della Lega Matteo Salvini e la leader di Fratellanza d'Italia Giorgia Meloni

Silvio Berlusconi risponde al termine di un incontro con Matteo Salvini e Georgia Meloni

Fotografia: Guglielmo Mangyapan/Reuters

Alle elezioni del 2018 Meloni ha ottenuto appena il 4% dei voti e la sua rosa è stata vista come il fratello minore di Lega e Forza Italia. Ma la sua tenacia durante questi cinque anni, in cui non ha voluto lasciare l’opposizione, ha dato i suoi frutti. Condivide la visione radicale della Lega contro l’immigrazione e in difesa dei valori cristiani per l’Europa, ma la sua proposta ultraconservatrice è più simile a Diritto e Giustizia in Polonia che a quella di Marine Le Pen in Francia. Meloni grida “Dio, patria e famiglia”. Con il suo rifiuto di far parte del governo di unità di Mario Draghi – lo era
L’unica persona che gli ha detto di no – ha graffiato gli elettori frustrati di Salvini, costretti a oscillare tra populismo e lealtà all’esecutivo.

Ma Meloni, animale politico, sapeva bene che era giunto il momento di fare una “opposizione nazionale” a Mario Draghi e sostenerlo in momenti importanti, come la risposta alla guerra in Ucraina. A differenza di Salvini, che è raffigurata con indosso le magliette di Vladimir Putin, Meloni è una delle preferite dagli ultraconservatori negli Stati Uniti, che la invitano al CPAC, l’evento annuale per i conservatori del mondo.


Leggi anche

Anna Pogue

Il presidente italiano Sergio Mattarella parla ai media, al Palazzo del Quirinale a Roma, il 21 luglio 2022, dopo i suoi incontri con i presidenti di Senato e Parlamento.  - Draghi si è dimesso il 21 luglio dopo che i partiti divisi nel Paese hanno silurato il governo di unità nazionale, dando il via a una campagna elettorale anticipata che potrebbe portare al potere l'estrema destra.  (Foto di Tiziana Fabi/AFP)

Non ha mai combattuto in luoghi più temperati

Ha investito molto in queste relazioni e persino il Dipartimento di Stato ha concluso che questo è accettabile. La mia impressione è che avrà maggiori problemi con Francia e Germania, dice Giovanni Orsina, professore di scienze politiche all’Università Luis Guido Carli. A Madrid il suo alleato è Vox, che lo ha invitato sulle sue tombe a Roma. È anche riuscito a convincere l’ex consigliere di Donald Trump Steve Bannon o il primo ministro ungherese Viktor Orban a partecipare. Dal 2020 è presidente del Partito Conservatore e Riformista Europeo. Meloni ha partecipato al raduno della campagna Vox in Andalusia.

READ  BTI Vittorian Institute, pioniere della ricerca biomedica prima di Pharmamar e Janssen

Nata nel 1977 nel famoso quartiere romano della Garbatella, Meloni è cresciuta circondata da donne dopo che suo padre l’ha abbandonata per vivere alle Isole Canarie. Doveva partecipare al mercato di Porta Portes o lavorare come cameriera per dare una mano a casa. Non aveva ancora diciotto anni quando entrò nelle file del giovane neofascista MSI. Da lì passò all’Alleanza Nazionale. Non ha mai combattuto in luoghi miti.

Il suo concetto di femminismo ha molto a che fare con il nazionalismo di Marine Le Pen – contro l’immigrazione perché presumibilmente attacca le donne – e non esita ad affermare che la sua maternità è uno strumento politico. Quando voleva diventare sindaco di Roma nel 2016 ed era incinta, Berlusconi le disse che la madre “non poteva avere un ruolo così importante”. Quindi ha ottenuto il 21% dei voti, quasi il doppio del suo candidato mentore. Ora si sta sforzando di levigare la sua immagine. Pubblica un CV di successo, Sono Georgia . Prende il titolo da una parte di un discorso del 2019 che alcuni DJ hanno inavvertitamente trasformato in un successo di networking. “Hanno segnato loro stessi un gol, mi hanno dato una popolarità che non mi sarei mai aspettata tra i più giovani”, ha detto.


Leggi anche

Anna Pogue

Orizzontale