Flamina&dintorni

Informazioni sull'Italia. Seleziona gli argomenti di cui vuoi saperne di più

Elezioni in Ecuador: Risultati del ballottaggio tra Luisa Gonzalez e Daniel Noboa |  Un voto paralizza il Paese sudamericano

Elezioni in Ecuador: Risultati del ballottaggio tra Luisa Gonzalez e Daniel Noboa | Un voto paralizza il Paese sudamericano

Con oltre l’80% di audit, Noboa rimane all’avanguardia

Governatore Daniele Noboa Prevale ancora del 52,16% Con il 47,84% dei voti Luisa Gonzálezdel partito Corista Rivoluzione dei Cittadini (RC), è stato ufficialmente controllato Al secondo turno l’81,84% dei voti.

Se diventerà presidente eletto, sarà il candidato conservatore Completerà il mandato Dal presidente Guillermo Laso Fino a maggio 2025.

L’Ecuador ha votato mentre era intrappolato in una spirale di violenza

Scritto da Gustavo Vega

Ad un’altitudine di tremila metri sul livello del mare, questa capitale sembra una tipica cartolina andina. Diverse piccole case sui fianchi delle montagne adornano il paesaggio. El Panecillo è un’escursione premium.

Un’attrazione da non perdere è il bacino del fiume Guayllabamba. Sotto puoi sentire il polso di questa città, che è molto attraente per il suo passato Inca e la sua eredità coloniale. IL Marchi Postmodernismo, A causa della disuguaglianza prevalente in America LatinaCiascuno per sé domina un altro scenario meno amichevole. È molto più violento e frammentato in molte parti del conflitto sociale.

La storia della Vergine di Quito è una metafora della frammentazione che vive oggi l’Ecuador. In una spirale di violenza Che assorbe ogni tentativo di convivenza pacifica.

Noboa guida il conteggio con oltre il 68% delle tabelle scansionate

Daniel Noboa rafforza il suo vantaggio su Luisa Gonzalez Ha ottenuto il 68% dei voti al secondo turno delle elezioni presidenziali in Ecuador, dove ha ottenuto il 52,08% contro il 47,92% del suo concorrente.

Con un terzo dei voti scrutinati, il candidato dell’Alleanza Nazionale di Azione Democratica (ADN) ha ottenuto 3.713.975 voti, mentre il candidato della Rivoluzione Cittadina, il movimento politico guidato dall’ex presidente Rafael Correa (2007-2017), ha aggiunto 3.417.396 voti.

Governo corto in futuro

Scritto da Gustavo Vega, di Quito

Gonzalez o Noboa, chiunque vinca, avrà una presidenza molto complessa. Anche se è breve, perché gli ci vorrà un anno e mezzo per completare il mandato di Guillermo Lasso fino al 24 maggio 2025. Questo piccolo paese sudamericano è attualmente al 10° posto nel Rapporto mondiale sulla lotta alla criminalità transnazionale.

Con tassi di violenza incontrollati dovuti al consolidamento regionale del narcotraffico, è favorita anche dall’economia del dollaro che facilita il compito ai cartelli messicani, alla mafia albanese e alle bande locali.. La posizione geografica dell’Ecuador con accesso a molti porti nel Pacifico e un confine poroso con la Colombia contribuisce anche alla semplificazione del riciclaggio di denaro e del pagamento delle forniture che consentono una valuta di uso globale come gli Stati Uniti.

Noboa aumenta il suo vantaggio

L’uomo d’affari Daniel Noboa ha approfittato di questa domenica All’inizio dello scrutinio del secondo turno delle elezioni presidenziali dell’Ecuador contro Corista Luisa Gonzalez, dopo aver terminato la giornata di voto di dieci ore.

READ  Crescione più inquinato: Oxfam svela il ruolo del Gruppo Techint nell'emissione di gas serra | Rapporto sull'impatto ambientale dei mega milionari

Dopo lo spoglio del 39% dei voti Ha ricevuto il 52,71% dei voti Ciò si confronta con il 47,29% di González, mentre lo spoglio dei voti continua ad avanzare più velocemente del previsto annunciato dal Consiglio Elettorale Nazionale (CNE).

A questo voto ha partecipato l’88,33% degli oltre 13,4 milioni di ecuadoriani, chiamati alle urne per scegliere il successore dell’attuale presidente conservatore Guillermo Lasso.

Due persone sono state arrestate con l’accusa di aver contraffatto le schede elettorali

Numero di detenuti accusati di aver contrassegnato le schede elettorali Durante il secondo turno delle elezioni presidenziali in Ecuador Sono saliti a duecome confermato domenica dalla presidente del Consiglio elettorale nazionale (CNE), Diana Atamaint.

Questi sono due casi isolati in cui i cittadini – Contrassegnare varie schede elettorali a favore di uno dei candidati.

Il primo caso è stato scoperto nel Palma rossaDalla provincia amazzonica di Sucumbios al confine con la Colombia, mentre il secondo è avvenuto nella capitale Cheto.

“Confermiamo che sono stati posti sotto gli ordini della giustizia. “Come CNE, intraprenderemo le azioni legali appropriate”, ha affermato Attamint.

I primi risultati iniziano a caricarsi

Con un tempo di elaborazione di 6,34 minuti Daniel Noboa ha ricevuto il 50,96% dei voti (331.712), mentre Luisa Gonzalez ha ricevuto il 49,04% (319.167).Alle prossime elezioni.

Il tasso di partecipazione ha superato l’82%

“Ci congratuliamo con i cittadini Partecipazione diffusa alle urne, 82,33%; “È un numero che rimane nella storia dei processi elettorali nel nostro paese”, ha detto in una conferenza stampa Diana Atamint, capo del Consiglio elettorale nazionale dell’Ecuador.

Silenzio elettorale

Scritto da Gustavo Vega

Il silenzio elettorale e il regime arido che hanno dominato le ore successive alla fine della campagna elettorale hanno aggravato un certo sentimento di apatia tra la popolazione generale. Il Centro Elettorale Nazionale ha deciso che gli elettori potranno partecipare con la loro carta d’identità o passaporto. Circa duecento osservatori internazionali di diverse organizzazioni seguiranno lo sviluppo delle elezioni. I risultati saranno resi noti verso le otto di sera (le dieci di sera nel nostro Paese) e Gonzalez li riceverà in questa capitale, dove si trova il covo della rivoluzione civile, molto vicino al quartier generale della l’Assemblea nazionale. Lei e Noboa cessarono il loro mandato quando Lasso fece appello con decreto alla cosiddetta Morte Croce. Gonzalez era membro del comitato sanitario e del comitato etico e il suo sfidante era presidente del comitato per lo sviluppo economico.

READ  Gli analisti si aspettano un impatto negativo e un aumento dei dollari gratuiti

Leggi di più qui

Chiudono i seggi in Ecuador

Le cinque di sera, ora locale Chiusura dei seggi elettorali in Ecuadordov’è il Corista Luisa Gonzalez e Daniel Noboa si contendono la presidenza. Inizia lo spoglio dei voti.

Gli osservatori dell’OAS sono “molto contenti” che le votazioni siano tornate alla normalità

Capo della missione di osservazione elettorale Organizzazione degli Stati Americani (OAS) La panamense Isabel de Saint-Malo ha confermato domenica la sua disponibilità alle elezioni presidenziali in Ecuador. “Molto soddisfatto dei rapporti” che mostrano che il giorno delle elezioni è “normale”.

L’ex Vice Presidente e Ministro degli Esteri di Panama ha sottolineato che la missione dell’OAS, che comprende più di 80 membri sparsi in 20 delle 24 province del paese, ha confermato lo svolgimento del processo elettorale. “Liscio e silenzioso, questo è ciò che dovrebbe essere sottolineato.”

L’Organizzazione degli Stati Americani ha osservatori anche a Madrid e Washington “La giornata è andata anche fuori.”Secondo de Saint-Malo, durante una visita ad uno dei seggi elettorali di Quito.

Enorme operazione di sicurezza

Scritto da Gustavo Vega, di Quito

Centomila soldati presidieranno il giorno delle elezioni, il che non fornisce alcuna certezza sull’esito, indipendentemente da come sono state riorganizzate le forze che sostengono Gonzalez e Noboa in preparazione di questo secondo turno. La candidata ha ottenuto al primo turno il 33,61%, mentre la sua concorrente il 23,47%. In questo momento molti sondaggi mostrano una quasi parità di intenzioni di voto e una percentuale molto alta di indecisi, soprattutto nella fascia più giovane dell’elettorato.

Leggi di più qui

Fine chiusa?

Gonzalez ha ricevuto il 33,61% dei voti il ​​20 agosto e Noboa ha ricevuto il 23,47%. Questa differenza non si trasferisce automaticamente al secondo turnoPerché è un crogiolo in cui le forze estremiste conservatrici e di destra si sono unite per impedire il ritorno al potere della rivoluzione cittadina. Si tratta, tra gli altri, del Partito Popolare, Uguaglianza e Democrazia (PID) e del Partito Mover (ex coalizione PAIS). La candidata ha concluso la sua campagna elettorale in questa città e ha promesso che, a partire da domenica, cercherà “dignità, giustizia ed equità”. L’imprenditore si è appoggiato alla sua giovinezza per ringraziare “tutti per la fiducia nella nuova generazione. Con voi costruiremo il Paese che meritiamo”.

Il tempo in strada

Scritto da Gustavo Vega, di Quito.

Questa capitale non ha ancora sperimentato il clima di insicurezza prevalente a Guayaquil – la seconda città del Paese – e nelle province costiere e settentrionali. Ma il fatto che la città sia in massima allerta per la situazione critica lo ha confermato questo corrispondente, che ieri all’alba è stato ricevuto in albergo da due agenti della sicurezza privata che portavano armi alla cintura.

READ  Papa Francesco compie 87 anni e festeggia con i bambini del Centro Pediatrico Vaticano

Dennis, un tassista di 28 anni, ha fornito altri dettagli sul delitto. Le raccomandazioni generali non sono diverse da quelle ascoltate nelle principali città dell’America Latina. Nemmeno le grandi aziende americane. “Non uscire dopo le 21:00.“Stai attento” qua e là. Niente di originale.

Gonzalez e Noboa, che in molti sondaggi erano testa a testa, giovedì hanno concluso la loro campagna con dei bomber, che in Ecuador vanno a ruba. L’uccisione del giornalista Fernando Villavicencio il 9 agosto da parte di sicari ha segnato una svolta nel concetto di sicurezza.

Insicurezza a Quito: l’inviato di Bajina/12 è stato derubato

Scritto da Gustavo Vega

Il taxi giallo rotola giù da una collina lungo una strada a doppio senso, improvvisamente nel bel mezzo di un ingorgo. È impossibile scappare. Il lunotto posteriore destro è leggermente abbassato, ma con spazio sufficiente per il passaggio di una mano. Fa caldo, un caldo intenso come la situazione che ne conseguirà.

Una mano inaspettata prenderà in mano il cellulare dell’inviato Pagina 12mani e gambe scapperanno in una strada sperduta in 24 May Street. “È scappato da questa parte”, “È andato da questa parte”, hanno gridato alcune voci di sostegno Ciò indica un percorso dal futuro incerto e a 2850 metri, dove il cacao ha già guadagnato un enorme vantaggio.

Si vedono appena le maniche squadrate, come quelle di una giacca. Informazioni e contatti preziosi non verranno recuperati fino al ritorno a Buenos Aires. Due ore dopo, una giovane donna dalla pelle scura e dai denti d’avorio ascolta la testimonianza di questa vittima e aggiunge: “Quest’anno, il mio cellulare è stato rubato quattro volte. Due sull’autobus, una sotto la minaccia di una pistola e una qui al negozio.”. Il vero incubo di Keto.

L’insicurezza è il grosso problema nelle elezioni presidenziali dell’Ecuador

Scritto da Gustavo Vega, di Quito

L’insicurezza è la prova che né il dollaro, né la squadra di calcio ora guidata dallo spagnolo Felix Sanchez, né altre sofferenze quotidiane dominano le conversazioni: il problema più grande è la possibilità di rimanere intrappolati in una strada buia e vuota. “Guayaquil è considerata più pericolosa di Quito, anche se qui nessuno si ferma troppo tardi al semaforo rosso. Anche per questo ci sono molti scontri…” account Dennis, il tassista, dice che dopo mezzanotte nessuno si ferma al semaforo.

Leggi di più qui