Flamina&dintorni

Informazioni sull'Italia. Seleziona gli argomenti di cui vuoi saperne di più

Economia. – Il Monte dei Paschi difende il suo futuro dopo l’esame EBA e davanti all’interesse di Unicredit

Unicredit sta negoziando con il Ministero delle Finanze per acquisire BMPS nella sua prima grande operazione guidata da Andrea Orcel

Madrid, 30 anni (Europe Press)

Banca Monte dei Paschi di Siena (BMPS), la banca più antica e famosa al mondo per gli stress test condotti dall’Autorità bancaria europea (EBA), ha difeso i risultati degli stress test, in cui ha ottenuto i risultati peggiori sotto l’ipotesi più pessimistica, non tiene conto Considera future strategie di gestione o decisioni dell’entità, il cui acquisto Unicredit è in trattativa esclusiva con il Ministero delle Finanze italiano.

Dopo aver appreso dell’entità, l’entità ha dichiarato: “Lo stress test è stato condotto applicando un’ipotesi di equilibrio statico a partire da dicembre 2020, quindi non tiene conto delle future strategie aziendali e delle azioni di gestione. Non è una proiezione degli utili della banca. .” Risultati degli stress test.

I dati pubblicati dall’EBA indicano che BMPS è l’entità più debole a fronte di un ipotetico deterioramento del contesto economico, poiché nello scenario peggiore proposto dal regolatore europeo, il CET1 common capital ratio scenderà a -0,10% nel 2023 dal 9,9% al 2020, e consuma anche 996 punti base di capitale, il maggiore impatto negativo tra tutti i soggetti esaminati.

Tuttavia, l’ente italiano afferma che se l’effetto della vendita delle proprie azioni, nonché il cambiamento dei criteri di valutazione del portafoglio immobiliare, alla cartolarizzazione sintetica annunciata il 23 luglio e ai suoi risultati del primo trimestre 2021 sono inclusa, la solvibilità della banca misurata attraverso il CET1 ratio, dopo l’aumento di capitale Il default di 2.500 milioni di euro e nello scenario opposto, sarà del 6,6%.

READ  Esportazioni: la dogana ha fissato valori di riferimento per le pere e le mele

Pertanto, sulla base dei risultati dell’anno e sotto la supervisione del Supervisore, BMPS continuerà ad attuare le azioni gestionali che fanno parte del Piano Strategico 2021-2025, che dovrebbe avere un ulteriore impatto positivo sia sul capitale che sul patrimonio. Redditività “senza compromettere la ricerca di una soluzione strutturale”.

In tal senso, Unicredit ha confermato l’apertura di “trattative in esclusiva” con il Ministero dell’Economia e delle Finanze della Repubblica Italiana, azionista di maggioranza di Banca Monte dei Paschi di Siena dopo aver concordato i requisiti di una possibile operazione riguardante le attività di la banca più antica del mondo, le cui origini risalgono al 1472.

Secondo Unicredit, la potenziale transazione consentirà all’entità di accelerare i propri piani di crescita organica e contribuire al raggiungimento dell’obiettivo finale di ottenere rendimenti sostenibili al di sopra del costo del capitale durante i cicli, oltre a rafforzare la posizione competitiva e l’esposizione di Unicredit in Italia. Ad un significativo aumento della redditività in futuro.