Flamina&dintorni

Informazioni sull'Italia. Seleziona gli argomenti di cui vuoi saperne di più

È una vacanza, ma è anche cibo e lavoro

È una vacanza, ma è anche cibo e lavoro

In Spagna il mare è vacanze, vacanze, il luogo dove il tempo si ferma e si respira finalmente. Sebbene sia una cosa quotidiana che sogniamo, raramente ce ne rendiamo conto Il mare è anche un eccellente regolatore alimentare e della biodiversità, e un grande generatore di occupazione e industria.

È ora di guardare il mare con occhi diversi e rendersi conto che molte cose stanno cambiando. Questa scena è attualmente poetica sotto pressione Attraverso l’inquinamento marino, la pesca eccessiva e il cambiamento climatico, per citare alcuni fattori importanti. Ma il mare ci offre anche grandi esempi di come le risorse possano essere gestite in modo responsabile, generando collaborazione e impegno per il futuro.

Prendendo ad esempio il settore della pesca, la Spagna è diventata un punto di riferimento per come combinare economia, scienza e sostenibilità. Diamo un’occhiata ai piccoli paesi delle Asturie occidentali, dove sono presenti le varie confraternite Il porto di Vega, Larca e Tapia de Casarego sono diventato Il primo al mondo a ricevere il Sigillo Blu per la Pesca Sostenibile Dal Marine Stewardship Council (MSC) per il polpo.

Queste organizzazioni, in collaborazione con il governo principale, il Centro di esperimenti di pesca e l’Università di Oviedo, hanno implementato diverse misure per controllare gli sforzi di pesca e per effettuare una valutazione più completa delle popolazioni di polpi e del loro comportamento.

La pesca nelle Asturie è ormai uno standard globale, che ha ricevuto visite e richieste da altre corporazioni di polpi del nostro Paese, e pescatori dall’Italia, dal Messico e dall’Australia. Allo stesso tempo, hanno potuto rivalutare i loro prodotti, raggiungere nuovi mercati e migliorare i redditi riducendo lo sforzo di pesca. Le grandi conquiste della flotta artigianale emerse da questo processo furono ulteriormente valorizzate.

READ  Nel campo della salute mentale, vivere un trauma è sinonimo di avversità? | Salute e benessere

Se i nostri occhi vanno a navi più grandipossiamo guardare fbottatrice Basque, un settore altamente integrato e innovativo che ha posto la sostenibilità al centro delle sue operazioni. La Confraternita basca si è unita alla Confraternita di Laredo (Cantabria) otto anni fa per dimostrarlo Sostenibilità del pescato delle acciughespecie che ha subito un forte calo nel 2005, che ha portato alla chiusura delle riserve di caccia.

Attualmente, 139 pescherecci della navigazione interna appartenenti a sindacati dei Paesi Baschi, della Cantabria, delle Asturie e della Galizia collaborano per garantire la pesca delle acciughe in In modo rispettoso con l’ecosistema marino E sono diventati Le prime acciughe etichetta blu per una caccia sostenibile in Europa. Successivamente, 182 navi cantabriche si sono riunite per certificare la pesca del tonno bianco. Alcuni dei miglioramenti che queste flotte hanno incorporato sono il software di monitoraggio a bordo, migliori informazioni sulle interazioni con altre specie e, nel caso del bonito, lavorare per l’adozione di una gestione scientifica internazionale.

Non possiamo parlare di caccia senza guardarla Galizia, la regione della pesca per eccellenza. Qui possiamo osservare le grandi navi che catturano il merluzzo nell’Oceano Artico. Queste navi hanno lavorato duramente per Riduci l’impatto dei tuoi attrezzi da pesca sul fondo del mareE condurre mappe complete per identificare le aree vulnerabili e apportare modifiche alle reti per ridurre le catture accessorie. Una scommessa di punta che ormai è standard per altre flotte del Nord Europa.

Mettiamo giù il binocolo e ora distogliamo lo sguardo. Grandi barche di tonno che catturano il tonno nell’Oceano Indiano. La Spagna è fantastica La tradizione della pesca del tonno, che gli ha permesso di andare oltre nella ricerca di questa specie molto apprezzata. A causa dell’importanza economica ed ecologica del tonno e dell’apparente sfruttamento eccessivo di varie specie in passato, è stato un settore all’avanguardia a livello internazionale nello sviluppo di informazioni scientifiche e misure di gestione.

READ  Alia Therapeutics nomina Letizia Goretti Direttore Esecutivo

L’obiettivo è Conciliare la crescente domanda di tonno Nel mondo con sempre più barche e flotte di più paesi dedite a questa pesca, mantenendo la salute Popolazioni, specie ed ecosistemi di tonno interessati da questa attività. IL Anche la flotta spagnola sta guidando i miglioramenti In questo importante settore con un passo pionieristico nella pesca del tonno nell’Oceano Indiano che si è diffuso ad altre flotte spagnole nel Pacifico e nell’Atlantico.

Alcune delle misure implementate includono meccanismi per ridurre la cattura di specie in via di estinzione (squali, razze e tartarughe) e studi scientifici per misurare il tasso di sopravvivenza una volta rilasciate. Anche modifiche tecniche per prevenire l’inquinamento marino e la pesca fittizia degli attrezzi utilizzati, e la possibilità di pesca indesiderata di specie diverse dal tonno. Tutto questo accompagnato da miglioramenti tecnici avanzati e un impegno per la trasparenza nella raccolta dei dati in stretta collaborazione con organizzazioni scientifiche come il Centro tecnologico AZTI.

Mettiamo giù il binocolo e diamo un’occhiata Mar Mediterraneo, il grande mare che ha definito in parte la nostra cultura e gastronomia. Se iniziamo con lo Stretto di Gibilterra, vedremo una delle specie più simboliche, vale a dire tonno rosso. Qui possiamo anche condividere grandi notizie. UN Specie sull’orlo del collasso 15 anni fa Che ha saputo risollevarsi grazie agli sforzi congiunti del settore della pesca, delle pubbliche amministrazioni, della comunità scientifica e delle organizzazioni ambientaliste che a suo tempo hanno lanciato l’allarme sull’urgenza di agire.

Il tonno rosso dell’Atlantico orientale e del Mediterraneo oggi è considerato a Un esempio di buona gestione. Di recente, 52 delegazioni di diversi paesi hanno concordato misure per garantire la sostenibilità a lungo termine della specie. A Tarifa, una piccola azienda familiare è diventata la prima a ottenere il sigillo blu della pesca del tonno rosso in Spagna.

READ  Aumentare la cura per la gastroenterite nei bambini - Salud y Bienestar

Possiamo rimanere a lungo nel Mediterraneo, per le sue caratteristiche speciali, i fattori che minacciano gli oceani in generale sono più evidenti. La pesca eccessiva colpisce la maggior parte degli stock ittici e il cambiamento climatico ne sta accelerando gli effetti. Tuttavia, guardando nel dettaglio, possiamo vedere come Diverse iniziative stanno lavorando duramente per invertire la situazione.

I fratelli di Motril, Castellón e Palamos, tra gli altri, hanno individuato i miglioramenti necessari per rendere sostenibile la loro pesca. Una volta fatta la diagnosi, sviluppano piani d’azione partecipativi e stanno attualmente lavorando in collaborazione con le principali organizzazioni di ricerca scientifica nella regione mediterranea spagnola.

Tra le misure attuate, le reti da traino sono state modificate in modo che non ci sia contatto con il fondale marino e si stanno generando migliori informazioni scientifiche sullo stato dei popolamenti utilizzando nuovi strumenti tecnologici di raccolta dati.

Il settore della pesca ha cambiato la sua visione delle risorse marine da cui dipende la sua attività. È tempo per quello Noi cittadini guardiamo il mare con occhi diversiUno sguardo attraverso il quale ci rendiamo conto dei suoi benefici e del nostro contributo alla sua cura.

*** Laura Rodríguez Zugasti è Direttrice del Marine Stewardship Council (MSC) in Spagna e Portogallo.