Flamina&dintorni

Informazioni sull'Italia. Seleziona gli argomenti di cui vuoi saperne di più

È stato ritrovato in Italia un piccolo meteorite contenente quasicristalli, uno dei meteoriti più rari al mondo.

È stato ritrovato in Italia un piccolo meteorite contenente quasicristalli, uno dei meteoriti più rari al mondo.

Una foto del piccolo meteorite rinvenuto in una montagna del Sud Italia, costituito da una lega metallica “molto rara” e “semicristallina”, che lo rende uno dei resti extraterrestri più strani mai rinvenuti sulla Terra (EFE/Agenzia Spaziale Italiana)

Lunedì l'Agenzia Spaziale Italiana (ASI) ha annunciato la scoperta di un oggetto Un piccolo meteorite costituito da “materiali dalla simmetria impossibile”, o cosiddetti “quasicristalli”, Rendendola “una delle specie più rare sulla Terra”.

È un meteorite “estremamente raro”, poiché contiene Leghe di alluminio e rame “molto rare”. Oltre ai “quasicristalli”, che sono strutture organizzate ma non periodiche dimostrate da uno scienziato israeliano Daniele ShechtmanPremio Nobel per la Chimica nel 2011.

Questa roccia “strana” e minuscola, che misura 100 micrometri di diametro, è descritta nella rivista Comunicazioni sulla Terra e l'AmbienteÈ stato studiato da un gruppo di ricercatori dell'Università di Bari (Sud), Firenze (Nord) e dell'ASI.

Questo meteorite rotondo “eccezionale” è stato trovato sul Monte Gariglione, nella regione italiana della Calabria (sud), da un collezionista di antiquariato che stava cercando oggetti in campagna e ha notato la “strana e insolita lucentezza metallica” dell'oggetto.

Questo è il terzo meteorite rinvenuto sulla Terra che contiene questo tipo di lega metallica (immagine di riferimento)

Poi ha deciso di inviarlo agli esperti di Università di Barry Così possono studiarlo e identificarlo immediatamente Fonte spaziale.

I “quasicristalli” sono materiali in cui gli atomi sono disposti come in Mosaici a schemi regolari ma mai ripetuti, A differenza di quanto accade con i comuni cristalli, ha un elevato valore in diversi settori industriali.

“Questa ricerca dimostra che esiste ancora un mondo sconosciuto di fasi minerali su scala nanometrica con materiali di origine extraterrestre che continuano a sorprenderci”, ha affermato lo scienziato del Centro Spaziale di Matera (Sud) dell'ASI. Paola Manzari.

READ  Medicina prepagata: quali dati devono essere considerati durante l'esecuzione dell'analisi?

Direttore del Dipartimento di Scienze della Terra della Barry University, Giuseppe MastronozziSecondo lui questa pietra dimostra anche alla fisica e alla chimica che i “quasicristalli” possono formarsi “spontaneamente in natura”.

L'effetto in Italia sì Un terzo meteorite è stato trovato sulla Terra contenente questo tipo di lega metallica Il secondo è con i “quasicristalli” di origine naturale, dopo quelli recuperati nel 2011 in Khatyrkanell'Estremo Oriente russo.

Il piccolo meteorite ritrovato Khatyrka Nel 2011, è un oggetto eccezionale che ha affascinato gli scienziati sin dalla sua scoperta. È un pezzo di materia cosmica che è stata descritta come “Strana gemma“Per le sue proprietà uniche.

I “quasicristalli” sono materiali in cui gli atomi sono disposti come un mosaico in schemi regolari ma non si ripetono mai (immagine di riferimento/John Larsen)

Piccolo meteorite Khatyrka È una condrite carboniosa, una forma estremamente rara di meteorite che contiene carbonio sotto forma di grafite e diamanti. La caratteristica più notevole di questo piccolo meteorite è che contiene una varietà di minerali che non si trovano da nessun'altra parte sulla Terra o nel sistema solare finora conosciuto.

L'analisi ha rivelato che il piccolo meteorite Khatyrka Contiene una miscela di almeno 30 minerali diversi, inclusi alcuni completamente nuovi per la scienza. Questi minerali si sono formati in condizioni difficili nello spazio, suggerendo che il minuscolo meteorite abbia avuto origine molto lontano nel sistema solare, forse in un altro sistema stellare.

(Con informazioni da EFE)