Flamina&dintorni

Informazioni sull'Italia. Seleziona gli argomenti di cui vuoi saperne di più

È morto in Italia all’età di 49 anni lo scimpanzé più vecchio d’Europa

È morto in Italia all’età di 49 anni lo scimpanzé più vecchio d’Europa

Judy, la scimpanzé più anziana d'Europa, è morta all'età di 49 anni, dopo aver fatto colazione e aver fatto una passeggiata all'ombra con Davidino, il maschio dominante nel Parco Natura Vivente di Bussolengo, in provincia di Verona.come riportato oggi.

Judy si svegliò prima dei suoi compagni di classe, mangiò qualcosa, si stese un po' al sole e quando Davidino arrivò si alzò per salutarlo. Hanno camminato insieme a lungo e poi lui si è sdraiato per l'ultima volta sotto il suo albero, ha riferito in un telegramma l'agenzia di stampa italiana ANSA.

Veronese Park ha annunciato oggi che venerdì scorso, “alle 9:32, Judy ha chiuso gli occhi e si è addormentata per sempre”.

Lo scimpanzé è nato nel 1972 presso il Parco Naturale Vivid della città di Busolengo, dove ha fondato una storica colonia composta da undici membri.

Lo scimpanzé condivideva il suo primato con Sammy, il suo “amico” di sempre, presso il quale si rifugiavano insieme nei giorni di pioggia, mano nella mano.

Il precedente record di longevità, per l'Europa, apparteneva a un altro scimpanzé che visse allo zoo di Barcellona, ​​fino all'età di 58 anni.

Madre di otto figli e anche nonna, il ruolo sociale di Judy è stato molto importante. Prova di ciò è la reazione immediata del suo compagno di vita dopo la sua morte, Tommy, che le si è avvicinato davanti agli occhi del pubblico e delle telecamere di sorveglianza e ha cercato di svegliarla con la forza.

Gli altri scimpanzé, pensando che si trattasse di un attacco, intervennero per spingerlo via, ma Tommy afferrò Judy per una gamba e la condusse in una grotta fuori dalla vista di tutti.

READ  Javier Miley ha prorogato per decreto il bilancio 2023 per il prossimo anno

Il gruppo lancia un'ultima richiesta di aiuto al moralista che, nel frattempo, è arrivato presso l'autostrada dove Tommy aveva trascinato Judy, ormai morta.

In quel momento, una delle guardie organizzò il ritorno d'emergenza di tutti gli scimpanzé nei corridoi interni, dove lo stesso Tommy, ancora una volta, trascinò Judy senza lasciarla andare.

“L’età avanzata ha messo gradualmente alla prova la sua vista e il modo in cui ci guardava dopo aver riconosciuto il suono, e ha chiuso un po’ gli occhi per conoscerci meglio”, ha spiegato Caterina Spezio, responsabile ricerca e conservazione del parco.

Judy appartiene a una specie in via di estinzione nell'Africa tropicale, secondo l'Unione internazionale per la conservazione della natura, e una delle sottospecie meno rappresentate negli zoo europei.

Il suo contributo in vita fu di grande valore e continuerà ad esserlo dopo la sua morte.

La sua eredità genetica sarà immortalata dalla figlia Valentina e dalla nipote Judita.