Flamina&dintorni

Informazioni sull'Italia. Seleziona gli argomenti di cui vuoi saperne di più

COVID-19 nei bambini: dopo l’infezione, gli anticorpi durano meno che negli adulti?

Hanno studiato i bambini di Gerusalemme per valutare la durata della risposta del sistema immunitario dopo l’infezione con il virus Corona (Reuters/Amir Cohen)

Poiché COVID-19 è una nuova infezione nel mondo, ogni giorno ci sono scoperte diverse sul coronavirus che lo causa e sui suoi effetti su diverse popolazioni. I bambini di tutte le età possono ammalarsi. Ma in generale il paziente non si ammala gravemente da adulto e alcuni potrebbero non avere alcun sintomo. Ma Per quanto tempo il sistema immunitario risponde all’infezione da coronavirus nei bambini? Uno studio condotto in Israele indica che gli anticorpi prodotti dopo l’infezione da coronavirus dureranno meno di quelli degli adulti.

ricercatori di Centro medico Shaare Zedek, In Israele, hanno scoperto che fino a un terzo dei bambini di Gerusalemme era molto probabilmente infetto dal coronavirus. In un rapporto recentemente pubblicato dallo stesso ospedale, è stato notato che gli anticorpi neutralizzanti dei giovani che contraggono il virus iniziano a diminuire dopo soli quattro mesi.

Un team di medici di Shaare Zedek, guidata dal professor Yeşil Schlesinger, Nel reparto pediatrico dell’ospedale è stato recentemente completato uno studio, il primo nel suo genere, in collaborazione con il Ministero della Salute, che ha mostrato la diffusione degli anticorpi al Corona virus tra i bambini giunti al pronto soccorso per le cure. Secondo Schlesinger, “possono essere usati quando si prendono decisioni politiche per un paese”.

In Israele, a giugno, è iniziata la vaccinazione degli adolescenti contro il Covid-19.  (Reuters / Amir Cohen / Archivio)
In Israele, a giugno, è iniziata la vaccinazione degli adolescenti contro il Covid-19. (Reuters / Amir Cohen / Archivio)

Lo studio è stato pubblicato sulla rivista specializzata Acta per bambini. Ricercatori Hanno esaminato 1.138 bambini di età inferiore ai 18 anni, con un’età media di 4,4 anni, tra il 18 ottobre 2020 e il 12 gennaio 2021. Hanno scoperto che tra i bambini risultati positivi al MERS durante quel periodo, quasi un terzo (29% ) non ha neutralizzante gli anticorpi.

READ  COVID-19: Il Ministero della Salute stima quando l'ondata di contagi diminuirà di micron | Un numero incoraggiante tra l'alto numero di casi

“Un terzo test fino a tre settimane dopo l’insorgenza della malattia sembra non aver ancora sviluppato anticorpi”, ha spiegato Schlesinger. Ma gli altri due terzi si sono ammalati più di quattro mesi fa e i loro anticorpi sembravano ridotti.

Lo studio ha mostrato che i bambini studiati a Gerusalemme raggiungono il loro livello massimo di anticorpi fino a tre mesi dopo la diagnosi. “In seguito è stata osservata una significativa diminuzione quantitativa degli anticorpi, più che negli adulti. Questi risultati possono indicare che i bambini hanno una risposta immunitaria più debole a lungo termine, ha detto il ricercatore.

Secondo Schlesinger, la scomparsa degli anticorpi non significa che questi bambini non siano protetti, ma “ci fa dubitare della loro protezione”, ha detto. Tanto più che altri studi hanno dimostrato che la probabilità di infezione è maggiore con livelli più bassi di anticorpi. Lo studio potrebbe anche avere importanti implicazioni per la comprensione dell’immunità di gregge, la possibilità di una ricorrenza dell’ondata di infezioni e per le considerazioni sulle vaccinazioni per i bambini.

Sapere come reagisce il sistema immunitario dei bambini all'infezione da coronavirus può essere utile per determinare le campagne di vaccinazione
Sapere come reagisce il sistema immunitario dei bambini all’infezione da coronavirus può essere utile per determinare le campagne di vaccinazione

consultazione InfobaeRicercatore di virus Rosa Bologna, dell’Ospedale Pediatrico Juan Garhan in Argentina e della Società Pediatrica Argentina, ha commentato che ci sono stati diversi studi nei ragazzi sulla durata dell’immunità dopo l’infezione con il virus Corona.. La durata potrebbe essere correlata alle differenze nella presentazione clinica della malattia. “Può variare anche in base all’età dei ragazzi”, ha affermato il dott. Bologna.

mentre, Enrique Casanueva, primario di malattie infettive pediatriche presso l’ospedale universitario Austral di Pilar, in Argentina, ha ritenuto che sarebbero stati essenziali per studi che esaminassero anche l’immunità cellulare dopo l’infezione nei bambini. “Solo perché non hanno livelli rilevabili di anticorpi umorali non significa che non abbiano immunità. Questo è già stato osservato in pediatria con il vaccino contro l’epatite B e nei bambini nelle Samoa americane”, ha affermato. Infobae Dott.. Casanova.

READ  Più di 100 nomi saranno una tendenza

Un’altra scoperta dello studio israeliano è stata che hanno scoperto che il 10% dei bambini aveva contratto il virus, anche se il 41% di loro aveva una certa esposizione nota e sapeva di essere malato. Schlesinger ha detto che l’ospedale ha continuato a studiare. Nei successivi lavori di giugno e luglio 2021, in fase di stesura ma non ancora pubblicati, si è riscontrato che la percentuale di bambini a Gerusalemme che ha contratto il virus è aumentata dal 10% al 30% o anche leggermente superiore.

Oggi, lunedì, i ministeri della Salute e dell’Istruzione hanno avviato una serie di test sierologici tra gli studenti del quartiere Haredi per determinare la percentuale di bambini che potrebbero essere infettati dal virus Corona. I ministeri hanno indicato che si aspettano di essere infettati tra il 25% e il 30%. I bambini con anticorpi riceveranno un pass verde e saranno esentati dall’andare in isolamento se qualcuno della loro classe si ammala.

“Quando i bambini sono entrati e abbiamo scoperto di avere la malattia, abbiamo chiesto loro se sapevano come erano stati esposti”, ha spiegato Schlesinger. “Solo il 10% pensava di essere stato contagiato a scuola”. Ha sottolineato che i bambini che hanno partecipato allo studio erano bambini che sono venuti al pronto soccorso non a causa del virus Corona, ma per altri motivi, che si trattasse di polmonite, dito rotto o appendicite.

In Italia, uno studio ha riportato che i bambini di età inferiore ai 6 anni con infezione da coronavirus asintomatica o lieve avevano livelli elevati di anticorpi neutralizzanti (EFE/EPA/Matteo Corner/Archive)
In Italia, uno studio ha riportato che i bambini di età inferiore ai 6 anni con infezione da coronavirus asintomatica o lieve avevano livelli elevati di anticorpi neutralizzanti (EFE/EPA/Matteo Corner/Archive)

Tuttavia, un altro studio in Italia ha indicato che la durata dei livelli anticorpali potrebbe essere più lunga nei bambini. Lo studio, condotto dal Dr. Francesco Bonfante a Padova, in Italia, ha riferito che i bambini in età prescolare (sotto i 6 anni) con infezione da coronavirus asintomatica o lieve avevano alti livelli di anticorpi neutralizzanti. È stato suggerito che i livelli di anticorpi rimangono elevati per 7-8 mesi del periodo di follow-up. Al contrario, nei bambini e negli adulti in età scolare sono stati osservati bassi livelli di anticorpi neutralizzanti e risposte transitorie.

READ  Obesità: “Si presume che la volontà di una persona determini se è magra o meno, ma questo è un grosso errore” | Salute e benessere

Continuare a leggere:

Perché il sistema immunitario dei bambini sarà meglio attrezzato per combattere il virus Corona
Perché i bambini hanno sintomi meno gravi di COVID-19?
Il rischio di una grave infezione da COVID-19 nei bambini è basso quasi quanto l’influenza