Flamina&dintorni

Informazioni sull'Italia. Seleziona gli argomenti di cui vuoi saperne di più

Cosa ha fatto Berlusconi per l’economia?

Cosa ha fatto Berlusconi per l’economia?

Silvio Berlusconi Morì all'età di 86 anni. Questo magnate italiano fu Primo Ministro italiano tre volte: la prima nel periodo 94-95; Il secondo è avvenuto nel periodo 2001-2006 e il terzo nel periodo 2008-2011. Da allora, Berlusconi non è più tornato nella massima magistratura del Paese, ma ha continuato a svolgere il ruolo di importante attore politico: da ultimo, durante la recente campagna elettorale che si è conclusa con la promozione della Meloni. Ma l’influenza politica non equivale necessariamente all’influenza economica. In che misura Berlusconi ha contribuito a trasformare e migliorare economicamente l’Italia? In definitiva, all’epoca affermava di essere “di destra” o almeno di “centro-destra”, e chiedeva riforme che, liberalizzando l’economia, ne avrebbero stimolato la crescita. Quindi, in questi momenti in cui si valuta la propria vita e il proprio lavoro, ci si aspetterebbe di trovare al proprio attivo alcune pietre miliari riformiste. Ma difficilmente li troveremo. È vero, Berlusconi ha pubblicizzato alcuni tagli fiscali, una tiepida flessibilità lavorativa e una riforma pensionistica modesta, ma niente di veramente notevole.. La stessa Associazione italiana dei datori di lavoro – che, a differenza della Lega spagnola, è caratterizzata da una chiara convinzione pro-mercato – è arrivata ad opporsi apertamente al secondo governo Berlusconi (2001-2006) a causa della sua mancanza di orientamento riformista. Sebbene avesse potere sufficiente per approvare le modifiche legislative necessarie, Berlusconi ha piegato le spalle, forse cercando di assicurarsi un nuovo mandato. Cosa che non ha ottenuto nelle elezioni del 2006. Inoltre, una volta tornato al potere nel 2008, il suo ruolo si è limitato a gestire la crisi internazionale opponendosi all’austerità, cioè a epurare le demoniache finanze pubbliche italiane. Lasciò addirittura il potere nel 2011, minacciando di far uscire l’Italia dall’euro. In altre parole, Berlusconi non è riuscito a migliorare significativamente l’economia italiana, la cui produttività rimane stagnante fino ad oggi.. Basti dire che il reddito pro capite del Paese non è aumentato affatto dal 1993. Ciò significa che gli italiani in media sono ricchi – o poveri – oggi come lo erano tre decenni fa. Berlusconi non ha fatto nulla per rimediare a questo. Che la terra ti sia lieve.

READ  Banca Vaticana: Meno profitto ma più trasparenza | L'Istituto delle Opere Religiose ha chiuso i conti in linea con le riforme