Flamina&dintorni

Informazioni sull'Italia. Seleziona gli argomenti di cui vuoi saperne di più

Con l’aumento dei contagi, l’Italia valuterà maggiori restrizioni su chi non è vaccinato

In Italia, mercoledì 10.167 persone sono state contagiate dal virus corona

Il governo italiano ha annunciato giovedì che sta valutando possibili ordini di coprifuoco per coloro che non sono stati vaccinati se l’infezione da virus corona aumenta, in un aumento dei casi giornalieri che colpiscono l’intera Europa.

L’ordinanza del coprifuoco per chi non è stato vaccinato non è una strategia da utilizzare nei casi attuali, ma potrebbe essere valutata se alcune zone entrano nella Zona Arancio, ovvero il rischio medio-alto, ha detto in radio il sottosegretario alla Salute Pierrelo Celeri rapporti. .

In Italia l’84,36% della popolazione di età superiore ai 12 anni è già stata vaccinata contro il corona virus. Altre 2.865.802 persone sono state vaccinate contro la terza dose, secondo un sito web del governo dedicato alla campagna di vaccinazione.

Secondo sedano, comunque La situazione epidemiologica è attualmente “sotto controllo” Con le attuali restrizioni, il “Green Pass” obbligatorio per tutti i dipendenti pubblici e privati ​​nel paese sarà ottenuto tramite vaccinazione, test negativo o test di recupero da Govt-19.

Oltre a Sedano, il ministro per gli Affari regionali Mariastella Gelmini è favorevole a un inasprimento dei controlli su chi non è stato vaccinato «se la situazione dovesse peggiorare nelle prossime settimane».

Secondo il quotidiano repubblicano, la Gelmini incontrerà venerdì i rappresentanti di 20 regioni del Paese, dove si riuniranno alcuni dei principali promotori di nuove misure per prevenire un’ulteriore progressione della malattia.

Mercoledì in Italia sono stati segnalati in totale 10.167 casi di coronavirus. È la prima volta da maggio che il numero di contagi ha superato i 10.000 al giorno e gli 8.072 casi giornalieri, un numero superiore alla media della scorsa settimana.

READ  Vinta 3-0 in favore della Lazio