Flamina&dintorni

Informazioni sull'Italia. Seleziona gli argomenti di cui vuoi saperne di più

Con COVID-82%, ricovero per malattie respiratorie pediatriche

Dall’uso della telemedicina per migliorare la teleassistenza alla necessità di accelerare il recupero dei vaccini persi durante un’emergenza Covid. Anche notizie false sulla salute dei bambini e ritardi nella diagnosi di varie malattie che colpiscono i bambini, compresa la celiachia: Covid ha cambiato l’assistenza all’infanzia. Ma tra le caratteristiche che hanno caratterizzato lo scorso inverno c’è stata la scomparsa delle malattie infettive che colpiscono i bambini, come l’influenza e il morbillo, e soprattutto, una forte diminuzione dei ricoveri di oltre l’80% e l’accesso ai casi di emergenza dovuti a bronchiolite e altre. Infezioni respiratorie tra i neonati, grazie alle misure adottate contro SARS-CoV-2, dalle maschere ai neonati distanziati.

Per la valutazione sarà il 76 ° Congresso dell’Associazione Pediatrica Italiana, in programma dal 25 al 28 maggio. Un aspetto che ha reso unico lo scorso inverno è stata la scomparsa del Syncitial Respiratory Virus, che infetta ogni anno 3,5 milioni di bambini nel mondo, ed è uno dei motivi più comuni per arrivare al pronto soccorso nei primi mesi di vita. Uno studio italiano pubblicato su JAMA e condotto presso l’Università Umberto I dell’Università di Roma-La Sapienza ha osservato una diminuzione dell’82% dei ricoveri ospedalieri per malattie respiratorie sotto i 5 anni di età nella stagione 2020-21 rispetto alla stagione 2018-2019. Inoltre, il rinovirus è stato il leader nei pazienti ospedalizzati con l’86%, mentre il virus respiratorio sinciziale è apparso solo nell’8,5% dei campioni, con una diminuzione dell’88% rispetto all’inverno 2018-2019.

Anche l’influenza, il morbillo e i batteri sono scomparsi. Un recente studio multicentrico in 15 ospedali italiani pubblicato sul Journal of Environmental Research of Public Health ha riportato una diminuzione complessiva dell’85% nell’accesso ai pronto soccorso, principalmente a causa di una diminuzione delle lesioni aeree. Fabio Medola, responsabile del pronto soccorso pediatrico di Umberto I e presidente della Società Italiana Malattie Respiratorie Pediatriche (CIMRI), spiega che l’epidemia di Covid ci ha lasciato un’importante eredità che dobbiamo preservare: l’uso efficace delle maschere e della ventilazione. In classe, controllo della temperatura all’ingresso della scuola e nelle aule affollate. Oltre all’igiene delle mani e una maggiore preoccupazione da parte di pediatri e genitori di non portare i bambini a scuola se hanno febbre o tosse, o se sono appena guariti. Ha migliorato la salute dei giovani e fornito sollievo agli ospedali “. D’altra parte, prosegue Medola, “Il numero di bambini che vengono al pronto soccorso è in condizioni critiche a causa dei ritardi nella diagnosi di diabete scompensato, leucemia e cancro infantile. “Il ritardo nella diagnosi si fa sentire in larga misura anche nelle malattie intestinali, i cui sintomi sono spesso ridotti al minimo”.

READ  Gli studenti di Salamanca partecipano al progetto di divulgazione scientifica - Boletines Dependencias

In uno studio che abbiamo fatto in Campania, abbiamo visto, entro il 2020, una riduzione del 30% delle diagnosi di celiachia, l’intolleranza al glutine che affligge 52.000 giovanissimi adulti, a cui si aggiungono 100.000 casi non ancora diagnosticati. Ciò significa che chi mostra i sintomi aspetta più a lungo per ricevere le cure “, spiega Ricardo Troncon, professore di pediatria presso l’Università degli Studi di Napoli Federico II e presidente dell’International Society for the Study of Celiac Disease. Abbiamo un modo di pensare – aggiunge – indicando che questo dato indica anche. Ad altre regioni italiane e anche a quelle che lo scorso anno hanno avuto un maggiore impatto sull’epidemia. Questo sarà uno dei temi all’ordine del giorno del convegno IAPA, che vedrà la partecipazione di quasi 800 pediatri, con più oltre 500 presentazioni e 31 convegni al centro di questa edizione Generale, come la “Giornata del pediatra”, che si celebrerà il 25 maggio ..