Flamina&dintorni

Informazioni sull'Italia. Seleziona gli argomenti di cui vuoi saperne di più

ChatGPT accetta le regole e ritorna in Italia – Scienza e Tecnologia

ChatGPT accetta le regole e ritorna in Italia – Scienza e Tecnologia

(ANSA) – ROMA, di Michele Cassano – “Sono felice di essere tornato!”, ha risposto ChatGPT – il prototipo di chatbot di intelligenza artificiale sviluppato nel 2022 da OpenAI e specializzato nel dialogo – ha risposto ai primi utenti che hanno potuto accedere il servizio.
La piattaforma è tornata disponibile in Italia, un mese dopo una sospensione temporanea decisa dal Garante della Privacy, che impediva il trattamento dei dati per violazione della normativa in materia.
Pochi giorni prima della scadenza del 30 aprile fissata dall'autorità, OpenAI, la società americana che ha sviluppato e gestito la piattaforma, ha riaperto il servizio, dopo trattative che hanno soddisfatto le richieste.
“ChatGPT è nuovamente disponibile per gli utenti in Italia. Siamo lieti di darvi il benvenuto e di continuare a impegnarci a proteggere la vostra privacy”, ha annunciato la società.
“Abbiamo discusso e chiarito le questioni sollevate dal garante”. Il 31 marzo l'Autorità ha annunciato l'avvio dell'indagine, dopo aver scoperto, tra l'altro, la mancata notifica agli utenti e a tutti gli interessati i cui dati erano stati raccolti da OpenAI, ma soprattutto l'assenza di una base giuridica per giustificare la raccolta capillare e conservazione dei dati personali.
Poi, l'11 aprile, ha inviato all'azienda una serie di prescrizioni. Ora – spiega il garante – la società ha messo a disposizione degli utenti europei e in alcuni casi extraeuropei, di tutti gli interessati, una serie di informazioni aggiuntive, modificando e chiarendo alcuni punti riconosciuti e soluzioni accessibili per esercitare i propri diritti.
In particolare, ha riconosciuto a tutte le persone residenti in Europa il diritto di opporsi al trattamento dei propri dati personali per finalità algoritmiche e ha fornito agli interessati la possibilità di cancellare le informazioni ritenute errate, dichiarandole tecnicamente impossibili da correggere nel Paese. Errori.
D’altro canto occorre adottare misure per proteggere i minori. L'utente dovrà dichiarare di essere maggiorenne o di aver compiuto 13 anni e, in tal caso, dovrà ottenere il consenso dei genitori.
Il Garante, che proseguirà l'attività educativa rivolta a OpenAI, sta ora sponsorizzando l'azienda americana per implementare il sistema di verifica dell'età, attuando una campagna di comunicazione per informare gli italiani della possibilità di opporsi all'utilizzo dei dati privati ​​delle persone per formare algoritmi.
Dopo l'intervento del garante italiano, ChatGpt è finita sotto il controllo di altre autorità europee, al punto che il Comitato europeo per la protezione dei dati ha deciso di creare un “gruppo di lavoro”, principalmente per coordinare l'approccio riguardo alla piattaforma.
La questione è in discussione anche al Parlamento europeo, che ha raggiunto un accordo per attuare norme più severe sui software di intelligenza artificiale, che sarà votato in commissione l'11 maggio.
OpenAI, di fronte a queste intrusioni, ha dimostrato un comportamento dialogico, decidendo prima di aggiornare ChatGPT per consentire agli utenti di disattivare la timeline della chat e ora esaudire le richieste dell'ente controllante italiano.
ChatGPT è stato lanciato il 30 novembre 2022; Ha attirato l'attenzione per le sue risposte dettagliate e chiare, anche se la sua accuratezza fattuale è stata criticata. Il servizio è stato inizialmente lanciato gratuitamente al pubblico, con l'intenzione di monetizzarlo in seguito.
Al 4 dicembre, OpenAI stima che ChatGPT abbia già più di 1 milione di utenti. Il 14 marzo 2023 è stato lanciato GPT-4. L'accesso al servizio è limitato in paesi come Cina e Russia; Iran e parti dell'Africa. (Io dimentico).

READ  Quali frutti tropicali migliorano la salute dell’intestino e aiutano a combattere il caldo?

Tutti i diritti riservati. ©Copyright ANSA