Flamina&dintorni

Informazioni sull'Italia. Seleziona gli argomenti di cui vuoi saperne di più

Aumenta la tensione in Francia: 79 manifestanti sono stati arrestati dopo aver preso d'assalto un mercato nella regione parigina

Aumenta la tensione in Francia: 79 manifestanti sono stati arrestati dopo aver preso d'assalto un mercato nella regione parigina

Agenti di polizia all'ingresso del mercato internazionale di Rungis (EFE/EPA/Yoan Valat)

La tensione tra gli agricoltori francesi e le forze dell'ordine è aumentata mercoledì, quando… Primi arresti Dai produttori che hanno tentato di entrare nel mercato alimentare di Rungis South ParigiChe il governo considera una “linea rossa”.

La polizia francese l'ha arrestata mercoledì 79 persone Dopo che i manifestanti hanno preso d'assalto il principale mercato all'ingrosso della regione parigina, provocando danni. Sono stati portati fuori dalle forze di sicurezza.

Le riprese televisive hanno mostrato una forte presenza di sicurezza nel mercato, compresi veicoli blindati della Gendarmeria. L’entità del danno non è stata immediatamente chiara.

Questa azione è arrivata dopo decine di agricoltori del distretto Lotte e Garonnanel sud-ovest della Francia, raggiungerai il mercato.

in precedenzaDiciotto persone che hanno cercato di ostacolare Rungis sono state arrestate con l'accusa di “interferenza con il traffico”. La polizia ha detto. I pubblici ministeri hanno detto che 15 di loro sono stati arrestati.

La tensione tra gli agricoltori francesi e le forze dell'ordine è aumentata mercoledì, quando sono stati effettuati i primi arresti di agricoltori (Reuters/Benoit Tessier)
La tensione tra gli agricoltori francesi e le forze dell'ordine è aumentata mercoledì, quando sono stati effettuati i primi arresti di agricoltori (Reuters/Benoit Tessier)

Migliaia di agricoltori provenienti da tutto il paese si riuniscono a Parigi e in altre città per fondare… Barriere per fermare il traffico Sulle autostrade nelle proteste in cui il governo ha adottato un tono largamente conciliante.

Ma il ministro dell'Interno Gerardo DarmaninHa spiegato che le misure nella regione di Rungis, che fornisce cibo e altri beni di prima necessità a gran parte della regione parigina di 12 milioni di persone, e altre infrastrutture chiave come gli aeroporti di Parigi, costituirebbero una linea rossa.

READ  Romina Manguel si differenziava dai colleghi radiofonici che criticavano Galperin

L'apparente tregua finora tra i convogli di trattori, che hanno chiuso molte strade, e la polizia per una settimana ha mostrato i primi segni di stanchezza. La tensione si era fatta sentire già dalla mattina. L'immagine dei trattori piazzati uno di fronte all'altro davanti ai carri armati della polizia che sorvegliavano uno dei punti della diga sull'autostrada che porta a Parigi faceva presagire che sarebbero volate scintille.

Un convoglio partito lunedì scorso dalla città di Agen, nel sud del Paese, centro della protesta, diretto a Rungis, si è scontrato con un distaccamento di polizia che lo ha fermato su un ponte sulla Loira, a 80 chilometri dalla destinazione .

Gli agricoltori dell'Unione guidavano i trattori. coordinamento rurale, Sebbene non sia la maggioranza, è il più combattivo ed è stato accusato di avvicinarsi all'estrema destra del paese.

Parallelamente sono avvenuti i primi arresti. Successivamente alcuni di loro, muniti del timbro del Comitato di Coordinamento Rurale, sono riusciti a eludere la sorveglianza degli agenti ed entrare a piedi nel mercato all'ingrosso.

Per la prima volta dall’inizio delle proteste sono state dispiegate grandi forze equipaggiamento antisommossa, Molto conservatore finora, anche se il Ministero degli Interni ha schierato 15.000 agenti.

Allo stesso tempo, i portavoce del governo, fino a quel momento disponibili alle richieste dei contadini, cominciarono ad alzare i toni e ad assicurarsi che il loro lavoro, che cominciava a dare i suoi frutti, non fosse riconosciuto dalle campagne.

Lo ripetono il presidenteEmmanuel Macron, Durante una visita di Stato in Svezia, ha ceduto ad alcune richieste agricole: ha rifiutato di cancellare i sussidi per il diesel, ha semplificato alcune procedure e ha ottenuto concessioni da Bruxelles sui terreni incolti e sulle importazioni di grano ucraino.

Un sondaggio pubblicato da BFMTV mostra che quasi l’80% dei francesi sostiene le richieste degli agricoltori (Reuters/Benoit Tessier)
Un sondaggio pubblicato da BFMTV mostra che quasi l’80% dei francesi sostiene le richieste degli agricoltori (Reuters/Benoit Tessier)

Per l’Eliseo quello che lo stesso Macron cercherà di rafforzare giovedì nel corso del vertice dei capi di Stato e di governo dell’Ue che avrà inizio a Bruxelles è un passo avanti.

READ  Sul fondo di un lago sono stati ritrovati i resti di un aereo misteriosamente scomparso più di 50 anni fa

Ma questo non basta agli agricoltori, che hanno dimostrato le loro capacità nei 100 punti di blocco che mantengono in tutto il paese. Preparatevi a continuare a protestare e ad aumentare la pressioneAnche se i leader sindacali della maggioranza hanno ribadito il messaggio di mantenere la calma ed evitare la violenza.

Un sondaggio pubblicato dal canale BFMTV lo ha dimostrato Quasi l'80% dei francesi sostiene queste richieste Dagli agricoltori.

La Piattaforma di difesa dei trasporti stradali, che ha promosso lo sciopero dei trasporti di 20 giorni nel marzo 2022 in Spagna, è in trattative con gli agricoltori per manifestare insieme “contro la speculazione”.

Lo ha spiegato dettagliatamente mercoledì il portavoce di questa piattaforma delle imprese di trasporto indipendenti e delle PMI, Manuel Hernández, attraverso un messaggio condiviso sui social network in cui sottolineava che “i problemi rurali e quelli dei trasporti sono gli stessi”.

“Il nostro lavoro non è pagato adeguatamente e non siamo in grado di sostenere la nostra attività. Hernandez ha sottolineato che i trasporti e i lavoratori rurali non possono dipendere dalla speculazione e dalle forze economiche, tutto ciò che fanno è sostituirci per mantenere un sistema di produzione e di trasporto di mercato a buon mercato e ingiusto.

Il portavoce è favorevole all'“unione delle forze” e al raggiungimento di un accordo su come scendere in piazza, perché è necessario “Fare pressione” ed essere “in grado di paralizzare tutto”.

Data la possibilità di aderire alla prossima protesta 6 febbraioDato che gli agricoltori si sono riuniti in diversi gruppi sui social media, Hernandez ha affermato che hanno bisogno di più tempo per fare le valigie e ha chiesto di concordare un'unica data, considerando che molti trasportatori attualmente hanno camion in viaggio e devono pianificarlo.

READ  Il regime di Kim Jong-un ha respinto la proposta della Corea del Sud di dichiarare "prematura" la fine della guerra.

(Con informazioni da EFE e AFP)