Flamina&dintorni

Informazioni sull'Italia. Seleziona gli argomenti di cui vuoi saperne di più

Apple entra nella battaglia per il risparmio negli Stati Uniti

Apple entra nella battaglia per il risparmio negli Stati Uniti

Negli Stati Uniti si rivela un grande afflusso di depositi alla ricerca di una maggiore redditività del risparmio


  • Il gigante della tecnologia sta collaborando con Goldman Sachs per offrire ai clienti delle carte di credito un interesse del 4,15%.


  • Le banche spagnole continuano a rimanere indietro nell’incanalare tassi di interesse più elevati nel risparmio: a febbraio la ricompensa è stata dello 0,86%


  • Il prossimo 28 giugno potrebbe essere decisivo: le banche europee restituiscono alla BCE 549.000 milioni di liquidità

Un conto con un interesse del 4,15%? L’offerta non arriva da nessuna banca, ma da un colosso tecnologico. Apple ha annunciato questa offerta tre giorni fa per gli utenti della sua carta di credito Apple Card. Il prodotto è stato lanciato negli Stati Uniti in collaborazione con un’entità, Goldman Sachs, e produrrà un interesse del 4,15% pari a 250.000 dollari (228.000 euro). I clienti possono trasferire elettronicamente fondi da conti bancari collegati alla loro Apple Card.

Ingresso tecnologico in questo nuovo prodotto bancario Coincide con il momento in cui molti risparmiatori americani stanno spostando i loro soldi. Le statistiche dell’Institute of International Finance (IIF) mostrano però questo deflusso di depositi Aggrappata alla crisi bancaria della Silicon Valley, è arrivata prima e “riflette semplicemente le conseguenze dell’aumento dei tassi della Fed”, afferma questo organismo.

Se le banche non pagano, il fornitore finisce per cercare la redditività dei suoi soldi altrove. È un fenomeno che si verifica in tutti i paesi che stanno attraversando questo nuovo ciclo di politica monetaria. È un avvertimento al settore finanziario del pericolo intrinseco se una delle principali società tecnologiche (Grande tecnologia) progressi in questo lavoro.

READ  Gli economisti chiedono condizioni rigorose alla Banca centrale europea per sostenere l'Italia e la Spagna

“adulti Grande tecnologia Hanno già mosso i primi passi nel settore bancario e ora possono vedere un’opportunità per iniziare a rubare la loro quota di mercato. Hanno dati e tecnologia di controllo. Quando considereranno davvero il settore bancario di loro interesse, dovremo stare attenti e vedere dove ci porterà.afferma Mario Cantalavedra, economista.

Su cosa contano aziende come Apple, Google, Microsoft o Meta per entrare in questo business? Ci sono diversi fattori – la regolamentazione è uno di questi – ma indubbiamente ha anche a che fare con la redditività. “L’attività bancaria non è molto redditizia e l’attività tecnologica è abituata a rendimenti fino al 35%. nella loro attività. Il giorno in cui l’azienda lo vedrà, lo farà e possibilmente approfitterà della debolezza che i clienti non sono contenti della loro banca”, afferma Cantalapedra.

Per ora, l’account Apple ad alto pagamento è limitato al mercato statunitense. Il grande attacco delle aziende tecnologiche a questo settore non è ancora avvenuto, ma si stanno aprendo nuovi orizzonti per l’esplorazione del business.

Banca spagnola ritardataria

Questo diffuso movimento di deflussi di depositi comincia a farsi sentire nel nostro Paese. Sono dei piccoli risparmiatori Converti i tuoi soldi in banca in buoni del tesoroPer esempio. Il debito pubblico paga fino al 3% di interessi, e fermare i soldi non affitta niente. Continua anche l’inflazione Mangiare cibo parte del valore del risparmio.

Il settore bancario spagnolo è particolarmente in ritardo In questo trasferimento da tassi più elevati ai depositi. A fine febbraio offriva lo 0,86% a tempo determinato, mentre in Italia e Francia l’interesse ha già superato il 2%. È uno degli interessi più bassi della zona euro. I tassi ufficiali sono al 3,5% da marzo.

READ  L'elettricità scende questo mercoledì al prezzo più basso dell'anno

Le banche spagnole accelerano la desincronizzazione: Passano ai loro clienti incrementi in crediti (i cosiddetti attivi) senza toccare i depositi (passivi). La differenza tra i due tassi di interesse aumenta e aumenta il reddito del settore.

I risultati di Bankinter, la prima entità a rendicontare i conti per il primo trimestre, hanno confermato la dinamica: il margine di interesse è aumentato di oltre il 63% “confermando la sua tendenza al rialzo, soprattutto negli ultimi due trimestri”, secondo l’entità. Tra pochi giorni, il resto delle banche seguirà sicuramente con una crescita notevole.

Nel caso di Bankinter, l’amministratore delegato, Maria Dolores d’Ancosa, Si è reso conto che sebbene la sua entità non stia ancora premiando i depositi in modo generaleLo fai individualmente, a seconda del rapporto del cliente con la banca. Ha anche ammesso che guardano “permanentemente” con sospetto l’offerta di altre entità.

Maria Dolores d’Ancuza, CEO, Bankinterniusdiario.es

28 giugno, chiave?

Nessuno sa come sarà esattamente la giornata, ma quasi tutti danno per scontato questo fenomeno: il cosiddetto guerra Una delle passività alla fine raggiunge le banche spagnole. All’inizio dell’anno erano già stati rivelati alcuni movimenti nelle piccole banche. ING offre dal 2% a tre mesi di nuove entrate. Open Bank fino al 2,75% se lo stipendio o la pensione è a casa. Wizink paga il 3% per diciotto mesi.

Ma non puoi parlare della battaglia passiva (cioè cercando di conquistare i clienti con un bonus di risparmio) fino a quando non viene dato il via libera da uno dei principali clienti: Santander, BBVA, Caixabank o Sabadell. Uno dei motivi di questo ritardo è l’elevata liquidità del sistema: le banche non hanno bisogno di attrarre denaro da nuovi clienti.

READ  Dollaro blu e dollaro oggi: il prezzo di questo giovedì 20 luglio, minuto per minuto | Quanto funziona comprare e vendere

“Il 28 giugno è fondamentale perché le banche devono tornare alla Banca centrale europea (BCE) 549.000 milioni di euro di liquidità. Questo potrebbe essere il momento in cui vedremo davvero quella guerra per le responsabilità”, spiega Cantalapedra. Penso che in Spagna siamo indietro a causa di questo problema e Perché la quota di mercato è altamente concentrata in tre entità E nessuno di loro ha deciso di iniziare a compensare i risparmi conservativi.