Flamina&dintorni

Informazioni sull'Italia. Seleziona gli argomenti di cui vuoi saperne di più

Il governo ha chiesto al Congresso di approvare il progetto delle entrate straordinarie: ‘Ci sono più questioni prioritarie all’ordine del giorno del PASO’

Il governo ha ribadito che incoraggerebbe “l’imposta sul reddito straordinaria”

Mentre il contesto inflazionistico continua a devastare l’economia reale, la possibilità di implementare un bonus di fine anno o un importo fisso, tra le altre misure economiche, sta ancora una volta stringendo la corda all’interno del partito di governo. Questa volta la battaglia è sull’origine di quel denaro.

Portavoce presidenziale Gabriella Cerruti condizionato, in qualche modo, a quella possibilità di approvazione nel Congresso della Nazione di un disegno di legge”reddito straordinario“Fornito dal ramo esecutivo a metà anno e non trattato dal Parlamento. Durante la conferenza stampa ha sottolineato che “dovrebbe essere una priorità assoluta per il Congresso”. Pochi minuti dopo, tramite il suo account Twitter, ha rafforzato il messaggio.

“Il governo pensa che questo sia all’ordine del giorno del Congresso Ci sono problemi con priorità più alta rispetto a STEP. Ad esempio, ho inviato la fattura a giugno affitto imprevisto. In modo che coloro che hanno ricevuto profitti da situazioni tragiche come epidemie e guerre, possano dare il loro contributo”, Scorri i tuoi settori spaziali (Kirchenria) che premono per affrontare altre questioni politiche.

Si parla all’interno del governo di palese ipocrisia da parte di chi chiede la ricompensa economica a fine anno, ma rifiuta di affrontare il progetto presentato dall’ex ministro dell’Economia, Martin Guzman. La strategia del ramo esecutivo è fare pressione sull’opposizione, sui legislatori coreani e su coloro che rappresentano i movimenti sociali per rilanciare l’iniziativa che sperano di aggiungere 1.000 milioni di dollari al pacchetto.

Potrebbe interessarti: Manipolazione elettorale preparata dal Kirchnerism

Nella sua tradizionale conferenza stampa di giovedì, Cerruti ha indicato che stanno cercando il ramo esecutivo per discuterne al Congresso per ottenere una ridistribuzione più equa della ricchezza e dei profitti.

READ  Crisi energetica: l'aumento dell'elettricità mette la Spagna in cima all'inflazione dell'eurozona | Economia

“Dobbiamo esserlo Approva Questo progetto perché significa il più antico Entrate Per il Paese potranno farlo ridistribuito In molte politiche richieste da molti settori”, ha affermato il funzionario.

Ha sottolineato: “Il governo ha inviato a giugno di quest’anno un progetto che vuole discutere al Congresso, ed è valido in altri paesi con ottimi risultati”.

La portavoce presidenziale Gabriella Cerruti

La motivazione ufficiale per l’applicazione del reddito straordinario è che ha una storia positiva nel mondo: SpagnaE il FranciaE il ItaliaE il Regno Unito Applicare qualcosa di simile. Il presidente ne parla continuamente con i leader mondiali. Al momento è in discussione in Germania e Portogallo. In Germania, anche esistente Retroattivoha evidenziato Cerruti.

In questo senso, la portavoce ha ritenuto che questa dovrebbe essere la priorità del Parlamento e non un possibile commento di un passoDove stanno cercando di insediarsi da alcuni settori del partito al governo.

Il funzionario ha sottolineato al riguardo che: “C’è una legge Valido Che è buono. Il processo di comunicazione è in corso. Le primarie includono di più democrazia E più condivisione. Crediamo che mentre molti attori politici cercano di creare atteggiamenti antipolitici o incredulità delle persone nella politica, più discussioni e partecipazione, meglio è”.

Ha anche sottolineato che questa non è l’autorità del ramo esecutivo. Il Congresso deve stabilire la propria agenda. Ma il governo pensa che ci sia di più in questo momento priorità Così come l’affitto inaspettato”.

Reddito imprevisto: il governo ha chiesto l'approvazione del Congresso
Reddito imprevisto: il governo ha chiesto l’approvazione del Congresso

Pertanto, il governo cerca di tornare alle commissioni del legislatore e di applicare un’aliquota del 15% alle società i cui profitti operativi sono superiori al 10% indipendentemente dall’origine di questo margine. In altre parole, è un’imposta aggiuntiva per le grandi società dove hanno aumentato i prezzi di ciò che vendono molto più dei loro costi di produzione.

READ  L'economia di Grenada aumenta con il nuovo record di esportazioni

L’imposta è destinata a essere pagata per l’intero anno fiscale 2022 e, secondo il progetto, sarà un pagamento una tantum (da versare con gli utili dovuti a maggio 2023). Come nel caso dell’imposta generale sul reddito, anche gli anticipi e le detrazioni sono previste.

Sperano che il ramo esecutivo paghi circa 350 aziende e distribuisca una parte di quei contributi (non si sa quanto saranno) alle migliaia di lavoratori ufficiali che li raccoglieranno, senza intaccare le casse finanziarie.

Continuare a leggere: