Flamina&dintorni

Informazioni sull'Italia. Seleziona gli argomenti di cui vuoi saperne di più

Amazon aprirà un altro mega centro logistico a Toledo che creerà 1.200 posti di lavoro permanenti entro tre anni | Aziende

Amazon continua a potenziare la sua capacità logistica in Spagna. L’azienda ha annunciato oggi che aprirà un nuovo centro logistico su un’area di oltre 180.000 metri quadrati a Iliskaas (Toledo), dove il colosso dell’e-commerce prevede di creare 1.200 posti di lavoro permanenti nei prossimi tre anni. E così la multinazionale sta espandendo il suo investimento nella comunità Castilla-La Mancha, già nel 2019 ha aperto un altro centro logistico per articoli grandi e voluminosi.

Il nuovo centro, che supporterà le operazioni spagnole ed europee di Amazon e dovrebbe entrare in funzione quest’anno, sarà utilizzato per immagazzinare e gestire prodotti più piccoli come telefoni intelligentiO giochi o libri, come ha indicato l’azienda, che ha già avviato il processo di assunzione. Tra i file personali che cercano ci sono tecnici di ingegneria e manutenzione, operatori logistici, responsabili operativi, infermieri del lavoro, ingegneri IT, ingegneri dell’automazione o responsabili delle risorse umane.

L’azienda, che quest’anno festeggia i 10 anni in Spagna, non ha fornito ulteriori dettagli sulla nuova struttura, ma conferma che sarà molto simile a quella che ha annunciato poche settimane fa che aprirà a Murcia, il che indicherà che sarà anche un centro automatizzato, e quindi un provider, con robot di Amazon Robotics. Quinto con queste caratteristiche che potrebbe essere multinazionale in Spagna.

Fred Batje, responsabile del servizio clienti di Amazon per Francia, Italia e Spagna, conferma che questa nuova posizione è “un’altra testimonianza” dell’impegno dell’azienda in Spagna, e in particolare nella provincia di Toledo. “Dall’arrivo del nostro primo centro logistico in Castilla-La Mancha, Illescas è diventato un punto di riferimento logistico, dimostrando l’impatto di Amazon sull’economia locale e sulla creazione di posti di lavoro”, afferma.

READ  TCI chiede all'Italia di non fare pressioni su Atlantia affinché venda Autostrade

Anche il sindaco di Illescas, Jose Manuel Tofino, ha espresso la sua soddisfazione per la realizzazione di questa nuova infrastruttura. “È sempre una buona idea scegliere Amazon Illescas per lanciare un altro progetto che creerà ricchezza e posti di lavoro per la comunità locale”, afferma, sottolineando la “buona collaborazione” che esiste tra il consiglio comunale e l’azienda.

L’annuncio di Amazon mostra la carriera inarrestabile dell’azienda, che in soli quattro mesi ha già annunciato l’apertura di due mega centri logistici in Spagna (uno a Ilscas e l’altro a Corvera in Murcia, che creeranno anche 1.200 posti di lavoro a tempo indeterminato in tre anni. ) e un terminal logistico ad Alicante., creerà 60 posti di lavoro permanenti. Con queste recenti aggiunte, la rete logistica multinazionale aggiungerà ora 30 strutture in Spagna: 9 centri logistici; Due centri logistici urbani, dedicati alla consegna espressa Prime Now; 17 stazioni logistiche e 2 centri di distribuzione.

L’azienda, che ha visto una crescita significativa della sua attività con la pandemia in tutto il mondo, aggiungerà quasi 2.500 altri posti di lavoro permanenti alla sua forza lavoro in Spagna, oltre ai 12.000 che ha oggi nel paese. Solo nel 2020, Amazon ha creato più di 5.000 posti di lavoro a livello locale.

La multinazionale spiega che sta espandendo la sua rete di centri logistici in Spagna per aumentare la sua capacità e migliorare il suo supporto per i suoi partner commerciali, la maggior parte dei quali sono piccole e medie imprese che utilizzano il servizio di magazzinaggio e consegna di Amazon. L’azienda osserva che ci sono più di 9.000 PMI spagnole che vendono su Amazon, il che avrebbe superato i 450 milioni di euro di esportazioni nel 2019 (ultimi dati disponibili). Solo nella comunità di Castilla-La Mancha, dove aprirà un nuovo centro logistico, ci sono più di 400 PMI che vendono su Amazon, che hanno esportato più di 10 milioni di euro.

READ  Guzmán incontrerà la sua controparte francese, presidente del club Paris Telem

Dal 2011 Amazon ha investito 6,8 miliardi di euro nelle sue operazioni in Spagna. Un numero che, secondo l’azienda, comprende sia gli investimenti di capitale (hub logistico, uffici e infrastrutture nel cloud) sia le spese operative (stipendi inclusi). Secondo l’azienda, lo stipendio base per l’ingresso nei propri centri logistici supera i 20.300 euro lordi.

Amazon ha registrato un fatturato totale in Spagna di 5.400 milioni di euro nel 2020, secondo CincoDías. L’importo include sia le fatture delle filiali della società operante in modo indipendente in Spagna i cui conti compaiono ogni anno nel Registro Mercantile, sia quelle delle filiali Amazon EU Sarl (responsabili delle vendite al dettaglio tramite Amazon.es) e Amazon Web Services (Attività commerciale Nube), Che comunica i suoi redditi e profitti alle autorità spagnole e paga le tasse corrispondenti nel paese, ma presenta conti in comune tramite la sua società madre in Lussemburgo.

Il reddito di queste due filiali, che corrisponde alla vendita diretta di Amazon a terzi, è ammontato a 3960 milioni di euro lo scorso anno, e la maggior parte proveniva dall’attività di negozio online, come avviene in tutti i mercati in cui si trova. Il numero è derivato dai conti che la società ha appena fornito nel registro commerciale, dove è indicato che le filiali che operano in Spagna hanno registrato indipendentemente 1.569 milioni, con un aumento dell’88% rispetto al 2019, e hanno realizzato 13 milioni di profitti. In questo caso, 1.309 milioni corrispondono ai servizi forniti alle società del gruppo (la maggioranza, 1.146 milioni, derivanti da servizi logistici), e 260 milioni per la loro attività di pubblicità online. L’anno scorso l’azienda ha pagato 140 milioni di imposte dirette.

READ  Il quinto giorno del tour presidenziale: la riunione della riunione ...