Fondo di solidarietà, Bisonni: “Quante persone ne potranno beneficiare?”

Sandro Bisonni

Quante sono le persone che potranno beneficiare del fondo di solidarietà nel 2018? Si ritiene che le risorse esistenti possano fornire una risposta adeguata? Sono i due quesiti posti al Presidente della Giunta, nonché assessore competente, Luca Ceriscioli nell’interrogazione presentata dal consigliere regionale Sandro Bisonni del Gruppo Misto. A partire dal mese di gennaio 2015 – fa presente lo stesso Bisonni – per diverse centinaia di persone con disabilità e con problemi di salute mentale, ricoverate presso servizi residenziali sociosanitari precedentemente a completo carico sanitario, è scattata una compartecipazione piuttosto onerosa. Il Fondo è destinato proprio a questi cittadini ed ai fini di una ponderata programmazione è indispensabile conoscere il numero dei potenziali beneficiari”. Il Fondo regionale straordinario di solidarietà è stato istituito, si ricorda nell’interrogazione, attraverso la legge del 2016 inerente le “Disposizioni per la formazione del bilancio 2017 – 2019 della Regione Marche” e riguarda il 2018, il 2019 ed il 2020, con una disponibilità annuale pari a 2 milioni di euro. Attraverso diverse delibere di Giunta, e come previsto dal DPCM del gennaio 2017, è stata applicata una compartecipazione al costo del servizio per una quota pari al 70%. Al cospetto di questo scenario Bisonni chiede che venga fornito un quadro preciso della situazione, per mettere in atto interventi seri ed oculati in un settore particolarmente delicato come quello dell’assistenza sanitaria.