Ruggeri: “Punto di primo intervento negato ai tre ex ospedali e garantito a Recanati. Perché?”

All’ospedale Santa Lucia di Recanati è stata garantita la presenza del Punto di Primo Intervento. Tale è uno dei 13 nosocomi che, nelle Marche, hanno subito lo smantellamento e la chiusura, il 31.12.2015, su decisione dell’attuale potere regionale marchigiano. Recanati è rimasta, ora, con una struttura classificata come ospedale di comunità al pari di Cagli, Fossombrone e Sassocorvaro. Perché a Recanati sì e a noi no? Siamo rimasti con un ingiustificabile ambulatorio definito Acap (Ambulatorio della continuità assistenziale primaria). Sarà l’anima di Leopardi che incalza o il giochino dei “compromessi politici” che incombe? Continuiamo ad andare avanti a simpatia, tra le disfunzioni e l’inenarrabile caos in progressivo aumento. Proteste ovvie anche da Cagli e Fossombrone da dove partono le accuse di imparzialità.

Carlo Ruggeri - Coordinatore comitato provinciale pro ospedali pubblici