Tax credit per la riqualificazione turistica. Dito veloce contro la logica e il merito

Il Ministero della Cultura e turismo (MIBACT) ha pubblicato la graduatoria delle imprese ammesse a beneficiare del credito di imposta per la riqualificazione delle imprese ricettive per l’anno 2018, per le spese sostenute dagli alberghi nell’anno 2017. «Per l’anno 2018 – ricorda il Direttore Generale di Confturismo Marche Nord/Confcommercio, Amerigo Varotti – previsto uno stanziamento di 60 milioni di euro  che sono andati esauriti in… sei secondi. Il tax credit prevedeva infatti il “click day” per l’invio delle istanze al MIBACT. Click day fissato dalle ore 10 del 26 febbraio 2018 alle 16 del 27 febbraio. Ebbene in 6 secondi sono stati esauriti i 60 milioni di credito di imposta previsti. Bastava un “dito veloce” e si vinceva la lotteria. 865 imprese in Italia con il solo criterio della velocità del dito sul mouse (non appena sul sito del Ministero è apparso l’apposito pulsante) hanno “VINTO” il credito d’imposta.  Con buona pace del “merito” e di una valutazione dei progetti. Sta di fatto che l’esiguità del finanziamento governativo (60 milioni) è stata esaurita in 6 secondi ed altre 1500 imprese sono state escluse. Anche alcune della Provincia di Pesaro e Urbino». Confturismo Marche Nord – Confcommercio contesta «il gioco della lotteria del click day» e invita il prossimo Ministro del Turismo del nuovo Governo ad utilizzare i fondi previsti dal finanziamento complessivo per gli anni 2018-2019-2020 per soddisfare le richieste e le domande presentate dagli operatori turistici “una frazione di secondo dopo le ore 10,06 del 26 febbbraio”.

Confcommercio Pesaro e Urbino