Flamina&dintorni

Informazioni sull'Italia. Seleziona gli argomenti di cui vuoi saperne di più

XPO Logistics gestirà i servizi di trasporto in Italia dalla Spagna | Aziende

XPO Logistics, una delle dieci più grandi società di trasporto e logistica del mondo, guida la propria attività in Spagna. La multinazionale, lavorando con partner come Inditex, H&M, Primark e Carrefour, ha creato una nuova regione che include vettori in Spagna, Portogallo, Italia e Marocco. Questa business unit sarà gestita dalla Spagna dall’italiano Massimo Marcelli, appena nominato nuovo Direttore Generale della società per i trasporti per il Sud Europa e il Marocco.

“Con questo movimento, cerchiamo di ottenere importanti sinergie e massimizzare le opportunità attraverso l’uso dei flussi che possono essere generati tra questi quattro paesi”, spiega a Cinque giorni Marcelli, che è particolarmente fiducioso della sua capacità di utilizzare tutto ciò che ha imparato in Spagna sulle consegne dell’ultimo miglio relative all’e-commerce in Italia. La Spagna è cresciuta molto E-commerce Si colloca già al 24 ° posto nel mondo, mentre l’Italia procede più lentamente e al 29 °. Questo ci apre un’enorme opportunità “, afferma.

Il volume di vendita globale della multinazionale americana ha raggiunto lo scorso anno 16.300 milioni di dollari (circa 13.600 milioni di euro); 6.072 milioni di euro in Europa e 766 milioni in Spagna, in crescita dello 0,8% rispetto al 2019 “nonostante l’epidemia”, grazie all’attrattività dell’e-commerce. L’azienda ha più di 6.000 dipendenti in Spagna, sebbene abbia raggiunto l’apice di 10.000 per campagne come il Black Friday e il Natale. La Spagna è il quarto mercato in termini di vendite, dopo Stati Uniti, Regno Unito e Francia.

Marcelli afferma che le consegne giornaliere nell’ultimo miglio in Spagna sono triplicate nell’ultimo anno, da 1.500 a 4.500, il che le ha portate ad aumentare la flotta di consegne del 40%, a più di 300 veicoli nella penisola iberica.

READ  Gli albanesi votano in elezioni legislative fondamentali nel loro cammino verso l'Unione europea

Il dirigente spiega che si sono concentrati sulla consegna a domicilio di merci come televisori, cucine, frigoriferi o mobili da giardino. XPO Logistics ha recentemente firmato accordi con Ikea e MediaMarkt per fornire servizi dell’ultimo miglio sui loro mega prodotti. “Li stiamo consegnando utilizzando i nostri 60 centri di trasporto e distribuzione nella penisola, di cui circa 50 in Spagna”, continua Marcelli, sottolineando quanto sia importante la rete di centri logistici dell’azienda per i suoi clienti. , Attualmente 6000 in Spagna, comprese le più grandi Rivenditori.

Il manager sottolinea anche che sono riusciti a sviluppare un altro prodotto di miglio grazie alla loro leadership in Spagna a Paletería. “Ogni giorno trattiamo 20.000 pallet, ovvero consegniamo o montiamo un pallet ogni due secondi”. E altro ancora Rivenditori Ci scelgono per consegnare i prodotti sfusi perché diamo loro un valore aggiunto: ritiriamo la merce a casa del cliente finale, per il quale abbiamo squadre specializzate in subappalto ”, osserva.

Il direttore non fornisce dati precisi su come si sta sviluppando la sua attività in Spagna quest’anno, ma sottolinea che la vaccinazione consentirà di rivitalizzare l’economia e “ciò contribuirà a rafforzare la nostra attività nei quattro paesi della nuova regione”.

Queste nuove prospettive hanno spinto l’azienda a pianificare l’apertura di due nuovi centri logistici in questo primo semestre, uno dei quali sarà utilizzato per il trasporto internazionale e sarà il primo. centro Con lo scopo Passa crudelmente La più grande azienda del paese, e un’altra, si trova vicino alla capitale, Madrid, per l’ultimo miglio. L’azienda prevede inoltre di aprire due centri logistici per E-commerce Entro luglio, che aggiungerà un totale di 80.000 metri quadrati e creerà 600 nuovi posti di lavoro.

READ  Ufficio Borgo, nuovo lavoro a distanza senza spese di alloggio nell'Italia rurale - idealisti / notizie

A queste si aggiungeranno altre unità che l’Unità Logistica di XPO sta già operando, ad esempio Marchamalo Center (Guadalajara), con una superficie di 108.000 metri quadrati, fornisce il servizio a Inditex; Illescas (Toledo), con una superficie di 44.000 metri quadrati, è dedicata principalmente a fornire servizi a H&M o Torija Center (Guadalajara), con un’area di 32.000 metri quadrati e da dove serve Primark.

Marcelli ritiene che l’epidemia abbia messo in pericolo l’azienda e l’ha portata a prepararsi meglio per aiutare i propri clienti: “Questa crisi ci ha costretti a essere più resilienti, a spostare il nostro business su più numeri, migliorare ulteriormente le nostre strade ed evitare chilometri a vuoto ,” lui dice.

L’amministratore delegato sottolinea inoltre che la decisione dell’azienda di separare l’attività logistica di XPO (che si chiamerà GXO Logistics e sarà quotata in modo indipendente in borsa) non avrà alcun effetto in Spagna, dove ogni unità opera già separatamente .. “Cosa Per questa decisione è richiesta l’esistenza di due società altamente specializzate, una nel campo dei trasporti e l’altra nel campo dei servizi logistici, e ognuna si concentra sul proprio campo per massimizzare il proprio business.

L’operazione si svolgerà nella seconda metà di quest’anno e cercherà di capitalizzare gli ostacoli strutturali che sta attraversando il settore della logistica, grazie alla crescita dell’e-commerce e della distribuzione multicanale. Anche la rapida crescita della domanda di automazione e capacità digitali da parte dei clienti e il passaggio a servizi di supply chain offshore.

Investire in tecnologia per essere più efficienti

Massimo Marcelli, responsabile del settore trasporti in Spagna, Italia, Portogallo e Marocco.

Massimo Marcelli lo dice su XPO “Genio puroDurante la pandemia, la tecnologia ha dimostrato di essere un punto fermo. L’azienda, che investe circa 500 milioni di dollari all’anno in tecnologia, sta testando l’uso di robot nel suo magazzino in Spagna, ma nel Regno Unito ha costruito un magazzino con Nestlé con robot all’avanguardia, sistemi di smistamento automatizzati e analisi intelligenti. Per fornire una distribuzione più rapida ed efficiente.

READ  Il negozio di moda italiano online che definisce le tendenze della moda di A Coruña

Anche nella loro unità logistica, hanno introdotto la tecnologia RFID in diversi centri in Spagna. I guanti dei dipendenti hanno un lettore integrato che facilita la lettura dei codici, la trasmissione automatica delle informazioni ai computer, migliora la tracciabilità del prodotto e l’ambiente di lavoro sulle postazioni di lavoro.

Marsili sottolinea anche di aver sviluppato un nuovo sistema di comunicazione delle spedizioni che consente al cliente finale di decidere quando verrà consegnato il prodotto, dove e “la cosa più importante”, dice, “Può vedere la registrazione del veicolo che è andando al lavoro di spedizione e consegna e il file dell’autista con la sua foto in modo che sappia chi gli darà il prodotto. ”Tutto questo tramite WhatsApp, e il cliente non deve toccare nulla perché firma la consegna sul suo cellulare.