Flamina&dintorni

Informazioni sull'Italia. Seleziona gli argomenti di cui vuoi saperne di più

Vogliono punire il pompiere che ha rischiato la vita per salvare i suoi tre amici morti abbracciati nel fiume

Vogliono punire il pompiere che ha rischiato la vita per salvare i suoi tre amici morti abbracciati nel fiume

Il video mostra un pompiere che tenta di salvare i tre amici (Video: X/@AngeloMaggioni3, Foto: Capture)

In Italia lo conoscono già come un pompiere eroe. Un nuovo video diffuso nelle scorse ore mostra quando Niente di disperatoDi fronte alla corrente, per cercare di salvare i tre giovani rumeni abbracciati in mezzo al fiume Natison, nel nord del Paese, poco prima di essere travolti dalla forza dell’acqua.

Leggi anche: Una chiamata straziante per una delle giovani donne morte in Italia è stata travolta dalla corrente

Il suo tentativo è stato vano. I tre ragazzi furono travolti dalla corrente. Cadaveri Patrizia Kormos20 anni, e Bianca Duros23 anni, è stato guarito. Cristiano MolnarIl fidanzato di Bianca è ancora disperso.

L’ironia di tutto ciò è che l’eroe pompiere, il cui nome non è stato rivelato, rischia di essere punito. Secondo il sito IlFriuli.it, È stato aperto un procedimento disciplinare Perché si è gettato nel fiume, mettendo in pericolo la sua vita.

Questo gesto, secondo il sindacato Cgil-Fp, potrebbe costituire una violazione delle norme sulla sicurezza sul lavoro.

Com’è andato il tentativo di salvataggio?

Venerdì 31 maggio i tre ragazzi erano andati a trascorrere la giornata al fiume vicino a Udine, in Friuli. Attraversarono senza grossi problemi fino ad una piccola isola in mezzo al fiume. Ma all’improvviso l’acqua ha cominciato a salire e allora si sono resi conto che non potevano più tornare sulla spiaggia.

READ  Estados Unidos estima que Rusia recurrirá a la fuerza contra Ucrania “entre ahora y mediados de febrero”

L’acqua arrivava fino alle ginocchia. Patricia ha chiamato i servizi di emergenza quattro volte.

Christian Kassian Molnar (25), Bianca Duros (23), Patricia Kormos (20). I tre amici annegati in Italia. (Foto: per gentile concessione del Telegraph).

Quando sono arrivati ​​i vigili del fuoco la situazione era già disperata. I tre amici si abbracciavano in mezzo al fiume nel disperato tentativo di restare in piedi e non farsi travolgere dalla corrente.

In questo contesto, l’eroe pompiere si legò con una corda e saltò nel fiume. Come mostra il video diffuso sui social, sta nuotando controcorrente cercando di raggiungere il luogo in cui si trovano i tre amici.

Il cerchio piccolo mostra il pompiere che nuota verso i tre giovani segnati nel cerchio più grande (Immagine: IlFriuli.it)

Non riusciva nemmeno ad andare avanti. La forza della corrente lo tratteneva sempre nello stesso posto. Alla fine, ha dovuto arrendersi e aspettare che arrivassero altri aiuti.

Dalla spiaggia è stata lanciata loro una corda, ma non c’è stato nulla da fare.

Leggi anche: L’ossessione della madre di una delle vittime annegate in Italia: “Le avevo detto di non andare”.

“Abbiamo lanciato loro una corda, ma l’acqua li ha letteralmente inghiottiti davanti ai nostri occhi”, ha detto. Giorgio BassilPompiere Capo Udine.

I corpi di Bianca e Patricia furono recuperati due giorni dopo la tragedia. Christian è ancora disperso.