Flamina&dintorni

Informazioni sull'Italia. Seleziona gli argomenti di cui vuoi saperne di più

Viaggio Maya |  Internazionale |  aprile

Viaggio Maya | Internazionale | aprile

Mettere l’olio d’oliva nel caffè non è una tradizione in Italia, ma ciò non ha impedito al CEO ad interim di Starbucks Howard Schultz di lanciare una serie di bevande che fanno proprio questo a Milano, la città che ha ispirato il suo impero del caffè.

Facendo eco alla tendenza keto di aggiungere burro al caffè, con un pizzico di zucchero, la combinazione di caffè e olio d’oliva ha suscitato divertimento e curiosità tra gli italiani.

Foto: apr

Camparo RossoUna rivista enogastronomica italiana ha definito la combinazione di olio d’oliva e caffè “una combinazione curiosa”, ma ha affermato di non aver ancora assaggiato le bevande e di riservare un giudizio.

Apprezzava servire l’alimento base delle cucine italiane non solo come condimento, ma come ingrediente principale. La rivista ha anche notato i benefici per la salute del consumo di olio extra vergine di oliva, che alcuni italiani preparano abitualmente direttamente dalla bottiglia.

“Abbiamo bisogno di caffè con olio extravergine di oliva e sciroppi? Forse sì, forse no”, ha scritto Michaela Becci della rivista. Ma l’opportunità di promuovere l’eccellenza italiana è preziosa, ha affermato.

L’associazione italiana dei produttori di olio d’oliva ASSITOL ha accolto con favore la “audace innovazione” e ha affermato che la linea di bevande potrebbe “rilanciare l’immagine dell’olio d’oliva, soprattutto tra i giovani”. L’associazione incoraggia l’aggiunta di olio d’oliva ai cocktail.

Foto: apr

Martina Lunardi, una studentessa di mediazione culturale, è rimasta fedele al suo cappuccino standard durante un recente viaggio a Starbucks, ma ha detto di non essere offesa dagli abbinamenti di olio d’oliva e potrebbe anche provarlo un giorno.

READ  L'Italia rende più flessibile l'ingresso dell'Argentina | Cosa dovrebbero pagare i visitatori

“Comunque, so dove prendere una normale tazza di caffè”, ha detto Lunardi.

Schultz ha avuto l’idea di aggiungere olio d’oliva al caffè dopo aver visitato un produttore di olio d’oliva in Sicilia, e ha scherzato sul fatto che è stato un punto di svolta nella sua recente telefonata ai guadagni. Ha lavorato con uno sviluppatore interno di bevande al caffè per sviluppare le ricette, ha affermato la catena internazionale di caffè.

In vista della settimana della moda milanese della scorsa settimana, Schultz ha presieduto il lancio di “Oliato”, che significa “oliato” in italiano, insieme allo spettacolo di Lizzo per un pubblico invitato al Milan Company Roastery. Le bevande verranno lanciate nel sud della California questa primavera e in Giappone, Medio Oriente e Gran Bretagna entro la fine dell’anno.

Giornale Sigillo di Torino Hanno assaggiato quattro bevande e hanno dato loro valutazioni che vanno da 6,5 ​​a 7,5 su una scala di 10. Ha notato che l’unica bevanda calda del menu, la versione latte, “ha un sapore forte che lascia un piacevole retrogusto in bocca. Grado”.

“La sensazione (positiva) è che l’Oleato possa essere bevuto tutto l’anno, ma soprattutto d’estate sia più buono”, ha detto La Stampa, perché la maggior parte è servita on the rocks.

Foto: apr

I turisti che confezionano la torrefazione milanese sono tentati di assaggiare le bevande con cartelli che circondano il negozio e uno speciale inserto di menu che pubblicizza cinque bevande, che vanno da € 5,50 a € 14 (da $ 5,85 a $ 14,85) per la versione vodka martini. .

“Va bene”, ha detto Benedict Hagen, che si è recentemente trasferito a Milano per intraprendere la carriera di modella. “Non sono un grande fan del caffè, quindi voglio provare questo tipo di bevanda.”

READ  Google Pay: risparmia, paga e gestisci

Stava bevendo Olato, un infuso freddo dalla schiuma dorata con sciroppo di vaniglia, e ha detto che non poteva sentire il sapore dell’olio. Tuttavia, ha ammesso di aver chiesto al barista di aggiungere del cioccolato per rendere la bevanda ancora più dolce, e avrebbe aggiunto del caramello se fosse stato disponibile.

“Non è casuale”, ha concluso Hagen.

Nel frattempo, il Kaya Cupial Iced Cortado Oleato è stato servito in un bellissimo bicchiere a forma di V e guarnito con scorza d’arancia. È fatto con latte di avena distillato con olio d’oliva, sciroppo di demerara e bitter all’arancia.

“È come un caffè normale, ma all’arancia. Non è così forte”, ha detto il 26enne di Varsavia, in Polonia, che viaggiava con un gruppo di amici che hanno ordinato una birra fredda Golden Foam insieme a due cappuccini normali.

Foto: apr

Non è la prima volta che l’Italia incoraggia Schultz. Attribuisce il suo debito a una caffetteria di Milano che ha scoperto durante un viaggio in Italia nel 1983 come ispirazione per quella che oggi è una catena di caffè globale.

Schultz ha aspettato fino al 2018 per portare Starbucks in Italia, sapendo che stava entrando nel Santo Graal del caffè. Gli italiani spesso si fermano a prendere un caffè al bar, chiacchierano con gli amici o il barista per qualche minuto, prima di andare avanti con la loro giornata. Non è qualcosa a cui prestare attenzione.

Da allora, Starbucks ha aperto circa 20 negozi nel nord e centro Italia. La Roastery di Milano è per lo più piena, mentre altri locali della città sono stati trasferiti sulla scia della pandemia.

READ  Covit-19 in Italia: Corona virus e vaccinati dal 26 aprile

Secondo: Starbucks Rosa Pitahaya Frappuccino aiuterà a proteggere le tartarughe nello Yucatan

Montaggio: Estefania Gardena