Flamina&dintorni

Informazioni sull'Italia. Seleziona gli argomenti di cui vuoi saperne di più

Vantaggi dell’olio di sansa di oliva in alternativa ad altri oli


  • L’olio di sansa di oliva si ottiene dal pierogo, che è un prodotto ricavato dai resti delle olive


  • Il suo sapore è delicato e può essere utilizzato con sughi, alcuni tipi di zuppe, dolci e fritture.


  • Lo studio CSIC/ICTAN ha dimostrato i benefici per la salute derivanti dal suo consumo

Due studi clinici (con 132 volontari) hanno mostrato Benefici dell’olio di sansa di oliva contro l’olio di girasole. Lo studio dice che il suo consumo Abbassa il colesterolo e migliora la sensibilità all’insulina.

La ricerca è stata condotta presso l’Institute of Food and Nutrition Science and Technology (ICTAN) del Supreme Council for Scientific Research (CSIC) sapendo che: La necessità di saperne di più sull’uso da parte dell’uomo di questo olio di origine naturale che è stato poco indagato.

L’olio di sansa di oliva è ottenuto dal Perù, oProdotto ricavato dalle olive rimaste dopo l’estrazione dell’olio extravergine di oliva.

La Spagna è il primo produttore mondiale di questo tipo di olio. una media di 120.000 tonnellate all’anno, Ma quasi tutto viene esportato. Finora. Forse dopo le conclusioni dello studio si apriranno le porte a nuovi consumatori spagnoli. Con il prezzo del carrello che sale per l’olio di sansa di oliva Può essere una sana alternativa Ed economico (circa un centesimo in meno dell’olio di girasole e circa la metà di un olio d’oliva delicato).

“Conoscevamo già la composizione molto interessante dell’olio di sansa di oliva, perché Ha buone qualità nutritive e abbiamo pensato che potesse avere buone proprietà salutari. Come qualsiasi altro tipo di olio d’oliva hanno grassi monoinsaturi, composti biologicamente attivi. Ecco perché volevamo saperlo Cosa succederà se lo incorporiamo nella dietaLo spiega a NIUS Laura Bravo Clemente, ricercatrice dello studio ICTAN.

Domanda: Tuttavia, anche se i suoi benefici si fanno sentire: non è stato fatto uno studio simile sugli esseri umani?

Risposta: Ci sono stati precedenti negli animali e in laboratorio con composti isolati con proprietà bioattive. Molti di questi composti erano noti per avere proprietà salutari interessanti, così come i grassi monoinsaturi, l’acido oleico, Conosciuto per i suoi buoni effetti. Aggiungi le due cose, la composizione è molto ricca di acido oleico e il contenuto di proprietà bioattive in saluteNon era irragionevole pensare che l’olio di sansa di oliva potesse avere delle proprietà meravigliose E utile.

D: Come sono state le prove?

R: Per più di quattro anni, sono stati condotti due studi di intervento clinico incrociati, randomizzati, controllati, in cieco, su 132 volontari. Superarlo significa che sia i volontari hanno bevuto olio di studio (olio di sansa) sia olio di controllo, perché bisogna sempre confrontarsi con qualcosa. Nel primo test abbiamo confrontato con Olio di girasole oleico E nel secondo, normale olio di girasole. Abbiamo scelto questi perché spiù consumato.

D: Stavi cercando i benefici per la salute o la possibilità di usarlo come alternativa ora che il prezzo del petrolio è salito così tanto?

A: Stavamo cercando di vedere se c’erano differenze e se erano dovute a una frazione dei composti bioattivi che la sansa di oliva contiene e che la sansa di girasole non contiene. L’olio d’aglio è, in linea di principio, il più economico.

D: In effetti, abbiamo verificato che è più economico dell’olio extravergine di oliva o dell’olio extravergine di oliva, ma ancora di più dell’olio di oliva light. È anche qualche centesimo più economico del girasole.

un. Anche a parità di prezzo Risulta migliore del girasole per le sue proprietà Un olio derivato dall’uliveto, e dal frutto dell’olivo, e quindi ha tutti i benefici dei grassi monoinsaturi, oltre a quelli bioattivi.

D: Ma in Spagna non si consuma molto.

R. Lo è Grande sconosciuto. Prima le nonne consumavano tutti i tipi di olio, a seconda di cosa. Ma è vero che ora sono una minoranza in Spagna. Il tuo mercato è chiuso. La maggior parte della sua produzione viene esportata in paesi come Stati Uniti, Arabia Saudita, Emirati Arabi Uniti, Portogallo e persino in Italia, che è uno dei maggiori consumatori.

D: Gli italiani comprano questo olio da noi?

A: Sono i maggiori importatori di olio di sansa di oliva perché Questo olio ha alcune proprietà interessanti.

D: Parlaci delle proprietà che hai trovato

R. proprietà culinarie ma hanno anche benefici per la salute.

D: Cominciamo con la cottura. Che cosa sembra?

A. ha Sapore delicato rispetto all’olio extravergine di oliva. Per alcune preparazioni culinarie, vorrai quasi sempre olio extra nell’insalata mattutina o nel toast. Ma chi non gradisce questo sapore forte ha la possibilità dell’olio di sansa di oliva. Può essere usato Per salse, tipi di zuppe e dessert. Se fai delle torte o dei biscotti con l’olio extravergine di oliva probabilmente il sapore è troppo intenso, con l’olio di sansa di oliva va benissimo.

R. Certo che c’è Morbide, spugnose e oltre ad essere ricche sono anche più sane.

D: Finora era noto il suo utilizzo nella frittura.

R: Anche se questa non è un’abitudine molto salutare in cucina, l’olio di sansa di oliva ha dimostrato di avere ottime proprietà in questo uso perché è spessoIl numero contiene molto di più Friggere mantenendo la sua qualità.

D: Insomma va bene per quasi tutto quello che non vogliamo un sapore forte come l’olio vergine o extravergine di oliva.

R: Per fritture, stufati, salse e quant’altro si voglia far prevalere un sapore non troppo forte.

D: Ma non è molto comune trovarlo nei negozi di alimentari

R. è stato interrotto molto tempo fa, forse perché Non è stato facile trovarlor poiché non tutti i tetti o i supermercati lo vendono. Ora stai iniziando o vedendo di più, anche se mancano le catene di distribuzione. Sì, deve essere un olio presente nella nostra dieta.

D: Anche come sostituto del normale olio d’oliva?

R. Senza dubbio. L’olio d’oliva normale è un olio raffinato come la sansa di oliva. Il consumatore non sa se si tratta di olio raffinato o meno. Tutti gli oli di semi, girasole, girasole alto-oleico, colza, Tutti i semi sono duplicatiS. L’olio di sansa è raffinato proprio come l’olio d’oliva senza i titoli. L’unico che è direttamente succo d’oliva, per così direO è vergine.

D: Sono fratelli della stessa famiglia.

R: L’olio extra vergine di oliva e l’olio extra vergine di oliva vengono estratti dalla spremitura diretta delle olive dopo che sono state raffinate. Quello che si ottiene, infatti, è il cosiddetto olio Lampante, che non è commestibile fino a quando non viene raffinato. dopo l’affinamento, sia in sansa che in olive dolci, Viene aggiunta una piccola percentuale di extravergine per conferire alcune delle sue caratteristiche di aroma e saporeS. Quindi le olive hanno lo stesso procedimento, solo che la sansa viene estratta da ciò che resta delle olive, la buccia, la polpa, le ossa e il grasso residuo. Questo grasso viene estratto e poi raffinato.

P. E tiene ancora tutto: è delizioso?

R: L’olio di sansa di oliva ha un sapore delicato e proprietà di cottura molto piacevoli, oltre ad avere proprietà salutari.

D: Possiamo distinguerlo dalle olive normali?

R. Non sono un intenditore e forse è per questo Non riesco ad apprezzare le differenze tra una delle vinacce e l’altra delle olive. Ma forse qualcuno che è più esperto lo sa, e gli assaggiatori, ovviamente.

D: Ma l’utente medio non noterà alcuna differenza.

R. Premetto già che non sono un esperto, ma posso dirvi che a studio terminato è stato chiesto ai volontari: Comprereste questo olio? La risposta è si. E non solo, lo consiglieranno. Il punteggio complessivo è stato molto buono. oltre sette.

D: Naturalmente, i partecipanti allo studio lo hanno misurato con olio di girasole o olio di girasole ad alto contenuto oleico. Stai pensando di fare un confronto con l’olio d’oliva leggero?

R. Abbiamo posato la prima pietra. Fai tubase per ulteriori studiS. Queste sono le prime due prove per vedere gli effetti sulla salute, ma abbiamo bisogno di ulteriori ricerche su questo. L’olio di oliva vergine ha molti studi alle spalle, tutto ciò che si sa sui suoi benefici è che è stato ampiamente analizzato e sono necessarie ulteriori ricerche sull’olio di sansa perché è così benefico a priori.

D: Quali sono state le conclusioni sui suoi benefici per la salute.

c. Indaghiamo su persone sane, persone ad alto rischio di malattie cardiovascolari e persone con problemi preesistenti Colesterolo alto. Il cibo da solo non guarisce, ma volevamo saperlo Cosa succederà a loro se lo includiamo nella loro dietaOh, e abbiamo visto che il loro colesterolo è sceso. È stato notato un miglioramento del profilo lipidico nel sangue dei soggetti grazie a livelli più bassi di colesterolo totale e di lipoproteine ​​a bassa densità (LDL o colesterolo cattivo). Anche la circonferenza della vita è diminuita significativamente nei due gruppi analizzati., un marcatore utilizzato per valutare i pazienti con obesità attraverso la sua associazione con un aumentato rischio cardiometabolico. Ha inoltre migliorato i biomarcatori correlati alla resistenza e alla sensibilità all’insulina.

D: Sono tutte buone notizie.

c. Questi sono solo i primi due studi e la domanda è: cosa succede dopo nelle persone a rischio? Abbiamo visto che migliora i livelli di insulina al meglio delle persone con diabete e può anche migliorare migliorando la sensibilità all’insulina.

D: Con la tua ricerca hai messo fine alla cattiva reputazione che poteva avere, a tutti coloro che avrebbero avuto paura di sapere che veniva estratto da tutto comprese le olive, la pelle, le ossa…

R. È che è raffinato e tutto ciò che viene tralasciato, ma in particolare quei diversi composti La pelle e la polpa contengono composti bioattivi distinti che sono anche benefici.

D: La stessa cosa accade con l’oliva come con il maiale, che si dice benefici di tutto.

R. Questo è un tipico esempio. Senza il settore della sansa, i produttori di olive non potrebbero esistere. Solo il 20% delle olive è olio. 80% albrugo. Se non lo usano per qualcosa, non sarà redditizio. prima che venga scartato o dato al bestiame. Era anche un grande inquinatore. Questo non poteva più essere fatto e l’industria ne traeva chiaramente un profitto. Adesso va agli estrattori e da lì prendono petrolio per le raffinerie, composti minoritari per cosmetici o farmacia, prendono energia e quello che resta viene usato come biomassa.

D: Con tutto quello che ci stai dicendo, dobbiamo solo sapere una cosa: lo usi?

R. Certo. Infatti, dopo aver fatto ricerche sull’olio di sansa, siamo diventati tutti consumatori e dipendenti che facevano ricerche e facevano volontariato. Lo uso in cucina quando cucino. Ho olio d’oliva vergine e sansa d’oliva, ma niente girasole. Lo uso soprattutto per maionese o crackers.

READ  La Spagna non sta esaurendo i fondi europei abbastanza rapidamente per garantire il suo impatto sull'economia reale