Flamina&dintorni

Informazioni sull'Italia. Seleziona gli argomenti di cui vuoi saperne di più

Usando l’intelligenza artificiale, si sono assicurati che i polli fossero eccitati e spaventati

Usando l’intelligenza artificiale, si sono assicurati che i polli fossero eccitati e spaventati

Un trend in crescita e apprezzato dai consumatori: pollo ruspante, felice, allevato al pascolo.
Daniele Aprile

Daniele Aprile Meteorite argentina 6 minuti

Un team di ricercatori francesi ha dimostrato che i polli arrossiscono per le emozioni e che possono essere più o meno intensi a seconda del loro stato e dell’azione a cui sono esposti. Lo studio è stato pubblicato sulla rivista etologia animale applicata, Questo si basa su un software di imaging che ha acquisito 18.000 immagini di sei polli del Sussex che sono stati osservati in ogni momento per tre settimane.

Per analizzare i polli bisogna tenere conto di alcuni aspetti tipici della specie, in quanto si può immaginare che un uccello ruspante sia più felice di uno che viva in un ambiente confinato; Tuttavia, poiché i loro antenati erano frequenti vittime dei predatori provenienti dal cielo, I polli moderni hanno spesso paura Spazi aperti e per questo motivo si trovano tra alberi e arbusti.

In effetti, gli ultimi lavori scientifici lo suggeriscono I polli si sentono più sicuri in ambienti densi di sorgo o piante di ulivo. Lo stesso vale per i polli che vivono in habitat con copertura artificiale, come reti e capanne di paglia, dove hanno maggiori probabilità di pulirsi e riposare.

Strati
Anche nell’avicoltura si parla di abbandonare l’attività intensiva per passare all’allevamento di “polli felici”.

Tornando al lavoro sopra menzionato, i ricercatori sono riusciti a distinguere le sfumature del rosso in questo tipo di galline ovaiole dall’osservazione fatta in una fattoria nella Valle della Loira, nella Francia centrale. Quando i polli vengono nutriti con i vermi della farina, arrossiscono e diventano marroni durante un’esperienza negativa. Come la possibilità di essere arrestati.

Lavoro di ricerca con l’intelligenza artificiale

Fino ad oggi, un lavoro simile non è stato eseguito sui polli.Sebbene esistano precedenti esperimenti riguardanti lo studio del rossore sulla pelle del pappagallo blu e giallo, pubblicati sulla rivista “Scientific”.

READ  Iñigo San Millán, ha insegnato Juan Ayuso: "Vogliamo tutti un nuovo Induráin, ma è ancora troppo presto"

Lo studio è stato condotto su questi volatili per tre settimane Consisteva nel filmare e riprendere sei polli di tre mesi. Con queste immagini è stato possibile misurare i livelli di arrossamento della pelle del viso.

Colore rosa
La ricerca, che è in attesa di revisione paritaria, afferma di avere una precisione fino all’80% nel decifrare fino a sei stati emotivi in ​​questi animali.

Secondo il rapporto ufficiale della ricerca, “I risultati hanno mostrato che i polli arrossiscono in misura diversa a seconda del loro stato emotivo”. Quando venivano presentati con cibo appetitoso, i polli diventavano leggermente rossi, ma tutta la loro faccia diventava viola durante le prove negative. Al contrario, quando erano a riposo, la loro pelle appariva molto più chiara.

L’intelligenza artificiale (che ha raggiunto una precisione dell’80% nel gestire emozioni come fame, paura, rabbia, contentezza, eccitazione e angoscia) ha imparato a riconoscere i suoni del pollo E i polli usano una tecnica chiamata “apprendimento dell’analisi emotiva profonda”. Secondo Adrian David Cheok, professore all’Università di Tokyo, “Se sapessimo cosa provano gli animali, potremmo progettare per loro un mondo molto migliore”.

Per sviluppare il lavoro, Cheok ha collaborato con otto psicologi veterinari che hanno fornito la loro conoscenza degli stati emotivi dei polli e hanno analizzato un totale di 80 uccelli e 200 ore di vocalizzazioni.

Dopo questi risultati, i ricercatori hanno deciso di andare avanti: hanno aumentato il numero di polli per continuare il processo per altre cinque settimane e si sono posti l’obiettivo di misurare il grado di soddisfazione riguardo alle loro interazioni con gli esseri umani.. La sorpresa che hanno avuto i ricercatori è stata questa Questo gruppo ha mantenuto un tono della pelle chiaro, il che significa che si sentivano calmi in presenza di persone.

L’intelligenza artificiale può contribuire al benessere degli animali?

Senza dubbio, Questa scoperta apre la strada alla futura ricerca sul comportamento animale.AEcco perché il direttore dello studio prevede di espandere l’esperimento sull’intelligenza artificiale per includere altre specie. Vale la pena notare che l’intelligenza artificiale è in grado di decodificare i suoni degli animali e i loro cambiamenti estetici analizzando un gran numero di ore di fotografia.

READ  Le aziende stanno rivedendo le strategie per garantire maggiore benessere ai propri dipendenti

Anche se questo può sembrare promettente, I risultati dovrebbero essere presi con estrema cautela, perché il lavoro è in fase di revisione da parte di altri scienziati. Inoltre, i ricercatori hanno riconosciuto che la precisione del modello utilizzato può variare a seconda delle razze e delle condizioni ambientali.