Flamina&dintorni

Informazioni sull'Italia. Seleziona gli argomenti di cui vuoi saperne di più

Una squadra nigeriana giovane e quasi ‘invisibile’ stupisce l’Italia intera

lDa fare Archivio Viareggio È uno dei tornei juniores più prestigiosi al mondo. Competente dal 1949, ogni anno la Toscana porta in campo alcune delle squadre di base più interessanti del panorama italiano ed europeo. Inoltre, offre l’opportunità a molti club di piccola reputazione (e non europei) di confrontarsi con gli altri. Una situazione che ci regala storie incredibili. Quest’anno, uno dei più grandi in memoria.

E questo è tutto Alex Trasfiguration Football Academy (ATFA) Da Nigeria Sono orgogliosi di essere la prima squadra africana a giocare una finale nella storia delle partite. Era contro il Sassuolo mercoledì 30 marzo. Tuttavia, nonostante siano stati 0-0 ai supplementari, hanno perso ai calci di rigore. La decisione di non ridurre tale concorrenza.

Storia del club

“Il mio telefono squilla sempre in questi giorni. Fondamentalmente mi chiamano per due motivi: scoprire perché la squadra ha questo nome e chiedere informazioni ai ragazzi”., Sam dichiara ‘La Gazzetta Dello Sport’. L’unico allenatore di alcune squadre di lingua italiana e dei media locali può comunicare fluentemente.

Anteprima della finale tra AFTA e Sassuolo.

“Il concorso di Viareggio è conosciuto in tutto il mondo e ogni bambino sogna di giocare in Italia. Nel 2020 abbiamo deciso di iscriverci, ma l’epidemia ha impedito tutto”, spiega Sam. L’allenatore ha una spiegazione molto semplice del nome del club, con un ampio sorriso sulle labbra.

Dice che si chiamano (Alex Transfiguration Football Academy) per via del nome del loro leader (Alex). Il loro scopo è usare il gioco del calcio per cambiare la vita dei giovani che si rivolgono a loro (‘Trasformazione’)

READ  L'Italia festeggia i suoi "Dei dell'Olimpo" dopo due storiche medaglie d'oro

“Abbiamo iniziato ad aiutare i bambini della chiesa cattolica locale, e poi è nato il gruppo. Abbiamo iniziato cinque anni fa e abbiamo giocato solo nei tornei locali. Non siamo iscritti, ma siamo una specie di accademia ecclesiastica”, ha detto Sam a La Gazette dello Sport.

Calciatori dell'AFTA.

Calciatori dell’AFTA.

Il Giocatori di squadra maggiorenni tra il 2003 e il 2004 (Uno anche dal 2006) Hanno compiuto un’impresa da ricordare: hanno condotto la loro squadra (senza sconfitte) alla Fiorentina (tifo 2-6), davanti a Pisa e Montero. Successivamente battono SPAL, Bologna ed Emboli per raggiungere la finale, dove lo aspettava il Sassuolo. In finale ‘Nervorty’ ha vinto ai rigori.

Sono già entrati nella storia della competizione

Con concorrenza Trasformazione di Alessio (Nigeria), 11 squadre non italiane che hanno giocato almeno una volta la finale della Viareggio Cup. È in cima a questa speciale classifica Tughlaq Brock (Cecoslovacchia all’epoca) con 8 presenze.

Poi lui discriminatorio Da Belgrado, Anderlecht o Città di Ipswich, Tutti in presenza di due o più nel Grand Final. Lo troviamo in chi c’è stato almeno una volta Sparta Brock, Slavia Brock, Vittoria, Ireneau, Vortex o Youth of the Stones.