Flamina&dintorni

Informazioni sull'Italia. Seleziona gli argomenti di cui vuoi saperne di più

Tragi e Berlusconi sono in corsa per la presidenza della Repubblica Italiana

Il parlamento italiano inizia lunedì il referendum per l’elezione del nuovo presidente della repubblica, con l’attuale presidente del Consiglio, Mario Draghi, che sembra essere uno dei favoriti, che aprirà una fase piena di ignoranza politica.

Con il progredire dei colloqui dietro le quinte, l’ex primo ministro e magnate delle telecomunicazioni Silvio Berlusconi ha iniziato la sua campagna originale seducendo al telefono parlamentari indecisi con le sue battute e le sue promesse.

L’85enne “IL Cavaliere”, che da decenni sognava di ricoprire quel prestigioso incarico, domenica ha annunciato che si sarebbe ritirato dalla corsa alla presidenza perché non gli bastavano i voti dell’intera destra. .

Si prevede che il Cancelliere a tutti gli effetti di questa settimana raccoglierà il sostegno di quasi 60 elettori per garantire la vittoria ed evitare l’umiliazione della sconfitta.

Più di mille “elettori chiave”, tra rappresentanti, senatori e delegati di 20 regioni, eleggeranno il nuovo presidente, il cui mandato durerà sette anni.

Nei primi tre turni di votazione è richiesta una maggioranza di due terzi, ma dal quarto turno di votazioni è sufficiente una maggioranza semplice.

La votazione a scrutinio segreto di solito dura diversi giorni. Le sorprese non sono diminuite in passato, quindi le elezioni presidenziali in Italia sono spesso paragonate a conferenze per le elezioni del papa.

A causa delle misure di sicurezza adottate dal Governo, ogni turno durerà un solo giorno e le vittime potranno contare su un apposito tavolo elettorale all’aperto.

Sebbene l’attività del Presidente in Italia sia fondamentalmente dignitosa, essendo retta da un sistema parlamentare, viene solitamente eletta una figura illustre con potere di scioglimento del parlamento, con notevoli capacità di mediazione e rivalità.

READ  Sorveglianza Marittima 3 Approvato lo sbarco in Italia di 440 migranti africani a bordo

– ‘terremoto’ politico –

“Si tratta di un’elezione importante e molto complessa perché i partiti politici sono divisi e indeboliti”, ha detto all’Afp Giovanni Orsina, direttore della Louisville School of Studies di Roma.

Giovedì l’influente quotidiano IL Corriere della Sera ha avvertito che il risultato sarebbe un “governo simile a un terremoto”, con l’Italia che combatte una nuova ondata di focolai di corona virus e avvia una ripresa economica dopo una brutale recessione registrata nel 2020.

Il 74enne Tracy è l’uomo migliore per molti per quella posizione. L’asse principale dell’ampia coalizione da destra a sinistra era la garanzia di ingenti finanziamenti da parte dell’Unione Europea, che conferiva all’economista un valore internazionale che il Paese considerava perduto.

Ma sostituire Draghi non è facile, e molti vogliono che rimanga presidente del Consiglio fino alle prossime elezioni legislative del 2023, garantendo così l’attuazione delle riforme richieste dall’Ue avviate un anno fa ed evitando crisi di governo e elezioni anticipate.

– Anno pre-elettorale –

Altri esperti ritengono che da quando Tragi sarà presidente, potrà mantenere una maggiore stabilità politica e buoni rapporti con l’Unione Europea, soprattutto se la coalizione di estrema destra, che include l’estrema destra, vincerà le elezioni legislative del 2023.

“Questo è un anno pre-elettorale. Anche per Tracy, che è primo ministro, sarà difficile controllare la situazione politica”, ha detto Orsina.

Da settimane i giornali italiani pubblicano i nomi dei candidati dopo Sergio Materella, 80 anni, al Palazzo Presidenziale di Guerrero.

Tra questi il ​​commissario europeo Paulo Gentiloni, l’ex primo ministro socialista Giuliano Amado e il ministro della Giustizia Marta Cordobia, la prima presidente donna del Paese.

READ  Autodis Italia se restaurato

ID / kV / m