Flamina&dintorni

Informazioni sull'Italia. Seleziona gli argomenti di cui vuoi saperne di più

Tensione nella Chiesa cattolica per le notizie sull’uso di Grindr tra i sacerdoti | Divulgazione del blog cattolico conservatore The Pillar

I resoconti di un blog cattolico conservatore minacciano di scuotere le fondamenta della Chiesa cattolica. Dall’analisi dei dati del telefono cellulare, The Pillar ha concluso che I sacerdoti di diversi livelli della gerarchia cattolica hanno utilizzato l’app di incontri per persone della comunità LGBT, Grindr.

Il Pilastro ha pubblicato una serie di inchieste che sono stati poi ripetuti con vari mezzi, tra cui New York Times. primo articolo Ha portato alle dimissioni di monsignor Geoffrey BorrellEx segretario generale della Conferenza episcopale degli Stati Uniti. Borrell era responsabile del coordinamento della risposta della Chiesa alle accuse di aggressione sessuale contro il cardinale statunitense Theodore McCarrick, rivelate nel giugno 2018.

Report della seconda colonnaÈ stato pubblicato online pochi giorni dopo. Si dice che Grindr sia usato da persone senza nome nell’arcidiocesi di Newark, New Jersey. Il terzo afferma che Nel 2018, almeno 32 dispositivi mobili hanno trasmesso segnali dati applicativi dalle regioni della Città del Vaticano cui il turista non può accedere.

Le indagini hanno messo i funzionari della chiesa in una posizione imbarazzante. I sacerdoti fanno un voto di celibato che non è affatto flessibile e il download o l’utilizzo di app di appuntamenti non è compatibile con questa scelta. Gli utenti di Grindr, che si promuovono come “la più grande rete di incontri gay, bisessuali, transgender e gay del mondo”, creano un profilo con le preferenze del loro partner e ricevono notifiche quando un altro utente è nelle vicinanze.

il padre Bob Bono, direttore esecutivo dell’American Association of Catholic Priests, ha detto Il New York Times L’uso dei dati del cellulare per tracciare il movimento del vescovo Borrell ha approfondito il senso di vulnerabilità che provano molti sacerdoti. “Può essere una terribile minaccia”, ha detto Bono, aggiungendo: “Può rendere tutti i sacerdoti ansiosi e a disagio”..

READ  6 Putin chiede di porre fine alla guerra

Da parte sua, il cardinale Newark, Giuseppe Tobin, ha dichiarato in un panel Zoom organizzato dalla Georgetown University: “Se una persona che ha fatto un voto di celibato o un voto di castità ha un’app di appuntamenti sul telefono, sta cercando un problema”. Funzionari vaticani hanno confermato di aver incontrato i rappresentanti di The Pillar a giugno, anche se non risponderanno pubblicamente ai loro rapporti.

Gli editori del sito web della Catholic Community J.D. Flynn e Ed Condon hanno affermato in un podcast che il loro lavoro cerca di esporre la storia segreta di comportamenti inappropriati. “Comportamento sessuale illegale e immorale da parte di sacerdoti che dovrebbero essere celibi Può portare a una diffusa tolleranza per qualsiasi tipo di peccato sessuale”.Certo sughero.